Ultime notizie:

Lorenzo Cavalieri

    • News24

    Le responsabilità verso l'azienda «analgesico» per il mal di lavoro

    Parliamo spessissimo di responsabilità dell'azienda nei confronti del lavoratore: retribuzione, benefit, rispetto della vita privata, riconoscimento dei risultati, welfare, formazione, aiuto logistico, attenzione allo stress e al bisogno di nuovi stimoli. La letteratura manageriale degli ultimi

    – di Lorenzo Cavalieri *

    • News24

    Il tabù del licenziamento e i troppi errori commessi dai protagonisti

    Nel mondo del lavoro liquido del terzo millennio resiste la mentalità del posto fisso. Uno degli ultimi tabù da sfatare è quello del licenziamento. Nella nostra cultura del lavoro il licenziamento resta il male assoluto: in una prospettiva sociale rappresenta il potere violento e cinico del

    – di Lorenzo Cavalieri *

    • News24

    Così le carriere tradizionali si trasformano in percorsi tortuosi

    La carriera è una strada per i carri. E' segnata ed è sufficientemente spaziosa. E' una pista, qualcuno l'ha disegnata per noi. Si cammina, con fatica, ma si ha comunque la sicurezza che facendo le cose per bene, seguendo il tragitto, restando negli argini si arriva in vetta. Per questo motivo oggi

    – di Lorenzo Cavalieri *

    • News24

    Nuovo lavoro? Per prima cosa guardiamoci allo specchio...

    Quando cerchiamo lavoro, anche se qualche volta non ne siamo consapevoli, ci muoviamo sulla base di una strategia. In estrema sintesi le strategie di ricerca di lavoro possono essere tutte ricondotte a due orientamenti principali: strategie orientate alla persona e strategie orientate al mercato.

    – di Lorenzo Cavalieri *

    • News24

    Come sconfiggere il «mal di vendita» e allinearsi alle esigenze del mercato

    Uno degli elementi più paradossali della cultura del lavoro in Italia è che la competenza professionale trasversalmente più richiesta, quella commerciale, sia anche quella più negletta. Il neolaureato storce il naso se gli viene proposto un ruolo nelle vendite, l'avvocato storce il naso se gli

    – di Lorenzo Cavalieri *

    • News24

    Guadagno abbastanza? Qualche dritta per calcolare il proprio valore

    Nei miei due articoli precedenti ho evidenziato quali sono le due prime domande strategiche che ci dobbiamo porre per decidere se è arrivato il momento di cambiare lavoro. La prima è: «Nel mio attuale lavoro ho la possibilità di fare la differenza, di produrre valore aggiunto?». La seconda: "Nel

    – di Lorenzo Cavalieri *

    • News24

    Imparare e aggiornarsi, per il nostro cervello non è la stessa cosa

    Nel mio ultimo articolo ho evidenziato quanto sia importante decidere di cambiare lavoro solo dopo una disamina asettica della propria situazione professionale. Troppo spesso infatti, sopraffatti dalla tensione, dall'emotività, dalla stanchezza, non riusciamo ad essere lucidi nel mettere sul piatto

    – di Lorenzo Cavalieri *

    • News24

    La prima domanda da porsi è: «Produco valore aggiunto?»

    Secondo uno studio del Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti gli studenti statunitensi quando raggiungeranno il quarantesimo anno di età avranno cambiato mediamente più di 10 lavori. Cambiare lavoro nel terzo millennio si configura sempre di più come una «stabile prospettiva esistenziale»:

    – di Lorenzo Cavalieri*

    • News24

    Tra diritto e merito: l'eterna paura di mettersi davvero alla prova

    Alla fine dello scorso agosto il Tar del Lazio ha accolto il ricorso contro l'introduzione del numero chiuso nelle facoltà di studi umanistici dell'Università Statale di Milano. Una decisione simbolicamente molto significativa: per studiare una determinata materia all'università non è necessario

    – di Lorenzo Cavalieri *

    • News24

    Ferie, produttività e il rischio «sindrome della rana bollita»

    Un direttore del personale recentemente mi ha esposto la sua teoria in base alla quale in Italia la produttività delle persone aumenta a ridosso delle ferie d'agosto: protesi verso il traguardo del meritato riposo, in ufficio siamo mediamente più allegri e più produttivi. Lavoriamo con più energia

    – di Lorenzo Cavalieri*

1-10 di 35 risultati