Aziende

Luxottica

Luxottica è un'azienda che si occupa di occhiali, fondata dall'imprenditore Leonardo Del Vecchio.

Leonardo del Vecchio è nato a Milano ma per fondare Luxottica ha deciso di spostarsi ad Agordo, in provincia di Belluno. Luxottica s.a.s. inizialmente produceva semilavorati per altri produttori che poi assemblavano gli occhiali finiti.

Nel 1967 Del Vecchio decide di non limitarsi più alla produzione di parti per conto terzi ma di produrre gli occhiali completi, con il marchio Luxottica. La scelta è indovinata e le attività vanno molto bene, tanto che nel 1971 decide di dedicarsi unicamente alla produzione di occhiali finiti. Sempre nel 1971 Luxottica si presenta alla fiera di settore MIDO di Milano, ottenendo un grande successo.

Luxottica è oggi una delle più grandi aziende al mondo per gli occhiali di lusso e da sole, e produce montature per marchi quali Ray-Ban, Vogue, Prada e Chanel. Dal 1990 Luxottica è quotata in borsa a New York, e dal 2003 a Milano, dove è entrata a far parte dei titoli a maggior capitalizzazione.

Pur essendo quotata in borsa, Luxottica rimane saldamente in mano al suo fondatore, Leonardo Del Vecchio, che possiede il pacchetto di controllo del capitale. Negli anni Luxottica ha operato importanti acquisizioni, tra cui quella di Ray-Ban e Oakley, che l'hanno portata ad essere leader di mercato.

Il modello di business di Luxottica è originale e basato sull'integrazione verticale: circa il 90% del processo produttivo è completato internamente. Inoltre Luxottica ha un forte radicamento con il territorio, tanto che in tempi di delocalizzazione alcune attività produttive sono state spostate in controtendenza dall'estero alle sedi italiane.

Il 16 gennaio 2017 Luxottica ha annunciato la fusione da 50 miliardi di euro con la francese Essilor, leader mondiale delle lenti da vista. Le due società diventano un colosso dell'occhialeria con più di 140.000 dipendenti e vendite in oltre 150 Paesi.

Ultimo aggiornamento 16 gennaio 2017

Ultime notizie su Luxottica
    • News24

    Miliardari, Zuckerberg supera Buffett. Sei Paperoni su 10 lavorano nel tech

    Per trovare degli italiani bisogna spingersi fino alla posizione 31 e 32: rispettivamente, Leonardo Del Vecchio (Luxottica, 23,5 miliardi di dollari) e Giovanni Ferrero (amministratore delegato del gruppo dell'alimentare fondato dal padre Michele, 23,1 miliardi di dollari).

    • News24

    Il mix dazi-Germania pesa sulle Borse. A Piazza Affari (-0,9%) Recordati ko

    Borse europee negative nella prima seduta del secondo semestre 2018 (qui i principali indici). I listini sono stati penalizzati dai persistenti timori di guerra commerciale in seguito alla politica dei dazi statunitensi, nonché dalle incertezze sulla situazione politica in Germania alla luce dello

    – di A. Fontana e P. Paronetto

    • News24

    Fusioni e acquisizioni, chiuse operazioni per 31,5 miliardi

    Il mercato M&A italiano nel primo semestre del 2018 ha registrato 333 operazioni per oltre 31,5 miliardi di euro di valore. Si tratta di un significativo incremento rispetto al dato relativo al primo semestre 2017, quando ci si era fermati a 17 miliardi con un numero di operazioni superiore di

    – di Carlo Festa

    • News24

    I dazi auto spaventano l'Europa. Piazza Affari chiude a -2%. Spread in risalita a 243

    I dazi americani colpiscono ancora, questa volta il settore auto, e mandano ko tutte le Borse europee con Milano che chiude maglia nera del Vecchio Continente a -2% mentre lo spread risale a 243 punti base e Wall Street viaggia in ribasso. In attesa che domani entrino in vigore i "contro-dazi"

    – di Cheo Condina

    • News24

    Ieo, ok del board al piano industriale Del Vecchio sonda i soci sull'aumento

    Il consiglio di amministrazione dell'Istituto europeo di oncologia approva il piano industriale quinquennale, mentre Leonardo Del Vecchio e UniCredit sondano i grandi azionisti su ulteriori progetti di sviluppo e rafforzamento del complesso ospedaliero, nell'ordine di 500 milioni di euro e per

    – di Marigia Mangano

    • News24

    Borse, la guerra dei dazi agita anche l'Europa. Piazza Affari -0,4%

    Chiusura debole per le Borse europee (vedi qui il loro andamento), ancora penalizzate dai timori di una guerra commerciale, dopo che venerdì scorso il presidente americano, Donald Trump, ha annunciato dazi per 50 miliardi di dollari su prodotti cinesi. Mossa che ha provocato un'immediata replica da

    – di Eleonora Micheli

    • News24

    Essilorluxottica, prima assemblea dei soci il 25 luglio

    L'integrazione fra Essilor e Luxottica Group entra nel vivo, anche nel calendario ufficiale degli impegni. Il gruppo francese, infatti, ha comunicato ieri che il consiglio di amministrazione ha stabilito la data della prima assemblea comune dei due gruppi: il prossimo 25 luglio. Decisione presa in

    – di Monica D'Ascenzo

    • News24

    Tra i giganti dell'e-commerce irrompono gli emergenti

    C'è Tiki, per il mercato vietnamita. Qoo10 per chi punta sui ricchi consumatori globali di Singapore. Shopee opera in tutta l'Asia, ma lo fa prevalentemente via telefonino. Mentre Takealot è il più popolare in Sudafrica. Dimenticatevi i giganti come Amazon o Alibaba: i mercati emergenti pullulano

    – di Micaela Cappellini

1-10 di 1349 risultati