Persone

Marcello Dell'Utri

Marcello Dell'Utri è un politico italiano. Senatore della Repubblica nelle fila del Popolo della Libertà, è un collaboratore di Silvio Berlusconi: è stato suo socio in Publitalia '80, dirigente Fininvest e cofondatore di Forza Italia.

Marcello Dell'Utri si è laureato in Giurisprudenza a Milano, dove nel 1954 ha iniziato a lavorare come segretario di Silvio Berlusconi. Dal 1965 a Roma ha diretto il Gruppo Sportivo Elis e due anni più tardi a Palermo l'Athletic Club Bacigalupo. Nel 1970 è entrato nella Cassa di Risparmio delle province siciliane a Catania. Successivamente è stato nominato Direttore generale della Sicilcassa a Palermo. Nel 1974 è tornato a Milano per lavorare all'Edilnord di Silvio Berlusconi. Dimessosi nel 1977 Dell'Utri è passato alla Inim di Filippo Alberto Rapisarda. Nel 1982 è stato nominato dirigente in Publitalia '80, dove fino al 1995, ha rivestito anche le cariche di Presidente e Amministratore Delegato. Dal 1984 è stato anche amministratore delegato del gruppo Fininvest. Con la fondazione di Forza Italia, Marcello dell’Utri ha intrapreso la carriera politica: nel 1996 è diventato deputato al Parlamento italiano, dal 1999 parlamentare europeo e nelle elezioni politiche del 2001 è stato eletto Senatore della Repubblica. Nel 2008 si è ricandidato ed è stato confermato nel Pdl.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Marcello Dell'Utri
    • News24

    No dei giudici: Dell'Utri resta in carcere

    Il tribunale di sorveglianza di Roma ha respinto la richiesta di sospensione della pena presentata dai legali dell'ex senatore di Forza Italia Marcello Dell'Utri che sconta una condanna a 7 anni per concorso in associazione mafiosa. La richiesta (la seconda in un anno) era stata avanzata dai legali

    • News24

    Cassazione, Dell'Utri: no alla liberazione anticipata

    Marcello Dell'Utri non ha diritto a usufruire del beneficio della liberazione anticipata per la "gravità" del reato commesso, in concorso esterno in associazione mafiosa. Lo sottolinea la Cassazione, che ha giudicato corretto il 'no' alla scarcerazione deciso il 14 febbraio 2017 dal tribunale di

    • News24

    Il «paradosso» temporale di Contrada

    Ancora una volta il caso Contrada. Ancora una volta il concorso in associazione mafiosa. La decisione della Corte di cassazione, per ora nota solo nel dispositivo, e sarà invece assai interessante leggere le motivazioni con le quali si chiude (?) una vicenda che ha appassionato l'opinione pubblica

    – di Giovanni Negri

    • News24

    Il boss Graviano parla: cosa c'è dietro le sue «rivelazioni»

    In una situazione in cui cercare punti fermi equivale a scovare l'ago in un pagliaio, l'unica certezza è che il boss di Cosa nostra Giuseppe Graviano - che tra febbraio 2016 e aprile 2017 si è lasciato andare a confidenze con il compagno di carcere ad Ascoli Umberto Adinolfi sui suoi rapporti

    – di Roberto Galullo

    • News24

    Ingroia, dall'antimafia alla politica sempre sotto i riflettori

    Il suo nome resterà legato all'inchiesta e al processo sulla trattativa Stato- Mafia, in magistratura dal 1987, Antonio Ingroia è stato a lungo uno dei nomi più esposti, anche mediaticamente, della Procura di Palermo. Considerato per sua stessa definizione un allievo di Paolo Borsellino, ha

    – di Serena Uccello

    • News24

    Inchiesta P3, chiesta la condanna per Verdini e altri 17

    Chiesti quattro anni di carcere per il senatore Denis Verdini: il processo sulla presunta associazione massonica P3, il cui presunto obiettivo era di «condizionare le scelte dello Stato», entra nel vivo.

    – Ivan Cimmarusti

    • News24

    Dell'Utri, difficile revisione della condanna

    E' tutta in salita, e dall'esito non scontato, nonostante la sentenza della Corte di Strasburgo sull'ex funzionario del Sisde Bruno Contrada, la strada giudiziaria per la "revisione" della condanna a sette anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa che ha intrapreso l'ex

1-10 di 315 risultati