Persone

Larry Summers

Lawrence Henry "Larry" Summers è un economista e un accademico statunitense. Nipote dei due premi Nobel per l’economia Paul Samuelson e Kenneth Arrow,Summers è vincitore della John Bates Clark Medal per i suoi studi macroeconomici.

Ex Segretario al Tesoro degli Stati Uniti con Clinton, è stato anche Rettore all'Università di Harvard. Nel 2009 il Presidente Obama lo ha nominato Direttore del National Economic Council. Nel settembre 2010 la Casa Bianca ha annunciato che Summers abbandonerà l'incarico alla fine dell'anno per tornare ad Harvard.

All'età di 16 anni Larry Summers è entrato al Massachusetts Institute of Technology, dove ha effettuato gli studi economici. Nel 1975 è andato ad Harvard per conseguire il dottorato nel 1982. Ha intrapreso la carriera di ricercatore, interessandosi di finanza pubblica, economia del lavoro, economia finanziaria e macroeconomia. Per i suoi studi nel 1993 ha ricevuto la medaglia dall'American Economic Association. Nel 1991 è entrato nel mondo politico diventando Chief Economist della Banca Mondiale e negli anni dell'amministrazione Clinton ha rivestito diverse posizioni al Dipartimento del Tesoro. Dal 1999 al 2001 è stato il 71esimo Segretario al Tesoro. Tornato ad Harvard è stato Presidente dell'Università fino al 2006.

Nel 2005 Larry Summers è convolato a seconde nozze e ha avuto tre figli dalla prima moglie.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Larry Summers
    • News24

    Powell: aiuteremo la crescita americana

    Un giuramento tra mercati nella bufera. Non potrebbe esser stato più carico di presagi delle sfide a venire l'avvicendamento tra Jerome Powell, neo-chairman della Federal Reserve, e Janet Yellen, timoniere uscente. Per quanto la cerimonia sia rimasta appartata - evento privato, accompagnato da un

    – di Marco Valsania

    • News24

    Economisti conservatori senza una visione critica

    In un incontro a cui ho preso parte di recente c'è stato un ex alto funzionario che ha fatto un'ottima domanda: c'è qualche economista repubblicano di primo piano che abbia preso posizione con nettezza di fronte alla terrificante riforma fiscale, inutile e dannosa, che il loro partito ha fatto

    – di Paul Krugman

    • News24

    1. Siamo nel bel mezzo di una "stagnazione secolare"?

    Coniata nel 1937 (subito dopo la Grande Depressione) dall'economista americano Alvin Hansen, la teoria della "stagnazione secolare" è stata all'epoca smentita nel giro di pochi anni con l'innovazione tecnologica, gli investimenti pubblici e il boom demografico post seconda guerra mondiale. Nel 2013

    • News24

    Intelligenza artificiale con molte opportunità

    L'ex segretario del Tesoro degli Stati Uniti Larry Summers di recente si è risentito per le osservazioni dell'attuale segretario del Tesoro Steve Mnuchin al riguardo dell' "intelligenza artificiale" (IA) e di altre tematiche correlate. La divergenza di opinioni tra i due pare, più che altro, una

    – di J.Bradford Delong

    • News24

    Più investimenti pubblici nella road map dell'Ue per rilanciare la crescita

    Il futuro dell'Unione europea sta nella crescita: la crescita economica e la crescita della fiducia dei cittadini nelle istituzioni e nelle soluzioni europee. E per crescere di più, e rafforzare l'Unione, l'Europa deve agire su tutti i fronti, con urgenza, e contrastare le sfide che provengono dal

    – di Isabella Bufacchi

    • News24

    Il lungo termine batte sempre il breve? Un colpo di golf sfata il pregiudizio

    E' stato pubblicato in questi giorni uno studio di McKinsey su un tema molto importante. Ripropone, infatti, la questione se le imprese adottino in modo sistematico un approccio troppo a corto raggio e non investano abbastanza sul lungo termine. Se la risposta è affermativa, come ritengono molti

    – di Lawrence Summers

    • News24

    Summers: populismi a rischio fascismo

    DAVOS - «C'è il rischio che i movimenti populisti si trasformino nel tempo in movimenti illiberali di tipo fascista». Così Larry Summers, ex segretario al Tesoro Usa ai tempi del presidente Bill Clinton. A margine di un dibattito sulla rivolta della classe media attratta dai populismi dopo elezioni

    – dal nostro inviato Vittorio Da Rold

1-10 di 260 risultati