Persone

Kim il-sun

Kim Il-sung Ŕ nato il 15 aprile del 1912 a Mangyongdae-guyok ed Ŕ deceduto a Pyongyang, l’8 luglio del 1994, Ŕ stato un dittatore nordcoreano, capo della Repubblica Popolare Democratica di Corea (Corea del Nord) Primo ministro e Presidente e Segretario Generale del Partito del Lavoro di Corea.

La sua data di nascita Ŕ considerata in Corea del Nord festivitÓ pubblica ed Ŕ ufficialmente riconosciuto come Grande Leader Kim Il-sung o Generale Kim Il-sung, a lui Ŕ riservata la carica di Presidente eterno della Repubblica Popolare Democratica di Corea, incarico che dopo la sua morte non Ŕ stato pi¨ assunto da alcuno.

Attivo prima nel Partito Comunista Coreano, poi in quello Comunista Cinese, Kim il-sung venne nominato dai sovietici nel 1948, primo ministro della neonata Repubblica Popolare Democratica di Corea per divenire poi Leader supremo della Repubblica Popolare Democratica di Corea, quindi Presidente del Comitato centrale del Partito dei Lavoratori di Corea e Presidente della Repubblica Popolare Democratica di Corea.

La sua ascesa politico-istituzionale Ŕ stata accompagnata da un vero e proprio culto della personalitÓ, gli viene attribuito l’appellativo di “grande leader” e gli viene riconosciuta la carica di “presidente eterno” della nazione, carica che dopo la sua morte non pi¨ essere assunta, ai sensi della Costituzione vigente, a nessu altro leader.

Kim Il-sung ha avuto due mogli e sette figli ed Ŕ morto improvvisamente, a causa di un’attacco cardiaco, l’8 luglio del 1994, desisgando quale suo successore il figlio a Kim Jong-il.

Insignito di numerose onorificienze nordcoreane e straniere, Ŕ stato l’autore di diverse opere, quali: Opere scelte, 1967; La costruzione della societÓ socialista, 1971; Sulla strategia antimperialista, 1977 e Scritti scelti sul socialismo coreano, pubblicata dopo la sua morte, nel 2013.

Le sue spoglie mortali sono custodite presso il Il Palazzo del sole di Kumsusan, indicato talvolta come Mausoleo di Kim Il-sung, dove riposa insieme al figlio suo successore, Kim Jong-il.

Ultimo aggiornamento 13 aprile 2017