Persone

Joseph Blatter

Joseph Blatter è nato il 10 marzo del 1936 a Visp (comune del Canton Vallese) ed è stato presidente della FIFA per cinque mandati (dall'8 giugno del 1998 al 21 dicembre del 2015).

Il 2 giugno del 2015, in seguito allo scandalo che ha colpito la FIFA con l'arresto per corruzione di 7 dirigenti, Blatter ha annunciato le sue dimissioni, fatta salva la proroga del suo incarico di 6 mesi (fino a dicembre 2015) in attesa di scegliere i nuovi candidati.

Il 21 dicembre del 2015 il Comitato Etico lo ha squalificato, con efficacia immediata (insieme al vicepresidente e membro del Comitato Esecutivo della Fifa Michel Platinì) per otto anni da tutte le attività legate al calcio (amministrativa, sportiva o qualsiasi altro) sia a livello nazionale che internazionale.

Laureatosi in Svizzera a Losanna si è poi specializzato all' HEC Lausanne, scuola di business affiliata all'Università di Losanna.

La commissione etica ha inoltre condannato Blatter al pagamento di un'ammenda di 50mila franchi svizzeri, contro il provvedimento di squalifica e di sanzione pecuniaria, Blatter ha detto di voler presentare appello.

Dopo aver fatto parte del Comitato Organizzatore delle Olimpiadi estive 1972 e 1976, nel 1977 è entrato nella FIFA, di cui è stato direttore tecnico fino al 1981 e successivamente segretario, carica che ha mantenuto fino al 1998, quando ne è stato eletto Presidente.

Da ultimo è stato riconfermato Presidente della FIFA il 29 maggio 2015, appena 4 giorni prima della rassegnazione delle sue dimissioni.

Dal 1999 è anche membro del CIO (Comitato Olimpico Internazionale) e nel 2006 gli è stata consegnata la tessera di socio onorario del Real Madrid.

In ambito calcistico la sua presidenza FIFA ha determinato il cambiamento di alcune regole di gioco, tra le quali figurano:

— l'abolizione della possibilità, da parte del portiere, di prendere la palla con le mani su retropassaggio dei suoi compagni di squadra a partire dal 1º luglio 1992;

— l'introduzione dei tre punti-vittoria a partire dal Campionato mondiale di calcio 1994.

Il ruolo di massimo rappresentante di un organismo internazionale quale la FIFA ha consentito a Blatter di essere insignito di svariate onorificienze, tra le quali menzioniamo:

— Gran Decorazione d'Onore in Argento dell'Ordine al Merito della Repubblica Austriaca (Austria 2008);
— Cavaliere dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia 2004);

— Ufficiale dell'Ordine di Riconoscimento (Repubblica Centrafricana 2005);

— Gran Croce dell'Ordine al Merito di Germania (Germania 2006);

— Ordine di Jaroslav il Saggio di V Classe (Ucraina 2007);

— Gran Croce dell'Ordine di Francisco de Miranda (Venezuela 2007).

— Cavaliere di I Classe dell'Ordine del Sol Levante (Giappone 2009).

Blatter ha una figlia (Corinne) nata dal matrimonio con Liliane Biner.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Joseph Blatter
    • News24

    Panama Papers, raid della polizia nella sede Uefa

    L'onda lunga dei Panama Papers, con la sua rete mondiale di società offshore create dallo studio legale Mossack Fonseca, si abbatte sul calcio. Dopo le dimissioni, martedì, del premier islandese, lo sviluppo più clamoroso delle ultime ore riguarda il neopresidente della Fifa, Gianni Infantino,

    – di Marco Bellinazzo e Marco Moussanet con un articolo di Antonio Iorio

    • Agora

    "Panama Papers": dalle carte dell'inchiesta, dopo Platini, spunta anche il nome del neo presidente della Fifa Infantino

    Non c'è pace per Fifa. Nell'inchiesta "Panama Papers" spunta anche il nome del neo presidente della Fifa, Gianni Infantino. A rivelare la notizia sono stati il giornale inglese The Guardian e quello spagnolo Diario Sport.  Infantino, eletto lo scorso 26 febbraio dopo gli scandali che hanno travolto la Fifa di Blatter,  quando era a capo dei servizio legali della Uefa, avrebbe avuto un ruolo in opachi accordi relativi ai diritti tv, con tanto di trasferimento di denaro su società offshore. Infant...

