Persone

Laura Biagiotti

Laura Biagiotti, (Roma, 4 agosto 1943 -25 maggio 2017) è stata una stilista italiana. Il 24 maggio 2017 è stata colpita da un arresto cardiaco a Guidonia dove abitava. Dopo essere stata ricoverata all'ospedale Sant'Andrea di Roma, è morta due giorni dopo.

Ha fondato il suo marchio nel 1965, nel 1972 la prima collezione (ora sono più di 70 e spaziano dall’abbigliamento agli accessori , dai profumi alla biancheria per la casa). Dal 1980 viveva e lavorava nella campagna romana, in un castello dell'XI secolo, che era diventato il suo quartier generale, restaurato con il marito Gianni Cigna scomparso nel 1996.

Laura Biagiotti era conosciuta soprattuto per la sua moda in cashmere: il “New York Times” l'ha definita “la regina del Cashmere”. Era diventata famosa per essere stata la prima stilista che nel 1988 ha fatto sfilare 30 modelle cinesi a Pechino. Nel 1995, anche questo un primato, la stilista aveva organizzato una sfilata nel Cremlino.

Nel 1992, a New York, Laura Biagiotti ha ricevuto il premio Donna dell'Anno per aver contribuito al prestigio dell'immagine del Made in Italy nel mondo. Nel novembre 1997 ha sfilato anche al Cairo in una serata benefica per raccogliere fondi a favore della Croce Rossa Egiziana.

Amante dell’arte e filantropa per onorare la memoria del marito Gianni Cigna Laura Biagiotti aveva fondato nel 1997 la Fondazione Biagiotti Cigna che ha ricevuto in donazione la raccolta di 170 opere del Maestro futurista Giacomo Balla. Ha sponsorizzato il restauro di diversi monumenti: la Scala Cordonata del Campidoglio, il nuovo Grande Sipario al Teatro La Fenice di Venezia, distrutto dall'incendio, leFontane di Piazza Farnese a Roma.

Nel 1995 è stata insignita dell'onoreficenza di Cavaliere del Lavoro dal Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro. Nel 2010 ha ricevuto il Premio Leonardo, consegnato per la prima volta ad una donna, dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, per il suo eccezionale contributo alla diffusione del Made in Italy nel mondo. Nel 2015 le è stato assegnato il Premio Roma allo sviluppo del Paese.

Laura Biagiotti ha collaborato con le più importanti case di produzioni nella realizzazione di costumi di scena. Nel 2013 ha dato il suo contributo stilistico per i costumi del film “La Grande Bellezza” di Paolo Sorrentino.

La figlia Lavinia è vicepresidente del gruppo.

Ultimo aggiornamento 01 giugno 2017

Ultime notizie su Laura Biagiotti
    • News24

    Industria 4.0, Icr amplia e digitalizza lo stabilimento di profumi di Lodi

    Un investimento di 13 milioni di euro e più di 200 nuove assunzioni nel reparto produzione e confezionamento che porta a un organico di 600 persone: Icr, Industrie Cosmetiche Riunite, fondata nel 1975 da Roberto Martone, amplia il polo produttivo di Lodi aggiungendo 10mila metri quadri agli

    – di Marika Gervasio

    • News24

    CharityStars, all'asta gli inviti alle sfilate di settembre

    Godersi una sfilata in prima fila, accanto a editor e ospiti internazionali. Oppure varcare la soglia del backstage, dove lo stilista e il suo team sistemano gli ultimi dettagli pre show e si godono gli applausi del parterre. Partecipare agli eventi dei big della moda durante la fashion week

    – di Marta Casadei

    • News24

    Lavinia Biagiotti prende il timone, Norsa vicepresidente

    «Mia madre non saltò né rimandò mai una sfilata, neppure quando morirono mio padre, nel 1996, e mia nonna Delia, tre anni dopo. Fece un'eccezione solo nel 1978: era a Milano per le prove, incinta di me. Quando si rese conto che mancavano poche ore al parto volle correre a Roma perché io nascessi

    – di Giulia Crivelli

    • News24

    Ritorno all'utile per Borbonese

    Giuseppe Di Nuccio, amministratore delegato di Borbonese, non impazzisce per il termine "lusso accessibile" o "aspirazionale". Ma in attesa di trovare una definizione migliore, spiega che è quello il segmento in cui lo storico marchio è posizionato. «Tra le cose più utili che un manager nella mia

    – di Giulia Crivelli

    • News24

    Laura Biagiotti maestra di stile e paladina del Futurballa

    Laura Biagiotti in Cina era "LO.LA.PI.CIO.TI", così infatti si pronuncia il suo nome secondo la fonetica cinese. Gli ideogrammi del suo nome tradotto significano letteralmente lavoro duro, l'amore dei fiori, competizione, orgoglio, donna elegante, una sintesi calzante di una donna di successo e

    – di Stefano Cosenz

    • News24

    Laura Biagiotti, «futurista» in tutto

    Non è facile raccontare con le parole e qualche immagine una vita come quella di Laura Biagiotti. Scomparsa ieri a poche ore dall'infarto che l'aveva colpita nella notte tra mercoledì e giovedì, avrebbe compiuto 74 anni in agosto.Ha attraversato e interpretato i cambiamenti della società e

    – di Giulia Crivelli

    • News24

    Laura Biagiotti in fin di vita dopo un arresto cardiaco

    E' difficile parlare delle passioni di Laura Biagiotti. Ancora più difficile, dare loro un ordine, una gerarchia. Riduttivo chiamarla stilista, perché è stata imprenditrice, mecenate, collezionista e, certo, ambasciatrice del made in Italy nel mondo. E' scomparsa ieri a 74 anni, a poche ore

    – di Giulia Crivelli

    • News24

    L'arte dinamica di Giacomo Balla

    LONDRA - Un'arte totalizzante e universale, che esce dalla tela, invade gli oggetti quotidiani e trasforma la vita di ogni giorno: questa era la visione di Giacomo Balla, uno dei grandi artisti italiani del Ventesimo secolo, firmatario del Manifesto Futurista nel 1910.

    – di Nicol Degli Innocenti

    • News24

    Milano fashion week: per Ferragamo linee scattanti - Da Marni prova psichedelica

    In conclusione della fashion week milanese, il messaggio, nella varietà frammentata delle proposte, è chiaro: al caos che imperversa nel mondo la moda risponde con altrettanto caos. Contrasti, frizioni, clash, personalità multiple: sono queste le parole chiave di una stagione di diffusa incertezza,

    – di Angelo Flaccavento

1-10 di 53 risultati