Persone

Martin Schulz

Martin Schulz è un politico tedesco nato il 20 dicembre 1955 a Hehlrath, eurodeputato ha fatto parte parte del gruppo dell'Alleanza progressista di Socialisti e Democratici . Presidente del Parlamento europeo dal 17 gennaio 2012 al 2014 e poi rieletto nuovamente nel 2014. Ha ricoperto questo ruolo fino al 18 gennaio 2017 quando ha passato le consegne al neoletto Antonio Tajani.

Di professione libraio ha intrapreso da giovane la carriera politica in Germania. A 19 anni si iscrive al partito socialdemocratico e muove i suoi primi passi nella politica locale come consigliere comunale, poi come sindaco della piccola cittadina di Würselen (1987-1998) per approdare a diventare membro della direzione nazionale e dell'ufficio di presidenza del SPD. Nel 1994 diventa deputato al Parlamento europeo e nel 2004 presidente del gruppo PSE fino al 2012.

Nel 2003 ha fatto parlare di sè per il duro scambio di battute e accuse durante la seduta del Parlamento con Silvio Berlusconi, che allora era presidente di turno del Consiglio UE e lo appellò come kapò. Altri episodi simili si sono registrati con Marine Le Pen e Nagel Farage.

Il 24 novembre 2016 Schulz ha annunciato che non si ricandiva alla guida del Parlamento Europeo per la terza volta perché preferiva dedicarsi alla carriera politica in patria. Il 24 gennaio 2017 a seguito della rinuncia di Sigmar Gabriel, leader dell’SPD, alla candidatura alla cancelleria, Martin Shulz è diventato lo sfidante della Merkel alle elezioni politiche che si svolgerannno a settembre.

Schulz è sposato e ha due figli e parla, oltre al tedesco, francese, inglese, olandese e italiano.

Ultimo aggiornamento 24 gennaio 2017

Ultime notizie su Martin Schulz
    • News24

    Macron e i conti in sospeso dell'Italia

    Lo farà con chiunque vincerà le legislative tedesche del 24 settembre: Angela Merkel o Martin Schulz, entrambi europeisti convinti e decisi a salvaguardare e rafforzare il bastione Europa nell'era globale, tra l'altro in un Paese dove i populisti dell'AfD sono in ritirata.

    – di Adriana Cerretelli

    • News24

    Il Pd e il rischio di un nuovo asse franco-tedesco

    Se poi in Germania, alle elezioni del 24 settembre, il socialdemocratico Martin Schulz avrà un buon risultato, si avrà il clima politico giusto per superare l'austerity di questi anni.

    – Emilia Patta

    • News24

    Renzi punta su Macron per superare la stagione dell'austerity

    Il quale spera in lui da una parte e in una buona affermazione del socialdemocratico Martin Schulz alle elezioni tedesche del 24 settembre dall'altra per superare la stagione dell'austerity, un superamento che potrebbe essere raffigurato plasticamente con la fine dell'era Wolfgang Schäuble al ministero dell'Economia tedesco.

    – di Emilia Patta

    • News24

    Se essere europeista può aiutare a vincere un'elezione

    Alla cancelleria di Berlino non ci saranno inquilini scomodi dopo le elezioni di settembre e la battaglia, mentre si sta disintegrando il partito xenofobo Alternative fuer Deutschland, è tra Angela Merkel e l'uomo che ha resuscitato la socialdemocrazia tedesca, Martin Schulz.

    – di Attilio Geroni

    • News24

    La crisi dei populisi tedeschi di AfD, in calo e senza leadership

    Abbastanza per ottenere l'ingresso al Bundestag ma poco per preoccupare la cancelliera che deve piuttosto contrastare l'ascesa dei socialdemocratici guidati da Martin Schulz, ex presidente del Parlamento europeo.

    – di Roberta Miraglia

    • News24

    Riconoscere la paralisi per battere il sovranismo

    ...della crescita di Martin Schulz). Non è un caso che quest'ultimo e Angela Merkel abbiano finora evitato di attaccarsi reciprocamente, mentre frontale è lo scontro tra Schulz e l'attuale ministro delle Finanze (che ha definito l'ex presidente del Parlamento europeo un "populista").

    – di Sergio Fabbrini

    • News24

    «Più Europa», ma il Pd litiga sui populisti

    E, contando sulla vittoria delle candidature progressiste ed europeiste in Francia (con Macron, appunto) e in Germania (con un buon risultato del socialdemocratico Martin Schulz), spera nella creazione delle condizioni per una svolta che allenti la morsa dell'austerità e rilanci investimenti e politiche per la crescita.

    – Emilia Patta

    • News24

    I giovani tedeschi votano Merkel

    Un recentissimo sondaggio dell'istituto Forsa, condotto per il magazine Stern, attribuisce alla cancelliera il 47% di consensi tra i votanti nella fascia di età 18-21 anni mentre al rivale dell'Spd Martin Schulz va il 29 per cento delle preferenze. ... Il successo di Merkel tra i nuovi votanti sarebbe superiore rispetto al consenso raccolto nella generalità degli elettori dove la leader della Cdu ha un sostegno del 43% a fronte del 32% di Schulz (il confronto è tra candidati, non tra partiti).

    – Roberta Miraglia

    • News24

    Germania: perché i giovanissimi preferiscono Merkel

    Al suo rivale socialdemocratico Martin Schulz va invece il 29 per cento. Il successo di Merkel tra i nuovi elettori risulta superiore al consenso nella generalità degli elettori dove la leader della Cdu ha un sostegno del 43% a fronte del 32%?di Schulz. «I?giovani - commenta Manfred Güllner, direttore di Forsa - conoscono la cancelliera, con la quale sono cresciuti, ma non il candidato Schulz». ...all'Spd di Schulz.

    – di Roberta Miraglia

    • Agora

    Perché l'Italia si preoccupa di un eventuale successo di E. Macron

    Mancano quattro settimane al primo turno delle presidenziali francesi del 23 aprile. Qui a Bruxelles l'impressione prevalente è che favorito sia Emmanuel Macron, il leader di En Marche! Agli occhi dell'establishment comunitario, il candidato centrista dovrebbe poter prevalere al primo turno e poi finalmente battere Marine Le Pen, la candidata del Front National al secondo turno previsto il 7 maggio. Altrettanto chiare sono le previsioni per le elezioni tedesche di settembre: a vincere sarà l'att...

    – Beda Romano

1-10 di 394 risultati