Persone

Maurizio Gasparri

Maurizio Gasparri è senatore del Popolo delle Libertà. Alla carica di senatore Gasparri è giunto nel 2008, con la vittoria alle elezioni della coalizione guidata dal Popolo delle Libertà. Contestualmente Gasparri ha anche assunto il ruolo di presidente del gruppo parlamentare del PdL. Prima di entrare in Senato, Gasparri è stato per diverse legislature deputato, in particolare dal 1992 al 2008. Dal 2001 al 2006 è stato Ministro per le Telecomunicazioni del governo Berlusconi. In questo periodo ha dato il suo nome alla legge di riassetto del sistema dei media italiano, la cosiddetta “legge Gasparri”. La legge, ritenuta troppo favorevole agli interessi del Presidente del Consiglio, ricevette aspre critiche dall'opposizione e dall'Unione Europea.
Prima di far parte del governo Berlusconi II, Gasparri aveva già avuto un altro incarico ministeriale, nel 1994: nel primo governo Berlusconi era stato infatti Sottosegretario all'Interno.

L'ascesa politica di Gasparri inizia alla fine degli anni Ottanta quando diventa un esponente di rilievo del Movimento Sociale Italiano guidato da Gianfranco Fini. Aderisce poi alla svolta di Fiuggi diventando un elemento di spicco di AN.

Gasparri ha ricevuto un'istruzione classica e per diversi anni ha praticato la professione di giornalista, fino ad arrivare ad essere codirettore del Secolo d'Italia. Anche successivamente si è dedicato ad attività culturali e giornalistiche quali il sito Destra.it, Eurodestra e Italia protagonista.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Maurizio Gasparri
    • News24

    Senato, domani via alla Commissione speciale. M5S punta a Lezzi presidente

    In attesa che si costituiscano le nuove commissioni permanenti, il Movimento Cinque Stelle punta a guidare la Commissione speciale per gli atti urgenti del Governo. Si tratta dell'organismo temporaneo convocato dai capigruppo di Palazzo Madama per esaminare i provvedimenti rimasti in sospeso con la

    – di V.N.

    • News24

    Blitz francese a Bardonecchia, la Procura apre inchiesta per abuso e violenza privata

    Pasqua di polemiche tra Italia e Francia, dopo l'irruzione di cinque agenti armati della Polizia doganale transalpina, venerdì sera, nella sala della stazione ferroviaria di Bardonecchia, l'ultimo Comune italiano al confine con la Francia, in Alta Val Susa, dove opera l'associazione pro-migranti

    – di Vittorio Nuti

    • News24

    Alla Camera eletti i vicepresidenti. Pd fuori dai questori

    L'Aula della Camera ha eletto i componenti dell'Ufficio di presidenza di Montecitorio. I vicepresidenti sono: Mara Carfagna (Fi), Maria Edera Spadoni (M5S), Lorenzo Fontana (Lega) e Ettore Rosato (Pd). I questori sono Riccardo Fraccaro (M5S), Gregorio Fontana (Fi) ed Edmondo Cirielli (Fdi). «Con

    – di N. Barone e A. Gagliardi

    • News24

    Camere: con il risiko dei vicepresidenti torna in gioco il Pd, M5s punta sui questori

    Chiusa la partita sui presidenti delle Camere, si è aperta quella dei quattro vicepresidenti, dei tre questori e degli otto segretari. Le votazioni si terranno domani a Palazzo Madama e giovedì a Montecitorio. Avviene per schede, è segreta, come quella dei presidenti ed avviene con il meccanismo

    – di A. Gagliardi e A. Marini

    • News24

    Presidenza del Senato, Salvini apre a Fi. M5S verso la Camera

    Dal vertice di oggi tra Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni uscirà il nome del candidato del centrodestra per la presidenza del Senato. Ieri il leader della Lega si è sentito con il Cavaliere ed entrambi hanno convenuto che la coalizione si presenterà unita venerdì quando si aprirà

    – di B.F. e M.Per.

    • News24

    Elezioni 2018: Casini, Bonino e Prestigiacomo i decani del nuovo Parlamento

    Alle elezioni politiche del 1983 la Democrazia cristiana portò alla Camera due esordienti: uno si chiamava Sergio Mattarella; l'altro, più giovane (28 anni), era Pier Ferdinando Casini. Un quarto di secolo dopo il primo si ritrova al Quirinale a ricoprire il più alto ruolo istituzionale, il secondo

    – di Riccardo Ferrazza

    • News24

    Più lavoro per gli avvocati

    Riconoscere dignità costituzionale alla difesa in giudizio. Un maggiore coinvolgimento nei processi decisionali in materia di politiche della giustizia. E poi, ma più specifico: portare fuori dal sistema giurisdizionale le attività di "accertamento" (non quindi quelle decisionali che rimangono al

    – di Giovanni Negri

1-10 di 1136 risultati