Persone

Maurizio Lupi

Maurizio Lupi è nato a Milano il 3 ottobre del 1959 ed è un politico italiano, Ministro, dimissionario, delle Infrastrutture e dei Trasporti nel primo Governo Renzi.

E' stato vicepresidente della Camera dei deputati per il Popolo della libertà nella XVI e XVII legislatura, fino alla nomina (28 Aprile 2013) a Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti nel Governo Letta.

Giornalista pubblicista è iscritto all'ordine dei Giornalisti della Lombardia dal 1984, è socio Ferpi (Federazione Relazioni Pubbliche Italia) ed è membro di Comunione e Liberazione. In passato ha assunto il ruolo di responsabile nazionale del dipartimento lavori pubblici e territorio di An e poi dell'organizzazione territoriale.

Dopo la laurea in Scienze politiche, Maurizio Lupi è stato assistente personale dell’Amministratore delegato del settimanale Il Sabato; in seguito capo ufficio stampa e responsabile Pr di Fiera Milano, per poi essere nominato Amministratore delegato di Fiera Milano Congressi nel 1994. Maurizio Lupi è entrato successivamente nel Consiglio comunale di Milano, dove dal 1993 al 1996 è stato Vicepresidente e dal 1996 al 1997 Presidente della Commissione Urbanistica.

Nel 1997 è diventato, sempre nel comune di Milano, Assessore comunale allo Sviluppo del Territorio Edilizia privata ed Arredo urbano.

Nel 2001 è stato eletto alla Camera ed ha rivestito il ruolo di Capogruppo di FI nella VIII Commissione (Ambiente, territorio e lavori pubblici). In seguito è stato Responsabile nazionale Dipartimento Lavori pubblici e Territorio, incarico che ha mantenuto negli anni successivi, risultando rieletto alle elezioni del 2006.

Alle politiche del 2008 Maurizio Lupi ha ottenuto l’incarico di Vice Presidente della Camera. Dal 2006 è stato responsabile del coordinamento territoriale, prima di Forza Italia, e poi del PdL.

A partire dalla XV legislatura, è stato Presidente del Comitato per la Comunicazione esterna, del Comitato per la Sicurezza, Membro della VIII Commissione e Membro della Commissione Parlamentare per l’indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi.

Alle elezioni politiche del 2013, viene rieletto deputato tra le file del Pdl in Lombardia.

Il 28 Aprile 2013 viene nominato ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti nel governo Letta.

Il 16 novembre del 2013, dinanzi alla sospensione delle attività del Popolo della Libertà ed al rilancio di Forza Italia, decide di aderire al Nuovo Centrodestra guidato da Angelino Alfano.

Come membro di tale formazione politica, che assicura la fiducia al nuovo Governo Renzi, viene nominato Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Nell'aprile 2014, candidatosi alle Elezioni europee del 2014 (Italia) come capolista del Nuovo Centrodestra-Unione di Centro nella Circoscrizione Italia nord-occidentale, viene eletto, ma decide di restare al Governo, optando per la carica di Ministro.

Il 20 marzo del 2015 in seguito alle vicende connesse con lo scandalo "Grandi opere", che ha visto coinvolte alcune persone vicine al suo ministero, decide, pur non essendo indagato, di rassegnare le dimissioni da Ministro della Repubblica.

E' sposato ed ha tre figli.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Maurizio Lupi
    • News24

    In manovra risarcimenti banche venete, proroga Ape social e web tax

    Pioggia di emendamenti alla legge di bilancio all'esame della commissione Bilancio del Senato. I gruppi hanno presentato quasi 4mila proposte di modifica (3.954) che saranno discusse la prossima settimana, dopo che si sarà concluso l'esame del decreto fiscale collegato alla manovra (che dovrebbe

    – di Andrea Gagliardi e Marco Rogari

    • News24

    Pensioni, Consulta: legittimo bonus sulle perequazioni

    La Corte Costituzionale ha deciso che il bonus Poletti sulle perequazioni pensionistiche è legittimo. La Consulta ha respinto le censure di incostituzionalità sollevate, ritenendo che la norma «realizzi un bilanciamento non irragionevole tra i diritti dei pensionati e le esigenze della finanza

    – di Redazione Online

    • News24

    Ok con fiducia: la via stretta del Senato

    «Stiamo lavorando per approvare la legge entro la legislatura». Le parole pronunciate ieri dal premier Paolo Gentiloni dal palco dell'Eliseo, dove si festeggiavano i 10 anni di vita del Pd, riaprono una questione che oramai sembrava chiusa o quantomeno rimandata alla prossima legislatura: lo ius

    • News24

    Ius soli, i centristi non arretrano: «Vogliamo modifiche»

    Il pressing per approvare lo ius soli in Senato è fortissimo. L'iniziativa di Luigi Manconi con relativo sciopero della fame ha fatto e continua a fare proseliti (Rosy Bindi è solo l'ultima in ordine di tempo ad aver aderito) ma nel frattempo l'ala dura di Ap tiene il punto. E il capogruppo alla

    – di Mariolina Sesto

    • News24

    Mdp si smarca, no Ap sullo ius soli. Gentiloni incontrerà i bersaniani

    Maggioranza e governo battuti ieri pomeriggio in commissione Difesa del Senato, con Mdp che si sfila e vota con le opposizioni: risulta così soppresso l'articolo 9 della delega per la revisione del modello professionale delle forze armate, uno dei capisaldi del libro bianco della Difesa del 2015.

    – di Emilia Patta

    • News24

    Alfano: sì a Rosatellum bis, no a forzature sullo ius soli

    Per la legge elettorale «sosteniamo il 'Rosatellum bis'», ma «sullo ius soli confermiamo la nostra idea che una cosa giusta può diventare sbagliata in un tempo sbagliato. Finirebbe per essere un regalo alla Lega». Lo ha detto il leader di Ap, Angelino Alfano, al termine della direzione del partito

    • News24

    Ius soli, fuori dal calendario del Senato per settembre

    L'aula del Senato ha respinto la proposta di modifica del calendario definito dalla conferenza dei capigruppo dopo che Mdp e Sinistra italiana avevano chiesto di reinserire il ddl sullo ius soli, rinviato dalla capigruppo, nel calendario di lavori fino al 28 settembre. L'Aula ha anche respinto la

    – di Nicola Barone

1-10 di 1174 risultati