Persone

Margaret Thatcher

Margaret Thatcher, nata Margaret Hilda Roberts, è stata per undici anni primo ministro del Regno Unito e una delle donne più importanti e influenti del mondo.

In Parlamento era entrata nel 1959 dopo due tentativi falliti nel 1950 e 1951 e, prima di diventare primo ministro, Margaret Thatcher ha guidato il partito conservatore a partire dal 1975.

È stata l'unica donna ad essere eletta primo ministro inglese, carica che ha ricoperto peraltro per tre mandati consecutivi. È rimasta al numero 10 di Downing Street dal 1979 al 1990, quando si è dovuta dimettere dall'incarico per contrasti interni al partito conservatore.

Alcune vicende hanno contraddistinto il lungo periodo del governo Thatcher: sul fronte internazionale, si ricorda la Guerra delle Isole Falkland (Malvinas), territori inglesi in Atlantico rivendicati ed occupati militarmente dall’Argentina; con un'azione bellica le isole furono rapidamente riconquistate. Sul fronte interno si possono evidenziare la rigidità sulla questione dell'Irlanda del Nord e il costante scontro con i sindacati che ha portato, tra il 1983 ed il 1987, imponenti ondate di scioperi i quali però non hanno ottenuto lo scopo di modificare la politica economica liberista di Margaret Thatcher.

Una delle cause del declino politico della Thatcher è stata l'impopolarità generata dalla poll tax, un'imposta individuale a cifra fissa. Nonostante le proteste e gli scioperi fiscali scatenati dalla sua introduzione, Margaret Thatcher non aveva desistito alienandosi le simpatie di molti anche all'interno del proprio partito. La risolutezza e rigidità che ha mostrato in questa e nelle precedenti vicende politiche le hanno fatto guadagnare il soprannome di "Lady di ferro".

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Margaret Thatcher
    • News24

    Paradosso Macron: un leader amato da molti ma senza alleati nel mondo

    Pochi leader internazionali fanno bella figura come Emmanuel Macron. Meno di due settimane fa, il presidente francese ha ricevuto un'ovazione dal Congresso degli Stati Uniti. Pochi giorni prima il Parlamento europeo gliene aveva riservata un'altra.

    – di Gideon Rachman

    • Agora

    La "mediocrazia" ci ha travolti, così i mediocri hanno preso il potere

    Una «rivoluzione anestetizzante» si è compiuta silenziosamente sotto i nostri occhi ma noi non ce ne siamo quasi accorti: la "mediocrazia" ci ha travolti. I mediocri sono entrati nella stanza dei bottoni e ci spingono a essere come loro, un po' come gli alieni del film di Don Siegel "L'invasione degli ultracorpi". Ricordate? "Mediocrazia" è il titolo dell'ultimo libro del filosofo canadese Alain Deneault, docente di scienze politiche all'università di Montreal. Il lavoro ("La Mediocratie", Lux E...

    – Angelo Mincuzzi

    • News24

    Quel che Sturzo insegnò alla Thatcher

    Il possibile confronto tra Luigi Sturzo e Margaret Thatcher potrebbe sembrare bizzarro, eppure rappresenta uno degli esempi più interessanti di come le idee non abbiano confini. A torto o a ragione, l'esperienza del thatcherismo viene spesso identificata con il materialismo e la mancanza di valori.

    – di Antonio Masala e Flavio Felice

    • News24

    Classico strapotere maschilista

    In una scena dell'Odissea, Telemaco, il figlio del naufrago Ulisse, redarguisce la madre, Penelope - per una ragione triviale. Stanca di sentire canti sui tempestosi ritorni degli eroi Greci dalla guerra di Troia e di soffrire al pensiero del marito ancora lontano da Itaca, Penelope scende nella

    – di Mario Telò

    • Agora

    Londra invasa dai grattacieli fantasma

    Il mondo delle costruzioni spesso si trova in contro-tempo con il ciclo economico, data la lentezza della realizzazione degli edifici, in particolare quelli di grandi dimensioni. Normalmente, i costruttori si danno da fare quando il ciclo diventa positivo ma, tra permessi, progettazione e realizzazione, l'opera viene completata solo anni dopo, quando il ciclo entra in declino. Un caso da manuale a Londra fu il grande centro direzionale di Canary Wharf, avviato a fine degli anni '80 durante il bo...

    – Marco Niada

    • Agora

    Tagli fiscali e tassi bassi, l'operazione nostalgia di Trump per tornare a Ronald Reagan

    Trump è sulle orme di  Ronald Reagan e Margaret Thatcher? Con un colpo d'ala - poco prima di partire per l'Asia che è il nuovo scenario di riferimento politico e militare per gli Usa che hanno relegato l'Europa con le sue convulsioni secessioniste (catalane e britanniche) in secondo piano - il presidente americano cerca di dare un senso alla sua politica monetaria e di bilancio guardando indietro agli anni 80 e cercando ispirazione nelle scelte di Reagan e la Thatcher. Trump vara con i repubblic...

    – Vittorio Da Rold

    • NovaCento

    Contrattazione collettiva e produttività del lavoro: una lettura in chiave di sostenibilità

    Dai risultati della ricerca "Bargaining for Productivity" emerge un tema che rappresenta la possibile chiave di lettura dei problemi che attengono al rapporto tra regole, contrattazione collettiva e produttività del lavoro. E' il tema della sostenibilità del lavoro. Impiegata nell'ambito del diritto delle relazioni industriali, la nozione di sostenibilità evoca l'idea del bilanciamento e della proporzionalità tra i diversi interessi sottesi al contratto e al rapporto di lavoro, arricchita della ...

    – ADAPT

    • News24

    «Così il museo entra nella società»

    E' una missione che per questa bocconiana mancata - alle stanze del business preferì le sale dei musei - oggi ha trovato nuovo, urgente impeto all'ombra della grande crisi del 2008 e dei suoi postumi. Di una debacle, è convinta, che può essere trasformata in occasione preziosa per dimostrare come la

    – di Marco Valsania

    • News24

    Il mito del Grande uomo

    «La storia universale, la storia di quanto l'uomo ha compiuto in questo mondo altro non è, in sostanza, se non la storia dei grandi uomini che hanno operato quaggiù. Furono questi Grandi, i condottieri dell'umanità; gli ispiratori, i campioni e, in un senso vasto, gli artefici di tutto quello che

    – di Emilio Gentile

    • News24

    Da Brexit alla Catalogna. L'illusione che il voto popolare risolva tutto

    La maggior parte delle nazioni di oggi è nata dalla dissoluzione di imperi. I nazionalismi minacciano adesso la dissoluzione degli Stati. Il movimento per l'indipendenza in Catalogna rappresenta lo scontro fra ciò che sembra una ragionevole richiesta di autodeterminazione nazionale e la sovranità

    – di Philip Stephens

1-10 di 483 risultati