Persone

Massimo D'Alema

Massimo D'Alema è nato a Roma il 20 giugno 1949 ed è un politico e giornalista italiano. Ex Presidente del Consiglio dei ministri e dei Democratici di sinistra è stato Ministro degli Esteri. L’onorevole ha rivestito i ruoli di Segretario nazionale del Partito Comunista Italiano, del Partito Democratico della Sinistra e della Federazione giovanile comunista italiana. È stato deputato della Puglia per il Partito Democratico e Presidente del Comitato Parlamentare per la Sicurezza.

Massimo D'Alema ha studiato Filosofia ed ha intrapreso la carriera giornalistica, diventando direttore de l'Unità dal 1988 al 1990. L’impegno politico è iniziato nel 1963, quando si è iscritto alla Fgci, della quale è stato Segretario nazionale (1975-1980). Nel 1968 D’Alema è entrato nel Comitato centrale del Pci, nel 1983 nella Direzione e nel 1986 nella Segreteria. Alla Camera dei deputati nel 1987, dopo 3 anni è stato Coordinatore politico e poi Segretario del Pci. Rieletto, ha assunto l'incarico di Presidente dei deputati del Pds. Nel 1994 è stato nel collegio della Puglia, riconfermato nel 1996. L’anno successivo è diventato Presidente della Commissione parlamentare per le riforme istituzionali. Dal 1998 al 2000 ha rivestito il ruolo di Presidente del CdM. Nel 2000 è stato Presidente del Pds e nel 2003 Vicepresidente dell'Internazionale Socialista, riconfermato nel 2008. Nel 2004 è entrato al Parlamento Europeo come Presidente della Delegazione Permanente per le relazioni tra l’Ue e il Mercosur. Nel 2006 è stato Ministro degli Esteri nel governo Prodi. Confermato Deputato nella Circoscrizione Puglia per il Pd, dal 2010 è stato Presidente del Comitato Parlamentare per la Sicurezza, ruolo che ha ricoperto fino al 15 marzo 2013, non si è candidato nelle ultime elezioni parlamentari del 2013.

Nel 2007, il GIP Clementina Forleo ha ipotizzato per D'Alema il concorso in aggiotaggio nell'ambito della scalata alla Banca Nazionale del Lavoro (BNL) organizzata dalla Unipol di Giovanni Consorte. Essendo all'epoca D'Alema parlamentare europeo, il Parlamento europeo, chiamato in causa, ha ritenuto opportuno non autorizzare l'uso del testo delle telefonate intercorse tra D'Alema e Consorte per la loro scarsa rilevanza nell'ambito dell'inchiesta.

E' stato insignito delle seguenti onorificienze: Ordine al Merito del Cile, Grand'Ufficiale della Legion d'Onore (Roma 18 dicembre 2001) e Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Piano (Vaticano 20 novembre 2006).

E' sposato con Linda Giuva, archivista e docente di archivistica all'università di Siena ed ha due figli, Giulia e Francesco.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Massimo D'Alema
    • Agora

    Tutti i federatori vengono dal Nord

    Se a Roma quelli di Gazebo ironizzano sui molti partiti a sinistra e sull'ultimo nato - quello di Pierluigi Bersani e Massimo D'Alema - che si chiama Art. 1 Modempro (Articolo 1 - Movimento democratici e progressisti) e invece sarebbe stato meglio chiamarlo "Movimento Arturo" (che ora sui social spopola), i candidati federatori dei vari schieramenti vengono dal nord.

    – Daniele Bellasio

    • News24

    Tutti i tentativi di arrivare a Matteo e al Pd

    Presunti contatti con D'Alema Alfredo Romeo cerca sponde tra le varie correnti del Partito democratico e risulta in contatto anche con la minoranza che fa capo a Massimo D'Alema. ... Romeo ribatte che «nel mio caso il Pd non attacca...io nasco nel Pd ragazzo...con D'Alema ci parlo... D'Alema a me non attacca».

    – Sara Monaci

    • Agora

    Civati spiega che a sinistra c'è un antidoto possibile e si chiama Arturo

    Parafrasando un battuta di Massimo D'Alema, infatti, dice a Danton che rispetto all'idea di lasciare il Partito democratico lui che lo ha fatto anni fa, dopo aver partecipato alle primarie contro Matteo Renzi e Gianni Cuperlo, forse è "arrivato... Anche nella scelta dei nomi, come negli esponenti politici che animano i nuovi movimenti - e qui il pensiero ritorna a D'Alema ma anche a Pierluigi Bersani - "va evitato questo eterno ritorno del passato prossimo, anche in questo senso la...

    – Daniele Bellasio

    • News24

    Pd, il tesoretto da 500 milioni dell'ex Pci non si dividerà

    Laconico come sempre Ugo Sposetti, ex tesoriere dei Ds e senatore dem vicinissimo a Massimo D'Alema. ... Se il deus ex machina delle fondazioni fosse andato con D'Alema e Bersani, i Dem avrebbero corso il rischio di vedere eclissarsi per sempre quel forziere gelosamente custodito da Sposetti.

    – di Mariolina Sesto

    • News24

    Renzi al congresso coperto dal "padre" Veltroni

    Proprio Veltroni, che nel 2008 fece il passo indietro rinunciando a indire un congresso anticipato per chiarire il dissidio politico con Massimo D'Alema (e Bersani) per il timore che il neonato Pd potesse spaccarsi in partenza, ora ricorda che il... Con un discorso molto alto, il fondatore del Pd ricorda non a caso il momento clou delle divisioni a sinistra degli ultimi venti anni: quando nel '98 si fece cadere il governo Prodi per sostituirlo con il governo D'Alema.

    – di Emilia Patta

    • News24

    Pd: Emiliano, scissione Pd evitabile. Orfini: con rottura Governo a rischio

    A presentare la manifestazione Peppino Caldarola mentre in platea siedono Massimo D'Alema, Pier Luigi Bersani, Michele Emiliano, Roberto Speranza, Enrico Rossi. ... D'Alema, sinistra ha linea comune chiara,ora sta a Renzi L'ultimatum per scongiurare la scissione arriva da Massimo D'Alema. ... Massimo D'Alema annunciando che domani non sarà all'assemblea del Pd.

    • News24

    Il Pd all'ultima mediazione: voto a settembre, poi le assise

    La giornata si chiude tuttavia con le parole provocatorie di Massimo D'Alema sul decreto banche: «Il Parlamento ha votato perché non sia pubblicato l'elenco dei debitori, compreso il mio partito, di cui ho la tessera in tasca con qualche sentimento di vergogna».

    – di Emilia Patta

    • News24

    Ultimo appello di Renzi all'unità Ma la scissione è già partita

    Domani, il giorno prima dell'assemblea del Pd che dovrà aprire la fase congressuale, si riuniranno a Roma Roberto Speranza, Michele Emiliano e Enrico Rossi, fino a ieri candidati alla segreteria del Pd e ora già in cerca del nome del nuovo movimento che ha come padri Massimo D'Alema e Pier Luigi Bersani.

    – di Emilia Patta

1-10 di 1408 risultati