Persone

Matteo Orfini

Matteo Orfini è nato il 30 agosto del 1974 a Roma ed è un politico italiano, attuale presidente del Partito Democratico.
Figlio del produttore cinematografico Mario Orfini, Matteo ha intrapreso l'attività politica già durante gli anni del Liceo. Conseguita la maturità classica presso il Liceo Classico Mamiani di Roma, ha frequentato gli studi universitari per diventare archeologo ma non ha conseguito il titolo.

Per quattro anni ha rivestito la carica di segretario del Circolo PD Mazzini del quartiere romano di Prati.

E' stato stretto collaboratore e portavoce di Massimo D'Alema, durante il periodo di permanenza del dirigente politico al Parlamento europeo.

E' stato responsabile delle relazioni istituzionali della Fondazione Italianieuropei e nella segreteria nazionale, sotto la prima reggenza Bersani, responsabile cultura ed informazione.

Nel 2012 ha partecipato, collocandosi in posizione utile, alle primarie dei parlamentari nel Lazio, candidatosi col Pd nella XV circoscrizione (Lazio I) è stato proclamato deputato della Camera il 5 marzo del 2013.

Il 7 maggio 2013 è diventato membro della VII Commissione (Cultura, scienza ed istruzione) .

Dal 5 giugno 2013 fa parte della Commissione Parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi.

Il 14 giugno del 2014 è stato eletto Presidente dell'Assemblea Nazionale del Pd.

Il 4 dicembre del 2014, in seguito allo scandalo della cosiddetta Mafia Capitale, è stato nominato da Matteo Renzi commissario straordinario del Partito Democratico romano.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Matteo Orfini
    • News24

    Lega e M5s bocciano il governo neutrale di Mattarella: «Subito alle urne»

    Non si sblocca, nonostante la terza giornata di consultazioni "lampo" al Quirinale, l'impasse sul nuovo governo che da due mesi congela il Paese. Ore di contatti frenetici e un faccia a faccia tra Matteo Salvini e Luigi Di Maio - in parallelo agli incontri sul Colle - non portano infatti a un

    – di Nicola Barone e Vittorio Nuti

    • News24

    Gasparri: «Di Maio quaquaraquà, il centrodestra è unito»

    E' da poco finita l'intervista in diretta al leader del M5S Luigi Di Maio a In 1/2h di Lucia Annunziata che subito il senatore Maurizio Gasparri (M5S) fa sentire la sua voce. E continua il botta e risposta fra centrodestra e M5S senza che si arrivi a un pallido sentore di accordo in vista delle

    • News24

    Toninelli (M5S): «No a Mattarella e voto subito»

    Nessuna apertura dal M5S al capo dello Stato, Sergio Mattarella, che lunedì consulterà i partiti per capire l'appeal di un governo "neutro", con un programma minimo che si occupi di legge di bilancio e Ue. A dirlo a "Radio Anch'Io" (Radio 1 Rai) è il capogruppo a palazzo Madama, Danilo Toninelli

    – di Vittorio Nuti

    • News24

    Pd alla conta in direzione: Renzi ha ancora la maggioranza

    E' l'appuntamento che il Quirinale attende per capire se davvero un accordo tra Movimento 5 Stelle e Partito democratico è impossibile sancendo così l'impraticabilità anche di questa strada, dopo quella pentastellati-centrodestra, per formare un governo. La direzione del Pd di domani si annuncia

    • News24

    Renzi chiude al M5S: chi ha perso non può andare al governo. Ma rilancia patto su riforme

    «Siamo seri, chi ha perso non può andare al governo. Il 4 marzo non è stato uno scherzo. Ora tocca a loro governare. Non possiamo rientrare dalla finestra con un gioco di palazzo». L'ex segretario del Pd Matteo Renzi, intervenendo a Che tempo che fa, la trasmissione di Fabio Fazio su Rai 1, chiude

    – di Riccardo Ferrazza e Andrea Marini

    • News24

    Renzi fermo sul no, Pd alla «conta» in direzione

    Nel Pd le parole di Luigi Di Maio sulla necessaria discontinuità rispetto ai governi di questi anni (Jobs act, Buona scuola, grandi opere... ) non sono piaciute per niente. Non solo, e va da sé, ai renziani doc ma neanche a chi in queste ore si sta spendendo per trovare una posizione comune tra

    – di Emilia Patta

    • News24

    Governo, Fico vede di nuovo delegazioni Pd e M5s

    Le consultazioni del presidente della Camera Roberto Fico riprenderanno domani nel Salottino del Presidente. Alle 11 è fissato l'incontro con la delegazione del Pd, alle 13 con quella del M5S. Occhi puntati dunque all'esito della trattativa con i dem. Da un lato le aperture a "vedere le carte" del

    – di Andrea Gagliardi

    • News24

    La trattativa Pd-M5s parte senza Renzi, che non esclude la scissione

    Da una parte l'apertura del segretario reggente del Pd Maurizio Martina, dall'altra la chiusura del forno con la Lega da parte del leader del M5s Luigi Di Maio. Un uno-due che apre di fatto il tavolo della trattativa tra democratici e pentastellati nonostante resti, forte e chiaro, il no dell'ex

    – di Emilia Patta

1-10 di 420 risultati