Ultime notizie:

Laura Ambrosi

    • News24

    File più grandi per il processo tributario

    Novità nel processo tributario telematico: i documenti potranno avere la dimensione massima di 10 Mb, in luogo dei 5 sinora previsti. Con un decreto il Mef è intervenuto per modificare una delle criticità riscontrate nei primi mesi di utilizzo del processo tributario telematico (Ptt).

    – di Laura Ambrosi e Stefano Sereni

    • News24

    Controlli a «tavolino» senza contraddittorio

    Non c'è alcun obbligo di contraddittorio preventivo per l'accertamento da "vecchio" redditometro: si tratta di una verifica a tavolino per la quale non esiste alcuna norma che preveda tale obbligo. A confermare questo orientamento è la Corte di cassazione con l'ordinanza n. 27422 depositata ieri.

    – di Laura Ambrosi

    • News24

    Sanzionata l'autocertificazione tardiva

    A varie società, che hanno optato per l'Iva di gruppo, sono state irrogate nelle scorse settimane pesanti sanzioni per aver inviato in ritardo l'autocertificazione del possesso dei requisiti patrimoniali per l'esonero della garanzia. Secondo le Entrate, infatti, nonostante non vi sia una specifica

    – di Laura Ambrosi

    • News24

    La scadenza non è una giustificazione

    Anche per gli accertamenti preceduti da accessi che non hanno rispettato il termine dei 60 giorni (come può verificarsi in questo periodo), l'invalidità dell'atto impositivo è subordinata all'inesistenza di ragioni di urgenza di deroga al predetto termine. A questo riguardo va rilevato che per

    – di Laura Ambrosi

    • News24

    Omessi F24, così si evitano le sanzioni

    La crisi di liquidità che ha coinvolto negli ultimi anni numerose imprese al punto da non consentire il versamento delle imposte regolarmente dichiarate, e le gravi sanzioni previste per questo inadempimento, in alcuni casi anche di carattere penale, hanno determinato numerosi procedimenti

    – di Laura Ambrosi e Antonio Iorio

    • News24

    Frodi Iva, la carta della buona fede

    La buona fede diventa centrale per evitare il coinvolgimento negli illeciti Iva: è quanto emerge dal consolidato orientamento dei giudici europei e nazionali. Il concetto di buona fede ha assunto negli ultimi tempi particolare rilevanza non solo per la registrazione di fatture che poi si scoprono

    – di Laura Ambrosi e Antonio Iorio

    • News24

    Iva e oneri fuori dalle spese di lite

    Sulle spese di lite l'Iva e gli oneri accessori devono essere liquidate solo se espressamente indicato in sentenza. In caso contrario la somma va intesa come omnicomprensiva. A fornire questa interpretazione è la Ctr Lombardia con la sentenza 3253/10/2017, depositata il 19 luglio 2017 (presidente e

    – di Laura Ambrosi

    • News24

    Un set di verifiche per tutelarsi

    E' opportuno che il contribuente adotti delle misure preventive per verificare - per quanto gli sia consentito - la "regolarità" dell'operatore con cui intrattiene rapporti commerciali, in modo da poter dimostrare la propria buona fede in ipotesi di contestazioni. Va ovviamente considerato che il

    – di Laura Ambrosi e Antonio Iorio

    • News24

    Chiusura liti, F24 proporzionale

    L'imputazione per ciascun codice tributo va effettuata proporzionalmente all'atto originario; per le sanzioni dell'imposta di registro, se non c'è specifica impugnazione, le sanzioni sono dovute per intero e l'adesione alla definizione agevolata non comporta alcun annullamento contributivo.

    – di Laura Ambrosi

    • News24

    Il contraddittorio resta limitato

    Solo per i tributi armonizzati c'è un obbligo di contraddittorio preventivo all'emissione dell'atto la cui violazione comporta la nullità a condizione che il contribuente enunci le ragioni che avrebbe potuto far valere. A confermare questo orientamento è la Cassazione con l'ordinanza 21071/2017

    – di Laura Ambrosi

1-10 di 223 risultati