Persone

Mario Morcone

Mario Morcone, nato a Caserta nel 1952, è un prefetto. Si laurea in giurisprudenza e nell’aprile 1976 entra a far parte dell’Amministrazione della Pubblica Sicurezza e, sempre nello stesso anno, dopo aver vinto il concorso a Consigliere di Prefettura, nei ruoli dell’Amministrazione Civile del Ministero dell’Interno. Primo incarico alla Prefettura di Rovigo, poi a Roma negli Uffici Centrali del Ministero e, successivamente, al Gabinetto del Ministro. Nell'aprile del 1988 viene nominato Capo della Segreteria tecnica del Presidente del Consiglio e fino all’agosto 1990 è Capo della Segreteria del Ministro per gli interventi straordinari del Mezzogiorno. Nel 1992 passa a Capo della Segreteria del Ministro dell'Interno e nel '93 è nominato prefetto di prima classe e viene destinato prima a Rieti e poi ad Arezzo fino al 2000. Nominato amministratore ONU della regione e della città di Mitrovica ai confini fra Serbia e Kosovo, svolge fino al termine del suo incarico nel marzo del 2000, le funzioni di «Deputy per la civil administration». Sempre nel 2000 viene nominato Direttore generale dell’Amministrazione civile al Ministero dell’Interno e dal 2001 al 2006 è Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile e realizza un programma di informatizzazione delle procedure per l’immigrazione regolare (click-day). Dopo le dimissini di Walter Veltroni nel 2008 diventa commissario straordinario per la provvisoria gestione del comune di Roma e nel 2010 diventa responsabile dell’agenzia per i Beni confiscati alle mafie.

Si candida a sindaco del capoluogo campano per il Pd.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Mario Morcone
    • News24

    Le imprese sequestrate alla mafia valgono 21,7 miliardi

    «Rendere più facile la strada dell'assegnazione dei beni, anche immobili» e «non arrivare alla confisca definitiva quando le attività produttive sono ormai moribonde»: questo l'obiettivo, ha spiegato il capo di Gabinetto del Viminale, il prefetto Mario Morcone, del disegno di legge sul riutilizzo dei beni confiscati alle mafie sul quale «il ministero e il ministro Minniti sono molto impegnati, in discussione al Senato.

    – di Andrea Marini

    • News24

    #dallapartedelSole/3, le voci a sostegno del rilancio del Sole 24 Ore

    Care lettrici, cari lettori, proseguiamo la pubblicazione delle dichiarazioni di sostegno al nostro giornale. Sono tante, e ringraziamo tutti quelli che hanno voluto intervenire, e qui sotto ne trovate solo alcune, anche per estratti. Altre che sono arrivate e stanno continuando ad arrivare sono

    – di Il Cdr

    • News24

    Primarie Pd, Renzi e l'obiettivo di superare quota 1,3 milioni di voti

    Le primarie Pd, con il confronto tv fra i tre candidati Matteo Renzi, Andrea Orlando e Michele Emiliano, entrano nel vivo, in vista delle votazioni di domenica prossima. Il risultato pare al momento scontato, con la riconferma del segretario uscente. Sotto la lente saranno soprattutto due numeri:

    – di Andrea Marini

    • News24

    Il Viminale punta sul «modello Milano»: patti con i sindaci per accoglienza a tappe

    Un patto Viminale-sindaci, provincia per provincia. Per ospitare i migranti «in un percorso condiviso» con i primi cittadini: i Comuni devono «essere pienamente coinvolti». Si impegneranno ad accogliere i rifugiati «gradualmente sul proprio territorio, entro il 31/12/2017». Chi accetta - l'adesione

    – di Marco Ludovico

    • Info Data

    Quanto valgono le rimesse degli stranieri? I dati dal 2005 al 2015

    5,252 miliardi di euro è la somma uscita nel 2015 dall'Italia sotto forma di rimesse, una cifra pari a quanto ha fatturato Ferrovie dello Stato Italiane lo stesso anno. Le rimesse sono l'ammontare di denaro, solitamente destinato a familiari e parenti, che i lavoratori stranieri trasferiscono nel proprio Paese d'origine. Secondo gli ultimi dati della Banca d'Italia, quello del 2015 è l'importo più basso degli ultimi 5 anni: i migranti residenti in Italia, infatti, nel 2011 hanno inviato all'est...

    – Master24

    • News24

    Migranti, Minniti: attivare lavori utili non retribuiti per richiedenti asilo

    Serve «la possibilità di utilizzare i richiedenti asilo per lavori di pubblica utilità, finanziati con fondi europei. Non si creerà una duplicazione nei mercati del lavoro, perché non sarà un lavoro retribuito». Lo ha detto il ministro dell'Interno, Marco Minniti, in audizione alle commissioni

    – di Andrea Gagliardi

    • News24

    Altri 5 hotspot sulle coste italiane

    Arrivano cinque nuovi hot spot sulle coste italiane. Raddoppiano così le strutture post sbarco destinate al controllo dei migranti soccorsi. Oggi sono già operativi a Lampedusa, Taranto, Trapani e Pozzallo, il primo con 500 posti di capienza, gli altri con 400 posti. Ma al ministero dell'Interno,

    – di Marco Ludovico

    • News24

    Rimpatri, ecco il nuovo modello italiano di Cie

    Secondo una ricerca internazionale la colonnina di ricarica sarà una "commodity", come il telefonino. Si prevede un mercato di oltre 7,7 milioni di punti di ricarica entro il 2017 per un valore di 3,3 mld ?. E per venire incontro alle difficoltà di investimento iniziali, una multinazionale regala le colonnine ai clienti.

    – di Marco Ludovico

1-10 di 162 risultati