    – Marco Bellinazzo

    • News24

    L'italo-svizzero Gianni Infantino è il nuovo presidente Fifa

    Il decimo presidente della Fifa è l'italo-svizzero (il padre è originario di Reggio Calabria, la madre della Valcamonica) Gianni Infantino. Alla seconda votazione, l'ex segretario generale della Uefa, subentrato in corsa a Michel Platini, azzoppato dalla squalifica inflittagli dal comitato etico,

    – Marco Bellinazzo

    • News24

    Successione a Blatter, Ali di Giordania chiede il rinvio delle elezioni

    Il principe Ali Bin Al Hussein di Giordania, uno dei cinque candidati (oltre che uno dei più autorevoli) alla successione di Sepp blatter alla presidenza della Fifa, si è presentato al Tribunale Arbitrale dello Sport (Tas) per chiedere un rinvio in extremis delle elezioni, in programma per il

    • Agora

    Elezioni Fifa: lo sceicco del Bahrain Al Khalifa in vantaggio su Infantino (corsa ai voti di Usa, Caraibi e Oceania)

    Un endorsement politico di rilievo, anche se non porta voti. Ieri l'Associazione dei club europei (Eca), che rappresenta le più importanti squadre del Vecchio Continente, ha annunciato il proprio gradimento per Gianni Infantino. "Non abbiamo voce in capitolo, ma, pensando allo spirito del gioco", sosteniamo Infantino", ha chiarito il presidente, Karl-Heinz Rummenigge. All'Eca comunque non piace la proposta del candidato di origine svizzera di aumentare il numero di squadre partecipanti ai Mondia...

    – Marco Bellinazzo

    • News24

    Una nuova governance per il calcio globale

    L'addio ai due padroni del football globale, Joseph Blatter, presidente dimissionario della Fifa e Michel Platini, numero uno Uefa e suo erede naturale nelle elezioni del prossimo 26 febbraio, è stato decretato ieri mattina a Zurigo dal Comitato Etico della Fifa guidato da Hans Joachim Eckert. La

    – Marco Bellinazzo

    • News24

    Blatter e Platini, game over

    La "smoking gun", la pistola fumante che ha portato alla defenestrazione dei due (ormai ex) uomini più potenti del calcio mondiale, Joseph Blatter e Michel Platini, è un pagamento di circa due milioni di franchi svizzeri eseguito nel febbraio 2011 dalla Fifa a favore del presidente della Uefa come

    – Marco Bellinazzo

    • Agora

    Platini ancora in bilico: il Tas respinge il ricorso in attesa della decisione della Fifa sulla proposta di radiazione

    Il Tas non fa sconti a Michel Platini. Il Tribunale di arbitrato dello sport ha infatti respinto il ricorso del numero 1 della Uefa, confermando la sospensione provvisoria di 90 giorni inflittagli dalla Fifa, in attesa della decisione della propria Commissione etica sulla controversa vicenda dei due milioni di franchi svizzeri versati da Joseph Blatter nel febbraio 2011, a compenso di una consulenza svolta fra il 1999 e il 2002. Il Tas ha però anche vietato di estendere ulteriormente la sospe...

    – Marco Bellinazzo

    • News24

    Scandalo Fifa: per Platini chiesta la squalifica a vita

    La Commissione etica della Fifa ha chiesto la squalifica a vita per il presidente (sospeso) dell'Uefa Michel Platini nell'ambito dell'inchiesta che ha travolto il vertice dell'organizzazione calcistica. Lo rivela, citando fondi confidenziali, il quotidiano francese Liberation secondo cui nel

    – a cura di Datasport

    • News24

    Comitato etico della Fifa chiede sanzioni per Blatter e Platini

    La camera d'investigazione del Comitato etico della Fifa ha annunciato questa mattina di avere «richiesto delle sanzioni» contro Joseph Blatter, suo presidente dimissionario, e Michel Platini, uno dei candidati alla sua successione al termine dell'inchiesta su un controverso pagamento di 2 milioni

1-10 di 145 risultati