Persone

Malala Yousafzai

Malala Yousafzai è nata il 12 luglio del 1997 a Mingora (Pakistan) ed è un'attivista pakistana.

È la più giovane vincitrice del Premio Nobel per la pace, attribuitole nel 2014.

Appena undicenne, è diventata famosa per aver curato per conto della BBC, un blog in cui documentava le ingiustizie perpetrate dal regime talebano contro i diritti delle donne e l'assedio militare imposto, sempre dai talebani, nel distretto dello Swat.

A causa dellle sue battaglie nel 2012 ha subito un grave attentato, che le stava per costare la vita.

Nel 2013 le è stato attribuito il Premio Sakharov per la libertà di pensiero, consegnatole dal presidente del Parlamento europeo Martin Schulz, in occasione della sessione plenaria tenutasi a Strasburgo il 20 novembre del 2013.

Il 10 ottobre del 2014 le è stato conferito, assieme all'attivista indiano Kailash Satyarthi, il premio Nobel per la pace, rendendola, con i suoi 17 anni di età, la più giovane vincitrice di sempre dell'ambito riconoscimento internazionale.

Il 25 settembre del 2015 è diventata, insieme ad insigni personatità del mondo artistico, politico, scientifico e della cultura, testimonial della campagna "The Global Goals", che vede i principali leaders del mondo impegniarsi nel raggiungere, entro il 2030, 17 ambiziosi obiettivi globali, tra i quali l'eliminazione della povertà estrema, l'abbattimento della disuguaglianza e delle ingiustizie e la sistemazione dei cambiamenti climatici.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Malala Yousafzai
    • News24

    G7 Università, pronto il Manifesto. «Diffondere formazione e mobilità»

    A Malala Yousafzai, premio Nobel per la pace 2014, «per l'impegno a favore del diritto delle bambine ad andare a scuola, esempio di coraggio, determinazione e consapevolezza che solo sul sapere si fonda il diritto all'uguaglianza e la costruzione di un futuro sostenibile e migliore».

    – di Nicola Barone

    • News24

    Bambine, siate ribelli: farete le scienziate

    Sapete cosa vuol dire crowdfunding (si pronuncia "craudfanding" più o meno)? Se lo chiedete al vostro maestro di inglese, vi spiegherà che è il modo di raccogliere tanti soldi attraverso internet per realizzare una buona - e costosa - idea. Elena Favilli e Francesca Cavallo, due italiane che vivono

    – di Eliana Di Caro

    • News24

    In Brasile la via della ripresa passa dal boom delle start-up

    Nel sudest del Brasile, accanto a un lago artificiale, sorge una chiesa modernista ricoperta di piastrelle blu, uno dei primi capolavori di Oscar Niemeyer per i quali va famosa Pampulha. Quest'anno il progetto del 1940 di Brasilia dell'architetto è diventato patrimonio mondiale dell'Unesco. Questo

    – di Maya Jaggi

    • News24

    Le vite che animano la Storia

    Ci sono parole che andrebbero messe a tacere e altre che avrebbero bisogno di un lungo periodo di silenzio prima di tornare a circolare. Ricordo che qualche tempo fa, su «la Repubblica», Guido Ceronetti ne fece un gustosissimo e dettagliatissimo elenco. Lo stesso si potrebbe fare per certe

    – di Massimo Bucciantini

    • News24

    «Progettavano attentati»: tre fermati in Italia

    Volevano colpire dove c'era più folla. Un atto terroristico al Colosseo e al Circo Massimo a Roma, ma anche nel porto di Bari e sul Thames Cable car, una cabinovia di Londra che attraversa il Tamigi. Sono alcuni degli obiettivi presunti della «cellula jihadista» radicata in Puglia, bloccata dagli

    – Ivan Cimmarusti

    • News24

    Pakistan, la rivendicazione dei talebani: «I cristiani sono nostri obiettivi»

    Jamaat-ul-Ahrar, una fazione dei talebani pachistani, ha rivendicato l'attentato avvenuto ieri in un parco giochi di Lahore in Pakistan e costato la vita ad almeno 72 persone. «Abbiamo commesso l'attentato di Lahore perché i cristiani sono un nostro obbiettivo, e faremo altri attentati di questo

1-10 di 34 risultati