Persone

Manes Bernardini

Manes Bernardini, nato a Casalecchio di Reno, Bologna, il 3 luglio 1972, è avvocato con specializzazione in diritto dei consumatori e candidato a sindaco di Bologna per la Lega Nord, partito nel quale milita da vent’anni.

Attualmente è consigliere alla regione Emilia Romagna e consigliere comunale di Porretta Terme. È stato anche consigliere comunale a Bologna fino al 2010. In quell’anno è diventato il primo consigliere regionale leghista di Bologna, facendo incetta di preferenze grazie a una radicata presenza nel suo territorio di residenza, Casalecchio. Ma questo non è il solo primato, infatti è stato anche il primo consigliere comunale della Lega Nord nell’Appennino bolognese, a Porretta Terme dal 1998 al 2009.

Particolarmente interessante la battaglia vinta quando, giovane segretario locale, fra il 2007 e il 2008 ha impedito a Sergio Cofferati, allora sindaco di Bologna, di costruire la più grande moschea del nord Italia.

La bagarre per la candidatura a sindaco lo ha visto protagonista del braccio di ferro fra Pdl e Lega. All’inizio, infatti, sembrava non esserci spazio per un uomo del Carroccio, invece il giovane politico, che alla fine è riuscito a ottenere il consenso del Pdl, pare essere il volto giusto per la storica candidatura leghista. Tanto che, a dargli man forte nella città delle due torri, è prevista anche la presenza di Umberto Bossi

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Manes Bernardini
    • News24

    Merola primo con 40mila voti in meno rispetto a 5 anni fa

    Bologna - Ha perso quasi 40mila voti il Pd nella rossa Bologna, ha perso appeal la politica tout court, che si deve accontentare di uno scarso 60% di elettori andati alle urne (meno della media nazionale e ben lontano dal 71,4% delle precedenti amministrative) e di una sensazione generale di

    – Ilaria Vesentini

    • News24

    Campagna in sordina, per il bis di Merola solo il dubbio ballottaggio

    La campagna elettorale bolognese ha raggiunto quest'anno il punto più sbiadito degli ultimi decenni. Colpa sicuramente della certezza con cui si preannuncia da mesi il bis dell'attuale primo cittadino Virginio Merola (Pd), dato per scontato dallo stesso premier Renzi già a metà aprile scorso,

    – Ilaria Vesentini

    • News24

    Bologna

    Passante in attesa del progetto preliminareSalutato a metà aprile come l'intervento risolutivo che avrebbe messo fine a vent'anni di polemiche sul tracciato autostradale a nord della città, il Passante di mezzo (un ampliamento di compromesso tra tangenziale e autostrada) è diventato una miccia

    • News24

    Campagna elettorale al gran finale: le sfide cruciali nelle grandi città

    Oggi gran finale di campagna elettorale nelle 1.342 città in cui domenica oltre 13 milioni di italiani sono chiamati al voto. I riflettori, si sa, sono puntati su Roma, Milano, Napoli, Torino e Bologna. Perché anche se il premier Matteo Renzi e la ministra Maria Elena Boschi hanno ripetuto in più

    – Manuela Perrone

    • News24

    Elezioni amministrative, alleanze a geometrie variabili

    Centrodestra e centrosinistra si presentano in ordine sparso alle amministrative di giugno. Con alleanze a geometria variabile nelle varie realtà locali. E una tendenza alla frammentazione. Così l'assetto unitario di Milano rappresenta per il centrodestra (Lega, Forza Italia e Fratelli di Italia)

    – Andrea Gagliardi

    • News24

    Milano ultimo baluardo delle alleanze storiche

    Coalizioni fr antumate, alleanze variabili che non rispecchiano per nulla gli equilibri in Parlamento. Le amministrative del 5 giugno, che hanno sotto la lente soprattutto le grandi città di Roma, Milano, Napoli, Torino e Bologna, sono un vero e proprio risiko. Reso ancora più complicato dal

    – Andrea Marini

1-10 di 42 risultati