Persone

Mark Rutte

Mark Rutte, (nato a l'Aja il 14 febbraio 1967) è un politico olandese rappresentante del Partito Popolare per la Libertà e la Democrazia (Volkspartij voor Vrijheid en Democratie VVD).

Primo ministro dal 14 ottobre 2010 è stato riconfermato nella carica a marzo 2017. I risultati delle elezioni che si sono svolte il 15 marzo hanno visto il suo partito conquistare quasi il 55% dei voti e ottenere 32 seggi sconfiggendo la temuta deriva populista rappresentata dal Partito della libertà di estrema destra di Geert Wilders che ha ottenuto 19 seggi.

Prima di diventare primo ministro ha svolto altri incarichi governativi, dal 2002 al 2004 come segretario di stato per gli affari sociali e l'occupazione e dal 2004 al 2006 come segretario di stato per l'istruzione, cultura e scienza.

Europeista convinto, ammiratore di Margaret Thatcher, in passato è stato un manager nelle risorse umane della Unilever e leader del partito VVD da maggio 2006. Ha conseguito nel 1992 la laurea in storia all’Università di Leida.

Non è sposato, viene da una famiglia di imprenditori protestanti, ha rinunciato alla carriera di musicista (suona il pianoforte) prima di darsi alla politica.

Ultimo aggiornamento 16 marzo 2017

Ultime notizie su Mark Rutte
    • News24

    Borse in calo, si guarda alla Francia. A Milano giù Leonardo

    Sul mercato valutario, l'euro riprende l'allungo nei confronti del dollaro indotto già nei giorni scorsi da una Federal Reserve più accomodante del previsto nell'ultima conferenza stampa della presidente Janet Yellen e dall'esito delle elezioni olandesi che hanno confermato la leadership del partito del premier Mark Rutte.

    – di A. Fontana e P. Paronetto

    • News24

    Olanda, la strada di Rutte è subito in salita

    «Il vero vincitore però - continua - è il primo ministro Mark Rutte che, pur perdendo 8 seggi rispetto al 2012, con 33 deputati rimane chiaramente il maggiore del Paese e non viene punito in modo eclatante dal costo che ovunque in Europa, specie di... Rutte ne è consapevole e mercoledì sera, quando gli exit poll non lasciavano più dubbi, all'Aja, in un bagno di folla, ha rivendicato una vittoria importante contro «il populismo sbagliato», dopo le esperienze di altro segno vissute con il...

    – dall'inviato Michele Pignatelli

    • News24

    Le Borse festeggiano il voto in Olanda, Milano rivede quota 20mila dopo 14 mesi

    Chiusura in rialzo per le Borse europee (segui qui i principali indici) all'indomani della decisione della Federal Reserve di alzare il costo del denaro di 25 punti base, portandolo nel range 0,75-1%. La numero uno dell'istituto centrale Usa, Janet Yellen, ha manifestato ottimismo sull'economia

    – di Eleonora Micheli

    • News24

    L'oro non cede alla Fed, ma la soglia dei 1.200 dollari appare a rischio

    Il Partito per la libertà, formazione di estrema destra, euroscettica e anti-islamica, nei sondaggi degli ultimi giorni non era più dato per favorito, superato negli orientamenti di voto dai liberalconservatori del premier uscente Mark Rutte.

    – di Sissi Bellomo

    • News24

    Renzi: ora presento querele a chi insulta. Consip? M5S cerca visibilità

    Nel corso della diretta l'ex segretario dem ha commentato gli exit poll delle elezioni olandesi: ««Speriamo che l'affermazione che gli exit poll immaginano di Mark Rutte si verifichi - ha detto -, speriamo che ci sia una frenata del populismo in Europa, con una frenata del populismo di Wilders».

    – di Alessia Tripodi

    • News24

    Exit poll in Olanda: trionfa il premier Rutte, Wilders solo terzo

    AMSTERDAM - Il premier uscente Mark Rutte avrebbe ottenuto il maggior numero di seggi, battendo il populista Geert Wilders, che arriva solo terzo. ... I?sondaggi, dopo settimane in cui sembrava destinato alla vittoria il Pvv, il Partito per la libertà anti-Islam ed euroscettico di Wilders, erano meno sicuri, e vedevano una rimonta del Vvd, il partito liberal-conservatore del premier Rutte, e l'emergere di diverse possibili sorprese.

    – dall'inviato Michele Pignatelli

    • News24

    Olanda al voto, viaggio nella roccaforte di Wilders

    «Ho votato per Mark Rutte (il primo ministro uscente, del Partito liberal-conservatore Vvd, ndr) -racconta Jan, 53 anni, insegnante - perché è il leader migliore».

    – dall'inviato Michele Pignatelli

    • News24

    Perché i mercati non temono il voto olandese (e guardano invece alla Francia)

    «E' molto improbabile che Wilders possa ottenere la maggioranza nella Seconda Camera - spiega Wilders - e il suo partito probabilmente non diventerà neanche parte del nuovo gabinetto olandese, in quanto altri leader politici come l'attuale primo ministro e leader del Partito Popolare per la Libertà e la Democrazia, Mark Rutte, hanno già escluso l'ipotesi di formare un governo con loro».

    – di Maximilian Cellino

    • News24

    «Wilders? Pare Mozart, ma non è il Trump d'Olanda e non durerà»

    Ma il prossimo governo sarà guidato da Mark Rutte perché è il premier che ha messo fine alla crisi economica e riportato la ricchezza nel paese. In Olanda le cose non potrebbero andare meglio, Mark Rutte è l'anti-Wilders. ... Non sono un conservatore ma ho molta simpatia per Rutte». ... Se Wilders, euroscettico ma soprattutto anti-islamico, non sembrasse così forte, forse il premier Rutte non si sarebbe fatto trascinare in una spinosa polemica con Erdogan che in patria forza le regole...

    – di Angela Manganaro

1-10 di 183 risultati