Persone

Malala Yousafzai

Malala Yousafzai è nata il 12 luglio del 1997 a Mingora (Pakistan) ed è un'attivista pakistana.

È la più giovane vincitrice del Premio Nobel per la pace, attribuitole nel 2014.

Appena undicenne, è diventata famosa per aver curato per conto della BBC, un blog in cui documentava le ingiustizie perpetrate dal regime talebano contro i diritti delle donne e l'assedio militare imposto, sempre dai talebani, nel distretto dello Swat.

A causa dellle sue battaglie nel 2012 ha subito un grave attentato, che le stava per costare la vita.

Nel 2013 le è stato attribuito il Premio Sakharov per la libertà di pensiero, consegnatole dal presidente del Parlamento europeo Martin Schulz, in occasione della sessione plenaria tenutasi a Strasburgo il 20 novembre del 2013.

Il 10 ottobre del 2014 le è stato conferito, assieme all'attivista indiano Kailash Satyarthi, il premio Nobel per la pace, rendendola, con i suoi 17 anni di età, la più giovane vincitrice di sempre dell'ambito riconoscimento internazionale.

Il 25 settembre del 2015 è diventata, insieme ad insigni personatità del mondo artistico, politico, scientifico e della cultura, testimonial della campagna "The Global Goals", che vede i principali leaders del mondo impegniarsi nel raggiungere, entro il 2030, 17 ambiziosi obiettivi globali, tra i quali l'eliminazione della povertà estrema, l'abbattimento della disuguaglianza e delle ingiustizie e la sistemazione dei cambiamenti climatici.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Malala Yousafzai
    • News24

    Bambine, siate ribelli: farete le scienziate

    Sapete cosa vuol dire crowdfunding (si pronuncia "craudfanding" più o meno)? Se lo chiedete al vostro maestro di inglese, vi spiegherà che è il modo di raccogliere tanti soldi attraverso internet per realizzare una buona - e costosa - idea. Elena Favilli e Francesca Cavallo, due italiane che vivono

    – di Eliana Di Caro

    • News24

    In Brasile la via della ripresa passa dal boom delle start-up

    Nel sudest del Brasile, accanto a un lago artificiale, sorge una chiesa modernista ricoperta di piastrelle blu, uno dei primi capolavori di Oscar Niemeyer per i quali va famosa Pampulha. Quest'anno il progetto del 1940 di Brasilia dell'architetto è diventato patrimonio mondiale dell'Unesco. Questo

    – di Maya Jaggi

    • News24

    Le vite che animano la Storia

    Ci sono parole che andrebbero messe a tacere e altre che avrebbero bisogno di un lungo periodo di silenzio prima di tornare a circolare. Ricordo che qualche tempo fa, su «la Repubblica», Guido Ceronetti ne fece un gustosissimo e dettagliatissimo elenco. Lo stesso si potrebbe fare per certe

    – di Massimo Bucciantini

    • News24

    «Progettavano attentati»: tre fermati in Italia

    Volevano colpire dove c'era più folla. Un atto terroristico al Colosseo e al Circo Massimo a Roma, ma anche nel porto di Bari e sul Thames Cable car, una cabinovia di Londra che attraversa il Tamigi. Sono alcuni degli obiettivi presunti della «cellula jihadista» radicata in Puglia, bloccata dagli

    – Ivan Cimmarusti

    • News24

    Pakistan, la rivendicazione dei talebani: «I cristiani sono nostri obiettivi»

    Jamaat-ul-Ahrar, una fazione dei talebani pachistani, ha rivendicato l'attentato avvenuto ieri in un parco giochi di Lahore in Pakistan e costato la vita ad almeno 72 persone. «Abbiamo commesso l'attentato di Lahore perché i cristiani sono un nostro obbiettivo, e faremo altri attentati di questo

    • News24

    Usa, incriminato il killer di Charleston: «Volevo una guerra razziale»

    NEW YORK - Nove omicidi per dichiarare una guerra razziale. Dylan Roof è stato formalmente incriminato, un reato per ciascuna vittima, per l'assassinio di nove afroamericani riuniti in preghiera in una della più antiche chiese "nere" statunitensi, nel cuore di Charleston. Una chiesa, la Emanuel

    – Marco Valsania

1-10 di 33 risultati