Persone

Martin Schulz

Martin Schulz è un politico tedesco nato il 20 dicembre 1955 a Hehlrath, eurodeputato ha fatto parte parte del gruppo dell'Alleanza progressista di Socialisti e Democratici . Presidente del Parlamento europeo dal 17 gennaio 2012 al 2014 e poi rieletto nuovamente nel 2014. Ha ricoperto questo ruolo fino al 18 gennaio 2017 quando ha passato le consegne al neoletto Antonio Tajani.

Di professione libraio ha intrapreso da giovane la carriera politica in Germania. A 19 anni si iscrive al partito socialdemocratico e muove i suoi primi passi nella politica locale come consigliere comunale, poi come sindaco della piccola cittadina di Würselen (1987-1998) per approdare a diventare membro della direzione nazionale e dell'ufficio di presidenza del SPD. Nel 1994 diventa deputato al Parlamento europeo e nel 2004 presidente del gruppo PSE fino al 2012.

Nel 2003 ha fatto parlare di sè per il duro scambio di battute e accuse durante la seduta del Parlamento con Silvio Berlusconi, che allora era presidente di turno del Consiglio UE e lo appellò come kapò. Altri episodi simili si sono registrati con Marine Le Pen e Nagel Farage.

Il 24 novembre 2016 Schulz ha annunciato che non si ricandiva alla guida del Parlamento Europeo per la terza volta perché preferiva dedicarsi alla carriera politica in patria. Il 24 gennaio 2017 a seguito della rinuncia di Sigmar Gabriel, leader dell’SPD, alla candidatura alla cancelleria, Martin Shulz è diventato lo sfidante della Merkel alle elezioni politiche che si svolgerannno a settembre.

Schulz è sposato e ha due figli e parla, oltre al tedesco, francese, inglese, olandese e italiano.

Ultimo aggiornamento 10 maggio 2017

Ultime notizie su Martin Schulz
    • News24

    La successione alle poltrone Ue per saldare il nuovo asse franco-tedesco in Europa

    La corsa è iniziata con un certo anticipo ma non è un caso che il martellamento sui giornali tedeschi per la successione di Mario Draghi alla guida della Bce sia partito subito dopo l'elezione di Emmanuel Macron alla presidenza della repubblica francese. Immediatamente dopo il voto, è tornato di

    – di Giuseppe Chiellino

    • News24

    Tobin Tax, Le Maire annuncia freno progetto: occorre valutare effetti Brexit

    Se non è lo stop, non si sa quanto temporaneo, al progetto di tassa sulle transazioni finanziarie poco ci manca. La dichiarazione del neoministro delle finanze francese Bruno Le Maire è eloquente: «C'è stata la Brexit e occorre misurarne tutte le conseguenze prima di prendere delle decisioni sulla

    – di Enrico Bronzo

    • News24

    Una nuova governance economica dell'Eurozona

    Dagli interventi apparsi all'interno del dibattito sull'euro organizzato dal Sole 24 Ore emerge una convinzione molto diffusa: uscire dalla moneta unica creerebbe più problemi che opportunità. Lo dicono anche coloro che sostengono che sarebbe stato meglio non entrarci (Feldstein, Il Sole 24 Ore 28

    – di Carlo Dell'Aringa e Paolo Guerrieri

    • News24

    L'Europa riscopre le virtù del centrismo

    Si sta assistendo a un ritorno in auge del centrismo in Europa, quasi come ai tempi lontani della creazione nel 1957 della Cee, quando ne erano stati protagonisti Robert Schuman, Konrad Adenauer e Alcide De Gasperi. Naturalmente si tratta di una situazione ben diversa da quella di allora, in cui

    – di Valerio Castronovo

    • News24

    Sul futuro della Ue il rilancio francese

    Ancora non è chiaro se e come Emmanuel Macron riuscirà a lanciare la sua Europa, a conquistarsi in casa i margini di manovra e di credibilità riformista necessari per imporre la sua visione ai partner e, prima di tutto, alla Germania.

    – di Adriana Cerretelli

    • News24

    Sul futuro dell'Europa il rilancio alla francese

    Ancora non è chiaro se e come Emmanuel Macron riuscirà a lanciare la sua Europa, a conquistarsi in casa i margini di manovra e di credibilità riformista necessari per imporre la sua visione ai partner e, prima di tutto, alla Germania.

    – di Adriana Cerretelli

    • News24

    Svolta Merkel-Macron: favorevoli a cambiare i Trattati Ue

    FRANCOFORTE - DAL NOSTRO CORRISPONDENTEFrancia e Germania lavoreranno assieme a una roadmap per approfondire l'integrazione europea e rafforzare l'eurozona, ha annunciato il cancelliere tedesco Angela Merkel dopo l'incontro a Berlino con il neo-eletto presidente francese, Emmanuel Macron, dando per

    – di Alessandro Merli

    • News24

    Nord-Sud, questo modello di Eurozona va rivisto

    Superata l'euforia iniziale, la discussione sulle conseguenze della presidenza di Emmanuel Macron ha acquisito un carattere più realista. Certamente, quella presidenza potrà fare la differenza, in Francia e in Europa. Tuttavia, gli ostacoli non mancheranno, proprio perché la Francia ha mostrato di

    – di Sergio Fabbrini

1-10 di 410 risultati