Persone

Matteo Orfini

Matteo Orfini è nato il 30 agosto del 1974 a Roma ed è un politico italiano, attuale presidente del Partito Democratico.
Figlio del produttore cinematografico Mario Orfini, Matteo ha intrapreso l'attività politica già durante gli anni del Liceo. Conseguita la maturità classica presso il Liceo Classico Mamiani di Roma, ha frequentato gli studi universitari per diventare archeologo ma non ha conseguito il titolo.

Per quattro anni ha rivestito la carica di segretario del Circolo PD Mazzini del quartiere romano di Prati.

E' stato stretto collaboratore e portavoce di Massimo D'Alema, durante il periodo di permanenza del dirigente politico al Parlamento europeo.

E' stato responsabile delle relazioni istituzionali della Fondazione Italianieuropei e nella segreteria nazionale, sotto la prima reggenza Bersani, responsabile cultura ed informazione.

Nel 2012 ha partecipato, collocandosi in posizione utile, alle primarie dei parlamentari nel Lazio, candidatosi col Pd nella XV circoscrizione (Lazio I) è stato proclamato deputato della Camera il 5 marzo del 2013.

Il 7 maggio 2013 è diventato membro della VII Commissione (Cultura, scienza ed istruzione) .

Dal 5 giugno 2013 fa parte della Commissione Parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi.

Il 14 giugno del 2014 è stato eletto Presidente dell'Assemblea Nazionale del Pd.

Il 4 dicembre del 2014, in seguito allo scandalo della cosiddetta Mafia Capitale, è stato nominato da Matteo Renzi commissario straordinario del Partito Democratico romano.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Matteo Orfini
    • News24

    Ostia, domande sui rapporti tra Casapound e clan Spada: aggredito giornalista Rai

    Un servizio giornalistico sulla scalata elettorale di Casapound a Ostia degenera in una violenta aggressione di Roberto Spada - fratello del boss condannato a 10 anni per estorsione col metodo mafioso - ai danni di Daniele Piervincenzi, inviato del programma Rai Nemo Nessuno Escluso. Il giornalista

    – di Ivan Cimmarusti

    • News24

    Banche, Renzi rilancia e vede Casini. Protesta 5 Stelle

    «Sulle banche andremo fino in fondo, vogliamo solo la verità». Matteo Renzi, a pochi giorni dalla dibattuta riconferma di Ignazio Visco alla guida della Banca d'Italia, non molla la presa sulla questione della mancanza di vigilanza nelle crisi bancarie degli ultimi anni e anzi rilancia. Ieri il

    • News24

    Ostia, Salvini: vi chiedo miracolo, vinciamo al primo turno

    «Vi chiedo in questi due giorni di fare il miracolo. Non ci basta arrivare al ballottaggio per confrontarci altri 15 giorni con i Cinque Stelle sul futuro di Ostia. Io chiedo a tutti voi di smuovere testa e cuore della gente per vincere al primo turno e da lunedì si comincia a lavorare». Lo ha

    – di Redazione online

    • News24

    Lo strappo istituzionale di Renzi e i rapporti tesi con il governo

    La lettera inviata dal premier Paolo Gentiloni al Consiglio superiore della Banca d'Italia, con l'indicazione di Ignazio Visco come successore di se stesso per altri 6 anni, chiude una settimana di passione nei rapporti tra Palazzo Chigi e il Pd guidato da Matteo Renzi. Il quale, dopo aver lanciato

    – di Emilia Patta

    • News24

    Senato, il presidente Grasso lascia il gruppo Pd

    «Il presidente del Senato Pietro Grasso ha rassegnato le dimissioni dal gruppo del Pd e ai sensi del Regolamento sarà iscritto d'ufficio al Gruppo misto del Senato». E' quanto si legge in una nota di Palazzo Madama. La decisione è arrivata al termine della giornata che ha visto l'approvazione

    – di Andrea Gagliardi

    • News24

    Visco verso la conferma, oggi la lettera di Gentiloni

    Ignazio Visco verso la conferma per altri sei anni alla guida della Banca d'Italia. Salvo colpi di scena dell'ultima ora pur sempre possibili, è questa la strada tracciata dal premier Paolo Gentiloni in accordo con il Capo dello Stato Sergio Mattarella. Uno schermo istituzionale alzato da Palazzo

    – di Davide Colombo e Emilia Patta

    • News24

    Bankitalia, Visco ancora in pole ma cresce la candidatura interna

    «Nessuno è intoccabile, e la difesa a oltranza di Ignazio Visco non sta nei miei desideri segreti». E ancora: «Non voglio fare il rottamatore ma non posso difendere i presunti salotti buoni e l'attuale assetto di potere. Non tradirò mai me stesso per essere apprezzato dal sistema e tornare a

    – di Emilia Patta

    • News24

    Bankitalia, Gentiloni: nessuna preoccupazione sulla tenuta del Governo

    «Io credo che il Governo debba per le sue decisioni su Bankitalia agire nell'interesse del Paese, seguendo le regole, non credo che stiamo correndo il rischio che si creino strani incroci populisti nel prosieguo della legislatura. Abbiamo una legge di bilancio snella e utile, penso che l'abbiamo

    – di Andrea Gagliardi

    • News24

    Tim-Vivendi: per Orfini (Pd) ipotesi separazione rete e intervento Cdp

    Separazione della rete di Tim e, in seguito, fusione con Open Fiber; un socio italiano, pubblico o privato che affianchi Vivendi nell'azionariato del gruppo italiano; e l'ipotesi che la Cdp, si proponga di rilevare in tutto o in parte la quota francese in Tim. E' il ventaglio di soluzioni indicato

    – di Simona Rossitto

1-10 di 404 risultati