Persone

Matteo Orfini

Matteo Orfini è nato il 30 agosto del 1974 a Roma ed è un politico italiano, attuale presidente del Partito Democratico.
Figlio del produttore cinematografico Mario Orfini, Matteo ha intrapreso l'attività politica già durante gli anni del Liceo. Conseguita la maturità classica presso il Liceo Classico Mamiani di Roma, ha frequentato gli studi universitari per diventare archeologo ma non ha conseguito il titolo.

Per quattro anni ha rivestito la carica di segretario del Circolo PD Mazzini del quartiere romano di Prati.

E' stato stretto collaboratore e portavoce di Massimo D'Alema, durante il periodo di permanenza del dirigente politico al Parlamento europeo.

E' stato responsabile delle relazioni istituzionali della Fondazione Italianieuropei e nella segreteria nazionale, sotto la prima reggenza Bersani, responsabile cultura ed informazione.

Nel 2012 ha partecipato, collocandosi in posizione utile, alle primarie dei parlamentari nel Lazio, candidatosi col Pd nella XV circoscrizione (Lazio I) è stato proclamato deputato della Camera il 5 marzo del 2013.

Il 7 maggio 2013 è diventato membro della VII Commissione (Cultura, scienza ed istruzione) .

Dal 5 giugno 2013 fa parte della Commissione Parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi.

Il 14 giugno del 2014 è stato eletto Presidente dell'Assemblea Nazionale del Pd.

Il 4 dicembre del 2014, in seguito allo scandalo della cosiddetta Mafia Capitale, è stato nominato da Matteo Renzi commissario straordinario del Partito Democratico romano.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Matteo Orfini
    • News24

    Ramazza day: Pd in strada per pulire Roma. Raggi: «Non sia uno spot»

    A Tor Bella Monaca come alla stazione Tuscolana o a piazza dei Navigatori, Pd in piazza con magliette gialle, ramazza per pulire le strade. La lista degli appuntamenti per i volontari dem era di 42 punti in tutti i municipi della città: parchi, piazze e strade.All'iniziativa - sui social hashtag

    • News24

    Renzi rieletto alla segreteria Pd. «Su legge elettorale non saremo capro espiatorio»

    «Lavoro, casa e mamme». Riparte da qui l'ex premier Matteo Renzi, proclamato per la seconda volta segretario del Partito democratico dall'assemblea del partito, composta da 449 donne e 551 uomini, di cui 700 "suoi" delegati, di gran lunga più dei candidati alla segreteria sconfitti alle primarie il

    – di Vittorio Nuti

    • News24

    Primarie Pd, campagna al rush finale. Scontro sulle alleanze e incognita affluenza

    Vigilia di primarie Pd, con i temi dell'affluenza e delle future alleanze sempre in primo piano. I gazebo resteranno aperti dalle 8 alle 20 di domenica. Il partito fa affidamento su almeno 50mila militanti. I seggi saranno in tutto circa 10mila, tra gazebo all'aperto, in piazza, circoli al chiuso e

    – di Redazione Online

    • News24

    Nuova legge elettorale / Italikos

    E' la proposta di legge elettorale presentata dai Giovani Turchi (l'area Pd che fa capo, tra gli altri, a Matteo Orfini). E' stata annunciata a ottobre dell'anno scorso quando entrò nel vivo la discussione su una possibile modifica dell'Italicum. E' stata battezzata Italikos in quanto punta a

    • News24

    Dismissioni, Tesoro al lavoro con Cdp

    Il ministero dell'Economia sta valutando la fattibilità di un progetto di trasferimento di «gestione di partecipazioni azionarie e di parte del portafoglio investimenti del settore pubblico» alla Cassa depositi e presiti. L'operazione includerebbe quote in spa pubbliche come Eni, Enel, Poste,

    • News24

    Alfano: Torrisi non si dimette? Fuori da Ap

    Sembra un nuovo caso Villari, il senatore del Pd che fu eletto alla presidenza della Vigilanza Rai con i voti della minoranza e che rifiutò di lasciare l'incarico. E' quello che sta succedendo per la commissione Affari costituzionali del Senato dove - a sorpresa - è stato eletto alla presidenza un

    – di Riccardo Ferrazza

    • News24

    Al Senato battuto il candidato dem, caos nella maggioranza

    Che l'elezione del presidente della commissione Affari costituzionali del Senato fosse un affare complicato per la maggioranza lo si era capito. Ma che si arrivasse ad una grande coalizione anti-Pd era al di là dell'immaginabile. Eppure è quel che ieri è successo. Non solo non è passato il

    – di Emilia Patta e Mariolina Sesto

1-10 di 354 risultati