Persone

Mario Draghi

Mario Draghi è nato il 3 settembre del 1947 a Roma ed è un economista e presidente della Bce.

Ha ricoperto diversi incarichi, tra cui quello di Governatore della Banca d'Italia fino a ottobre 2011. Dal 1 novembre 2011 è presidente della Banca Centrale Europea (la carica dura 8 anni).

Alla nomina a governatore Draghi arriva nel 2006, succedendo al discusso predecessore Antonio Fazio.

Draghi fa anche parte del Consiglio direttivo della Banca centrale europea ed è consigliere della Banca dei regolamenti internazionali. Dal 2006 è anche presidente del Financial Stability Board, un organo internazionale che si occupa della vigilanza sui mercati finanziari per garantirne la stabilità.

Rappresenta inoltre l’Italia in numerosi altri organi internazionali.

Precedentemente, nel 1998, aveva contribuito grandemente al testo unico della finanza, che peraltro porta il suo nome (legge Draghi) e che attua una riforma del sistema finanziario italiano. Dal 1991 al 2001, è stato Direttore generale del Tesoro e dal 1993 al 2001 presidente del comitato per le liberalizzazioni. Tra il 1984 ed il 1990 è stato direttore esecutivo della Banca Mondiale.

Nei diversi anni ha ricoperto incarichi importanti anche in aziende e banche, quali l'IRI, la Banca nazionale del lavoro e l'Eni.

Dal 2002 è stato anche vicepresidente per l'Europa di Goldman Sachs. Prima di approdare a questo genere di incarichi Mario Draghi è stato per diversi anni docente universitario in diverse università, tra cui Venezia e Firenze.

Nel 1976 ha conseguito il dottorato negli Stati Uniti, presso il Massachussets Institute of Technology, dove ha collaborato anche con Franco Modigliani.

Mario Draghi è stimato come grande economista in tutto il mondo, anche in Italia riesce a riscuotere l'approvazione di tutte le forze politiche, economiche e sindacali.

Nel 2011 succede a Jean-Claude Trichet diventando Presidente della Banca centrale europea.

Il 31 dicembre del 2012 è stato nominato uomo dell'anno dai quotidiani inglesi Financial Times e The Times. Il riconoscimento è stato motivato con l'abilità dimostrata da Draghi nel gestire la crisi del debito sovrano europeo, nell'estate del 2012, evitando che la crisi finanziaria in atto contaggiasse le grandi economie come quella spagnola ed italiana.

Il suo nome è legato al lancio del noto "Quantitative easing", provvedimento con cui la la Banca Centrale Europea si è impegnata ad acquistare (dal 22 gennaio del 2015 fino al settembre del 2016) titoli di stato dei paesi dell'Eurozona per un controvalore di 60 miliardi di euro.

Mario Draghi è stato insignito di diversi titoli ed onorificienze:

— Laurea honoris causa in "Scienze statistiche" (Università degli studi di Padova, 18 dicembre 2009);

— Master honoris causa in "Business Administration" (Fondazione CUOA, 18 giugno 2010);

— Laurea honoris causa in "Scienze Politiche e Relazioni Internazionali" (LUISS Guido Carli, 6 maggio 2013);

— Grande Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Roma, 27 dicembre 1991);

— Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Roma, 5 aprile 2000).

E' sposato con Serena dal 1973, dalla loro unione sono nati due figli, Giacomo e Federica.

Ultimo aggiornamento 21 novembre 2016

Ultime notizie su Mario Draghi
    • Econopoly

    Doom loop, la zavorra dei titoli di Stato che affonda le banche. Come se ne esce?

    Non aveva certo sbagliato di tanto la previsione, visto che, circa un anno e mezzo dopo, solo la dichiarazione del suo successore Mario Draghi di apertura incondizionata a fare tutto il necessario per salvare la zona euro riuscì ad evitare il... Da novembre di quell'anno, con l'arrivo del nuovo presidente Draghi, la BCE lanciò un nuovo programma di finanziamento a lungo termine (3 anni), che permetteva alle banche dell'eurozona di rifinanziarsi senza limiti predeterminati presso la banca...

    – Francesco Lenzi

    • News24

    Nelle sale operative della City il «caso BTp» ora preoccupa più di Brexit

    L’uscita di scena di Mario Draghi da un lato e un governo populista euroscettico che non chiederebbe mai aiuto al fondo salva-Stati dall’altro lato sono due fattori che depotenziano le OMTs - gli acquisti di bond della Bce vincolati a un programma di aggiustamento dei conti - dileguandone la portata deterrente.

    – di Isabella Bufacchi

    • News24

    L'inflazione al 2,1% non basta alla Bce per cambiare politica

    In risposta alla domanda sull’inflazione, nell’ultima conferenza stampa il 26 luglio dopo il Consiglio direttivo, il presidente Mario Draghi ha riconosciuto che l’inflazione “headline” era salita al 2% a giugno (oggi al 2,1% per luglio) ma ha poi subito citato lo 0,9% della core - cioè esclusa energia e alimentari - scesa dall’1,1 per cento.

    – di Isabella Bufacchi

    • News24

    Merkel, il sogno della cancelliera: guidare la Commissione Ue (sacrificando Weidmann alla Bce)

    Non sta scritto da nessuna parte che i grandi Paesi abbiano la precedenza assoluta: ma che sia il turno della Germania a ricoprire l’incarico di Mario Draghi dal novembre 2019 è nell’aria a Francoforte. ... A ostacolarne l’ascesa ai piani alti del Main Building potrebbero non essere le solo sue idee, che lo rendono un banchiere centrale come minimo scomodo perché in forte palese discontinuità con l’era Draghi, ma la stessa Angela Merkel.

    – di Isabella Bufacchi

    • News24

    La Bce mantiene la rotta senza trascurare le nubi

    E' questo il messaggio che il presidente Mario Draghi ha offerto ai mercati; un segnale incoraggiante, ma non definitivo, in quanto la Banca centrale europea (Bce) è soddisfatta, ma allo stesso tempo non intende cantar vittoria troppo presto. ... GUARDA IL VIDEO / Draghi: su conti Italiani Bce aspetta i fatti ... Draghi le ha esaminate una a una, mostrandone l’irrilevanza, almeno sulla base delle informazioni oggi disponibili. ... Draghi ha contestualizzato il fenomeno, sottolineando la...

    – di Donato Masciandaro

1-10 di 6878 risultati