Persone

Mario Draghi

Mario Draghi è nato il 3 settembre del 1947 a Roma ed è un economista ed alto funzionario di statura internazionale.

Ha ricoperto diversi incarichi, tra cui quello di Governatore della Banca d'Italia fino a ottobre 2011.

Il 24 giugno 2011 è stata formalizzata la sua investitura alla Presidenza della Banca Centrale Europea a partire dal 1º novembre 2011.

Alla nomina a governatore Draghi arriva nel 2006, succedendo al discusso predecessore Antonio Fazio.

Draghi fa anche parte del Consiglio direttivo della Banca centrale europea ed è consigliere della Banca dei regolamenti internazionali.

Dal 2006 è anche presidente del Financial Stability Board, un organo internazionale che si occupa della vigilanza sui mercati finanziari per garantirne la stabilità.

Rappresenta inoltre l’Italia in numerosi altri organi internazionali.

Precedentemente, nel 1998, aveva contribuito grandemente al testo unico della finanza, che peraltro porta il suo nome (legge Draghi) e che attua una riforma del sistema finanziario italiano.

Dal 1991 al 2001, è stato Direttore generale del Tesoro e dal 1993 al 2001 presidente del comitato per le liberalizzazioni.

Tra il 1984 ed il 1990 è stato direttore esecutivo della Banca Mondiale.

Nei diversi anni ha ricoperto incarichi importanti anche in aziende e banche, quali l'IRI, la Banca nazionale del lavoro e l'Eni.

Dal 2002 è stato anche vicepresidente per l'Europa di Goldman Sachs. Prima di approdare a questo genere di incarichi Mario Draghi è stato per diversi anni docente universitario in diverse università, tra cui Venezia e Firenze.

Nel 1976 ha conseguito il dottorato negli Stati Uniti, presso il Massachussets Institute of Technology, dove ha collaborato anche con Franco Modigliani.

Mario Draghi è stimato come grande economista in tutto il mondo, anche in Italia riesce a riscuotere l'approvazione di tutte le forze politiche, economiche e sindacali.

Nel 2011 succede a Jean-Claude Trichet diventando Presidente della Banca centrale europea.

Il 31 dicembre del 2012 è stato nominato uomo dell'anno dai quotidiani inglesi Financial Times e The Times. Il riconoscimento è stato motivato con l'abilità dimostrata da Draghi nel gestire la crisi del debito sovrano europeo, nell'estate del 2012, evitando che la crisi finanziaria in atto contaggiasse le grandi economie come quella spagnola ed italiana.

Il suo nome è legato al lancio del noto "Quantitative easing", provvedimento con cui la la Banca Centrale Europea si è impegnata ad acquistare (dal 22 gennaio del 2015 fino al settembre del 2016) titoli di stato dei paesi dell'Eurozona per un controvalore di 60 miliardi di euro.

Mario Draghi è stato insignito di diversi titoli ed onorificienze:

— Laurea honoris causa in "Scienze statistiche" (Università degli studi di Padova, 18 dicembre 2009);

— Master honoris causa in "Business Administration" (Fondazione CUOA, 18 giugno 2010);

— Laurea honoris causa in "Scienze Politiche e Relazioni Internazionali" (LUISS Guido Carli, 6 maggio 2013);

— Grande Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Roma, 27 dicembre 1991);

— Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Roma, 5 aprile 2000).

E' sposato con Serena dal 1973, dalla loro unione sono nati due figli, Giacomo e Federica.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Mario Draghi
    • News24

    La prepotente divergenza fra banche europee e Usa. Colpa o no dei tassi?

    Secondo il presidente della Bce, Mario Draghi, che ne ha parlato giusto ieri durante una conferenza organizzata dallo European Systemic Risk Board, la risposta può fare male a qualcuno ma è questa: l'area dell'euro ha troppe banche. ... Draghi ha pertanto respinto le accuse che vengono rivolte alla Bce dal settore bancario, secondo cui i bassi tassi d'interesse e soprattutto i tassi negativi applicati ai depositi delle banche presso la Bce stessa, comprimono i margini d'interesse e quindi la...

    – a cura di Alberto Annicchiarico

    • News24

    L'elefante tedesco e la «cura» mancata

    Dopo le polemiche sul problema dei crediti deteriorati dei Paesi periferici, ieri Mario Draghi ha detto che abbiamo un problema di capacità produttiva in eccesso e che ci sono ancora troppe banche.

    – di Marco Onado

    • News24

    Ecco perché le banche hanno perso redditività

    Non poteva essere più esplicito di così Mario Draghi a segnalare uno dei vizi che tendono a comprimere la redditività dell'industria bancaria.

    – di Fabio Pavesi

    • News24

    Ecco quanto fanno risparmiare all'Italia i tassi a zero della Bce

    Sicuramente il calo dirompente dei rendimenti dei titoli di Stato, dovuto prima al what-ever-it takes di Mario Draghi a metà del 2012 e poi dalla QE della Bce dalla fine del 2014 (e in maniera minore grazie al ritorno della crescita, alle politiche di risanamento dei conti pubblici e al programma di riforme strutturali del Governo Renzi), ha fatto crollare in questi ultimi tre anni il costo medio alla raccolta del Tesoro italiano (allo 0,50% nei primi otto mesi di quest'anno, un record...

    – di Isabella Bufacchi

    • News24

    Ciampi, a Roma l'ultimo saluto

    In chiesa anche il presidente della Bce Mario Draghi, il presidente della Corte Costituzionale Paolo Grossi, il ministro Pier Carlo Padoan, il presidente della Bnl, Luigi Abete, l'imprenditore ed ex presidente della Figc Giancarlo Abete, ma anche Carlo De Benedetti, Vittorio Grilli, Cesare Geronzi, Franco Bassanini.

    – Nicoletta Cottone

1-10 di 6080 risultati