Aziende

Luxottica

Luxottica è un'azienda che si occupa di occhiali, fondata dall'imprenditore Leonardo Del Vecchio.

Leonardo del Vecchio è nato a Milano ma per fondare Luxottica ha deciso di spostarsi ad Agordo, in provincia di Belluno. Luxottica s.a.s. inizialmente produceva semilavorati per altri produttori che poi assemblavano gli occhiali finiti.

Nel 1967 Del Vecchio decide di non limitarsi più alla produzione di parti per conto terzi ma di produrre gli occhiali completi, con il marchio Luxottica. La scelta è indovinata e le attività vanno molto bene, tanto che nel 1971 decide di dedicarsi unicamente alla produzione di occhiali finiti. Sempre nel 1971 Luxottica si presenta alla fiera di settore MIDO di Milano, ottenendo un grande successo.

Luxottica è oggi una delle più grandi aziende al mondo per gli occhiali di lusso e da sole, e produce montature per marchi quali Ray-Ban, Vogue, Prada e Chanel. Dal 1990 Luxottica è quotata in borsa a New York, e dal 2003 a Milano, dove è entrata a far parte dei titoli a maggior capitalizzazione.

Pur essendo quotata in borsa, Luxottica rimane saldamente in mano al suo fondatore, Leonardo Del Vecchio, che possiede il pacchetto di controllo del capitale. Negli anni Luxottica ha operato importanti acquisizioni, tra cui quella di Ray-Ban e Oakley, che l'hanno portata ad essere leader di mercato.

Il modello di business di Luxottica è originale e basato sull'integrazione verticale: circa il 90% del processo produttivo è completato internamente. Inoltre Luxottica ha un forte radicamento con il territorio, tanto che in tempi di delocalizzazione alcune attività produttive sono state spostate in controtendenza dall'estero alle sedi italiane.

Il 16 gennaio 2017 Luxottica ha annunciato la fusione da 50 miliardi di euro con la francese Essilor, leader mondiale delle lenti da vista. Le due società diventano un colosso dell'occhialeria con più di 140.000 dipendenti e vendite in oltre 150 Paesi.

Ultimo aggiornamento 16 gennaio 2017

Ultime notizie su Luxottica
    • News24

    A Leonardo Del Vecchio maxi cedola da 60 milioni dalla cassaforte Delfin

    Le riserve della holding, che controlla il 62,5% di Luxottica, nell'insieme sfiorano i 3 miliardi di euro: a fine 2017 erano infatti pari a 2,97 miliardi, in crescita dai 2,65 miliardi del 2016. ... Oltre a Luxottica, Delfin controlla - spiega la relazione - il 100% delle italiane Porto San Rocco Marina Resort e Partimmo e delle lussemburghesi Delfin Finance, Immochapelle, Vast Gain Group, Aterno e Dfr Investment.

    – di Giuliana Licini

    • News24

    Boccia: dialogo con il Governo, daremo messaggi forti e chiari

    Infine, dopo la decisione di Luxottica di uscire dalle territoriali di Confindustria Boccia avrebbe intenzione di aprire un dibattito interno su come fielizzare le aziede, con servizi e rappresentanza percepiti in modo più efficiente».

    – di Nicoletta Picchio

    • News24

    Piazza Affari, il contratto M5S-Lega fa crollare Mps. Si allenta lo spread

    Alla fine di una seduta segnata da continui cambi di passo e oscillazioni attorno alla parità, Milano ha terminato in modesto rialzo (+0,29%), con la performance peggiore in Europa. Positive infatti le altre piazze principali, con Parigi a +0,98% (al livello più alto dal 28 dicembre 2007),

    – di A. Fontana e S.Arcudi

    • News24

    Balza l'utile della Delfin di Del Vecchio: + 41% nel 2016 a 777,7 milioni

    Utile consolidato in crescita del 41% nel 2016 per il gruppo Delfin della famiglia Del Vecchio. Come riporta la relazione depositata in Lussemburgo oggi e approvata alla fine dello scorso anno - e visionata da Radiocor - il risultato netto di competenza nel 2016 è stato di 777,7 milioni di euro

    – di Giuliana Licini

    • News24

    Eataly flirta con Alibaba per andare alla conquista della Cina

    Uno è il colosso cinese dell'ecommerce, e anche la più grande banca on line del mondo. L'altro è una boutique del cibo di qualità. Eppure, Alibaba e Eataly, per quanto distanti concettualmente e geograficamente, si stanno parlando: il «mercato» italiano (la definizione di "supermercato di lusso" in

    – di Simone Filippetti

    • News24

    Shenzhen, la città dei brevetti che spaventa gli Stati Uniti

    All'inizio degli anni Novanta la Zte costruiva giocattoli per finanziare i suoi primi telefoni. Oggi è quotata a Hong Kong e Shenzhen, fattura l'equivalente di 14 miliardi di euro, con 85mila dipendenti, sedi in giro per il mondo e una posizione nel mercato delle realizzazioni delle reti mobili

    – dal nostro inviato Andrea Biondi

    • News24

    Salini Impregilo, addio a Piazza Affari per andare a Wall Street?

    Salini Impregilo razionalizza le attivitàò negli Stati Uniti e punta a crescere nel mercato che vale per il gruppo il 26% del fatturato annuo. Il colosso italiano delle grandi opere ha messo in vendita la divisione "asfalto" di Lane, controllata americana. Advisor finanziario scelto per valutare le

    – di Simone Filippetti

    • News24

    Euro sotto 1,21 dollari spinge le Borse europee. A Milano brilla Tenaris

    L'euro debole alla vigilia della pausa del Primo Maggio ha sostenuto le piazze finanziarie europee, tutte in territorio positivo, mentre sullo sfondo resta il timore dei dazi e Milano fa i conti con le incertezze sulla situazione politica e il voto anticipato che si fa di nuovo strada (l'ipotesi

    – di A. Fontana e E. Miele

1-10 di 1336 risultati