Persone

Martin Schulz

Martin Schulz è un politico tedesco nato il 20 dicembre 1955 a Hehlrath, eurodeputato ha fatto parte parte del gruppo dell'Alleanza progressista di Socialisti e Democratici . Presidente del Parlamento europeo dal 17 gennaio 2012 al 2014 e poi rieletto nuovamente nel 2014. Ha ricoperto questo ruolo fino al 18 gennaio 2017 quando ha passato le consegne al neoletto Antonio Tajani. Candidato alle politiche del suo Paese del 24 settembre 2017, dopo che il suo partito Spd ha ottenuto il 20,8% dei voti (il peggior risultato della storia) ha annunciato che uscirà dalla Grosse Koalition e andrà all’opposizione.

Di professione libraio ha intrapreso da giovane la carriera politica in Germania. A 19 anni si iscrive al partito socialdemocratico e muove i suoi primi passi nella politica locale come consigliere comunale, poi come sindaco della piccola cittadina di Würselen (1987-1998) per approdare a diventare membro della direzione nazionale e dell'ufficio di presidenza del SPD. Nel 1994 diventa deputato al Parlamento europeo e nel 2004 presidente del gruppo PSE fino al 2012.

Nel 2003 ha fatto parlare di sè per il duro scambio di battute e accuse durante la seduta del Parlamento con Silvio Berlusconi, che allora era presidente di turno del Consiglio UE e lo appellò come kapò. Altri episodi simili si sono registrati con Marine Le Pen e Nagel Farage.

Il 24 novembre 2016 Schulz ha annunciato che non si ricandiva alla guida del Parlamento Europeo per la terza volta perché preferiva dedicarsi alla carriera politica in patria. Il 24 gennaio 2017 a seguito della rinuncia di Sigmar Gabriel, leader dell’SPD, alla candidatura alla cancelleria, Martin Shulz è diventato lo sfidante della Merkel alle elezioni politiche.

Schulz è sposato e ha due figli e parla, oltre al tedesco, francese, inglese, olandese e italiano.

Ultimo aggiornamento 25 settembre 2017

Ultime notizie su Martin Schulz
    • News24

    Bassa Sassonia: socialdemocratici in testa, enigma coalizione

    Mentre gli occhi dell'Europa sono puntati sul risultato delle elezioni politiche in Austria, in Germania si votava oggi nel Land della Bassa Sassonia. Stando ai primi exit poll della rete televisiva Zdf, risultano in vantaggio i socialdemocratici con il 37% per cento dei consensi. Segue la Cdu di

    • News24

    Schäuble sacrificabile per «Giamaica»?

    Il destino del potente ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schäuble, è appeso a un filo, legato com'è alla formazione della nuova coalizione governativa. Schäuble, 75 anni, è a capo delle finanze dal 2009 ed è l'ideologo dell'ordoliberalismo, cioè quella visione economica che ha dettato

    – Vittorio Da Rold

    • News24

    Perché Bruxelles teme i liberali al governo in Germania

    DAL NOSTRO CORRISPONDENTEBRUXELLES - E' con malcelato nervosismo che l'establishment comunitario ha accolto il risultato delle elezioni tedesche. L'ipotesi di un rinnovo di una Grande coalizione, l'opzione forse più europeista fra tutte le possibili alleanze, appare difficile da concretizzare. La

    – di Beda Romano

    • News24

    Merkel, ora formare un governo è una missione (quasi) impossibile

    BERLINO - Ci sono volute appena tre ore dalla chiusura delle urne nelle elezioni tedesche perché i due possibili alleati di Angela Merkel nel suo quarto mandato da cancelliere cominciassero a beccarsi pubblicamente in un dibattito televisivo, mettendo a nudo tutta la difficoltà di formare una

    – dal nostro inviato Alessandro Merli

    • News24

    Vittoria amara per Merkel, estrema destra terzo partito e Grande coalizione al capolinea

    Angela Merkel si è aggiudicata il quarto mandato da cancelliere nelle elezioni federali tedesche, ma le exit polls pubblicate subito dopo la chiusura dei seggi mostrano un risultato pesantissimo per la sua unione democristiana, il collasso degli alleati socialdemocratici della Spd e un'affermazione

    – dal nostro inviato a Berlino Alessandro Merli

    • News24

    Germania, elezioni 2017: cosa bisogna sapere in cinque punti

    Oggi si svolgono in tutta la Germania le elezioni federali per il parlamento. Ad avere diritto di voto sono 61,5 milioni di cittadini, sparsi nelle 16 regioni (Landër) del paese. Nel corso della giornata il Sole 24 Ore seguirà i risultati in arrivo da Berlino, con cronaca e analisi a caldo. Ecco

    – di Alb.Ma.

    • News24

    Germania al voto, l'ultradestra in rimonta vede il terzo posto

    FRANCOFORTE - I comizi di AfD, Alternativa per la Germania, il partito anti-euro e anti-immigrati che ha buone probabilità di uscire dalle elezioni federali di domani come terza forza della politica tedesca, sono eventi stranamente di basso profilo per un movimento estremista e di protesta. La

    – dal nostro corrispondente Alessandro Merli

    • News24

    Berlino, vince chi arriva terzo

    Se la campagna elettorale per le elezioni federali tedesche di domenica è stata considerata unanimemente noiosa (meno che dall'imperturbabile cancelliere Angela Merkel, alla quale, in fondo, va bene così), il prossimo atto della politica tedesca, che inizia lunedì e può prolungarsi per mesi,

    – di Alessandro Merli

1-10 di 448 risultati