Persone

Matteo Renzi

Matteo Renzi, nato l'11 gennaio del 1975 a Firenze, segretario del PD è stato presidente del Consiglio dei Ministri dal 22 febbraio 2014 al 5 dicembre 2016.

A seguito dell'esito contrario del referendum costituzionale (il 60% degli elettori ha bocciato la riforma da lui proposta) si è dimesso. Il 30 aprile 2017 con il 70% dei voti è stato rieletto alle primarie segretario del Pd. Gli altri due candidati erano Andrea Orlando (19.50%) e Michele Emiliano (10.49%).

E' stato nominato capo di Governo a soli 39 anni ed un mese di età, risultando il più giovane Premier della storia della Repubblica italiana.

Cresciuto a Rignano sull'Arno (FI), studia a Firenze, dove consegue il diploma di maturità classica al Liceo Ginnasio "Dante" e si laurea nel 1999 in Giurisprudenza.

Già da studente liceale comincia ad interessarsi all'attività politica ed acquisisce una formazione scout nell'Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani.

Prima di dedicarsi completamente all'attività politica, Renzi ha lavorato con varie responsabilità per la Chil srl, società di servizi di marketing (di proprietà della sua famiglia) di cui è dirigente in aspettativa.

Nel 1996 è tra i promotori dei Comitati Prodi in Toscana.

Nel 1999 diventa segretario provinciale del Partito Popolare Italiano.

Nel 2004 viene eletto Presidente della Provincia di Firenze, facendosi promotore della riduzione delle tasse in Provincia e del taglio dei costi dell'Ente.

Nel 2009 diventa il nuovo sindaco di Firenze e si fa portatore di un vento di novità, dimezzando la giunta e favorendo, con l'obiettivo di dire stop al cemento ed al consumo del suolo, un Piano strutturale a "volumi zero" per la città di Firenze.

Nel 2010 promuove la convention "Prossima Fermata: Italia", foriera dell'idea di una rottamazione della vecchia classe politica al potere.

Negli anni successivi le idee di rinnovamento promosse da Renzi si muovono sull'onda delle conventions "Big Bang" e "Italia Obiettivo Comune", che vedono l'adesione di diversi amministratori ed intellettuali italiani.

Nel 2012 Matteo Renzi si candida alle primarie del centrosinistra ma il 2 dicembre dello stesso anno perde il ballottaggio contro Pier Luigi Bersani.

Nel 2013 prende di nuovo parte alle primarie (questa volta del Partito Democratico) e l'8 dicembre vince la competizione con il 67,5% dei voti, diventando il nuovo segretario del Partito e battendo Gianni Cuperlo, Giuseppe Civati e Gianni Pittella.

Il 22 febbraio del 2014 diventa il Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana risultando il più giovane in assoluto dall'Unità d'Italia ad oggi.

Per la Rizzoli ha pubblicato "Fuori!" (2011) e "Stilnovo" (2012).

Con la Mondadori invece ha dato alle stampe "Oltre la rottamazione" (2013).

Tra il 1° luglio ed il 31 dicembre 2014 ha assunto, quale presidente di turno, la carica di Presidente del Consiglio dell'Unione Europea.

Matteo Renzi è sposato con Agnese Landini dal 1999, hanno tre figli, Francesco (2001), Emanuele (2003) ed Ester (2006).

Ultimo aggiornamento 02 maggio 2017

Ultime notizie su Matteo Renzi
    • Info Data

    Quanto è cambiato il Parlamento? La mappa dei "migranti"della politica

    Non solo ha visto alloggiare a Palazzo Chigi tre diversi Presidenti del Consiglio (Enrico Letta, Matteo Renzi e Paolo Gentiloni, senza dimenticare che il candidato Premier originario era Pier Luigi Bersani), ma anche i gruppi parlamentari sono variati molto.

    – Filippo Mastroianni

    • News24

    L'austerity fa poveri, ma la Borsa fa Boom: il declino rassegnato di Atene

    Oggi le invettive del corteo vanno al Governo: il nemico è Alexis Tsipras, il «Matteo Renzi» di?Atene che aveva promesso di far uscire il paese dalla crisi, di spezzare le catene oppprimenti della Ue e della Troika che, a dire dei greci, stanno ammazzando il paese.

    – di Simone Filippetti

    • News24

    Berlusconi propone sistema tedesco e voto in autunno. Prove di intesa FI-Pd

    Manovre in corso per la riforma della legge elettorale, il cantiere sempre aperto della nostra politica. A mettere in fibrillazione i vari schieramenti sono le ultime aperture di Silvio Berlusconi ai democratici: adottare il sistema elettorale tedesco in cambio del voto anticipato in autunno. In

    • News24

    Vaticano bacchetta Grillo: nessuno può definirsi «vero francescano»

    Se l'obiettivo di Beppe Grillo con la marcia Perugia-Assisi per il reddito di cittadinanza era anche quello, con la sua frase «Siamo noi i veri francescani», di strizzare l'occhio ai rapporti con la Chiesa, la bacchettata odierna del segretario di Stato Vaticano Pietro Parolin induce a parlare di

    – di Andrea Gagliardi

    • News24

    Pisapia: dopo le amministrative fondare nuovo centrosinistra unito

    Prove di dialogo nel centrosinistra alternativo al Pd. Nella giornata conclusiva di "Fondamenta" la tre giorni organizzata a Milano (conclusa oggi) dagli scissionisti di Aricolo 1-Mdp, in primo piano c'è il rapporto con i dem e il futuro del centrosinistra alla sfida elettorale con i movimenti

    – di Andrea Gagliardi

    • News24

    A Catanzaro spunta l'alleanza Fi-Ap, candidato Pd in pista senza primarie

    Forza Italia punta alla riconferma (già al primo turno) del sindaco uscente Sergio Abramo, sostenuto anche dagli alfaniani di Ap (che a livello nazionale sono invece alleati di governo del Pd). Il Pd, dopo i tentennamenti dovuti anche al clima congressuale teso, ha deciso di andare sul sicuro:

    – di Andrea Marini

    • News24

    Legge elettorale, slitta di una settimana approdo in Aula

    Slitta dal 29 maggio al 5 giugno l'approdo in aula della legge elettorale. Lo ha stabilito all'unanimità la C0nferenza dei capigruppo della Camera, con l'impegno però di tutti i gruppi parlamentari per l'approvazione entro il mese. In Commissione era emerso un fronte bipartisan contrario a portare

    – di Andrea Gagliardi

    • Agora

    #Mattellum, il voto secondo i Matteo

    E' andata più o meno così. Matteo Renzi, leader del Partito democratico, ha sempre detto che per i dem la base di partenza per la riforma della legge elettorale era ed è il Mattarellum. Matteo Salvini, con cui nel recente passato qualche contatto ci dev'essere stato (vedi il primo Pastone), ha sempre fatto capire che per la Lega il Mattarellum è un buon punto di partenza per riscrivere la legge elettorale e andare al voto il più presto possibile. Così sì è arrivati al Rosatellum, 50% di seggi as...

    – Daniele Bellasio

1-10 di 9518 risultati