Aziende

JP Morgan Chase

JP Morgan Chase&Co è una società con sede a New York, leader nei servizi finanziari globali. Attiva in 60 Paesi, serve nel complesso 90 mila clienti ed è l’azienda di servizi finanziari più vecchia al mondo. JP Morgan Chase&Co ha la più vasta capitalizzazione di mercato e il suo hedge fund è il più grande degli Stati Uniti, con 53,5 miliardi di dollari in attività (42,4255 miliardi di euro). Il gruppo basa il proprio core business nelle 6 unità: Investment Bank, Servizi finanziari retail, Card Services, Asset & Wealth Management, Commercial Banking e Treasury & Securities Services. La società è stata fondata nel 1799, quando Aaron Burr ha creato la Bank of the Manhattan Company, che nel 1955 si è fusa con la Chase National Bank e nel 1991 con la Chemical Banking Corp, dando così vita alla maggiore holding bancaria dell’epoca. L’attuale assetto di Jp Morgan Chase&Co è frutto della fusione di diversi istituti di credito, d’affari e di holding. In particolare, l’attuale configurazione è nata dall’intesa firmata nel 2000 tra Chase Manhattan Corporation e JP Morgan & Co (nata nel 1887). Tra le acquisizioni più recenti, nel 2008 la società finanziaria ha rilevato Bear Stearns e Washington Mutual.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su JP Morgan Chase
    • Info Data

    Quanto guadagnano ogni secondo le più grandi aziende del mondo?

    Quanto guadagnano le più grandi aziende del mondo? Noi di InfoData abbiamo raccolto i dati riguardanti le prime 25 aziende a livello mondiale, in riferimento al reddito netto ottenuto nel 2016. Oltre a classificarle in base ai loro guadagni siamo andati alla ricerca di una stima che fosse il più possibile significativa. Il risultato della somma  dei profitti è 24 mila e 84 dollari. Non stiamo parlando di guadagni annuali o trimestrali. Il dato è infatti stato aggregato al secondo. Nella grafica...

    – Filippo Mastroianni

    • News24

    Stress test Fed: bocciata Deutsche Bank, congelate cedole di Goldman e Morgan Stanley

    NEW YORK - La seconda parte degli stress test condotti dalla Federal Reserve - quella che esamina qualità della gestione e piani di capitale - ha promosso e approvato i dividendi e i buyback proposti dalla grande maggioranza delle principali banche americane. Ma ha congelato ai livelli dell'ultimo

    – di Marco Valsania

    • News24

    Farmaceutica, Takeda conquista Shire per 52 miliardi di euro

    La maggiore acquisizione mai effettuata all'estero da un gruppo giapponese avviene nel settore farmaceutico: Takeda - una delle rarissime società nipponiche guidata da un Ceo straniero - ha avanzato una offerta del valore di circa 46 miliardi di sterline (62 miliardi di dollari, 52 miliardi di

    – di Stefano Carrer

    • News24

    «Quarant'anni fa arrivai a Ivrea e divenni subito olivettiano»

    «L'Olivetti è una straordinaria storia di successo nelle sue ripetute metamorfosi». Carlo De Benedetti è nella sua casa in collina, a Dogliani. Cà di Nostri è una vecchia cascina acquistata e rimessa a posto dieci anni fa. Sotto i nostri occhi si trovano i filari di Dolcetto della famiglia Einaudi.

    – di Paolo Bricco

    • News24

    Jp Morgan & Co: la stagione delle trimestrali Usa inizia con un «tris d'assi»

    La stagione delle trimestrali del settore finanziario americano apre con tris d'assi. Jp Morgan Chase, Citigroup e Wells Fargo hanno infatti riportato oggi risultati per il primo trimestre che hanno facilmente superato le attese degli analisti grazie al solido andamento dell'economia americana -

    – di Corrado Poggi

    • News24

    Wall Street in rosso sgonfia le Borse sul finale. A Milano giù Tim e Azimut

    Le Borse europee frenano sul finale e, complice il calo di Wall Street, passano all'incasso dopo una settimana in cui Piazza Affari è risalita dell'1,5% e lo Stoxx600 dell'1% circa. Il rallentamento degli acquisti sul settore auto e le vendite su tecnologici e farmaceutici hanno riportato gli

    – di C. Di Cristofaro e A. Fontana

    • News24

    Fondo Usa al 9%, punta al raddoppio del titolo

    Elliott ha comunicato ieri di essere salito a circa il 9% del capitale ordinario di Telecom Italia. La posizione attuale, in termini di diritti di voto, è pari all'8,8% del capitale ordinario. Dalle comunicazioni Sec risulta anche il possesso del 2,8% del capitale di risparmio. La posizione è stata

    – di A.Ol.

    • News24

    Tornano a salire i finanziamenti bancari a combustibili più inquinanti

    Il 2017 si conferma come un anno negativo per l'ambiente. Non solo le emissioni di gas serra sono tornate a salire, sulla spinta di maggiori consumi di petrolio e carbone, ma c'è stato anche un aumento dei finanziamenti bancari alle fonti più inquinanti: dopo una contrazione di oltre un terzo nel

    – di Sissi Bellomo

    • News24

    Amazon è sempre più «banca»: ora punta a offrire conti correnti

    Presto Amazon di ogni cliente saprà, oltre ai dati sui consumi, alle ricerche di prodotto e le preferenze di prezzo, anche quanti soldi ci sono sul suo conto corrente. Il colosso dell'e-commerce sta studiando con Jp Morgan Chase & Co. e Capital One Financial un prodotto simile a un conto corrente

    – di Riccardo Barlaam

1-10 di 293 risultati