Persone

John Lennon

John Lennon è stato un musicista e cantante inglese, uno dei leader, insieme a Paul McCartney, dei TheBeatles. Per tutti gli anni Sessanta la banda di Liverpool dominò le scene internazionali, diventando un vero e proprio fenomeno di costume. In particolare John Lennon si prestava a diventare un’icona del mondo progressista, essendo un convinto pacifista e attivista per i diritti umani. Molto scalpore suscitarono alcune sue dichiarazioni e alcuni suoi atteggiamenti, quali, ad esempio, il famoso Bed-in di protesta del 1969 contro la guerra del Vietnam. Molto chiacchierata fu anche la sua vita privata, in particolare la relazione con Yoko Ono, e l’utilizzo di droghe, per cui per tanti anni gli fu impedito l’accesso negli Stati Uniti. Con i The Beatles ha scritto alcune tra le canzoni più famose della storia della musica, veri e propri successi planetari. Basti pensare a canzoni come Imagine, Yesterday, Yellow Submarine, Let it be, Please Please me e tantissime altre. Dopo l’enorme successo con i The Beatles, Lennon si allontanò progressivamente dalla band, fino a lasciarla definitivamente nel 1970. Negli anni successivi lavorò come solista e in collaborazione con la moglie Yoko Ono e con altri artisti, tra cui Eric Clapton e Frank Zappa. Il mito di John Lennon è stato ulteriormente alimentato dalla sua morte violenta. L’8 dicembre 1980 è stato infatti assassinato a New York da Mark David Chapman, un fan squilibrato che da fervente cristiano non aveva accettato alcune posizioni dell’artista nei confronti della religione.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su John Lennon
    • News24

    I punti vendita dopo Apple. Ci vuole un «fisico» bestiale

    Nessuno si stupisca: «Apple – continua Stigliano – ha inventato questa nuova filosofia del retail», con il primo Apple Store aperto nel 2001 a Tysons Corner, Virginia, nel quale campeggiava una gigantografia di John Lennon e Yoko Ono.

    – di Francesco Prisco

    • News24

    Pearl Jam, Salvini e i migranti: le avventure «grunge» di Rita Pavone

    Quando Donald Trump fu eletto presidente degli Stati Uniti, qualcuno scrisse: «Adesso capiremo se il rock ha ancora un senso». Finita l'era Obama, con il suo solidarismo ecumenico, tornavano al centro della scena le tensioni sociali che avevano fatto grande il genere ai tempi di Eisenhower, Nixon e

    – di Francesco Prisco

    • Econopoly

    Donald Trump ha ragione sul protezionismo europeo, vi spiego perché

    Pubblichiamo un post di Giacomo Lev Mannheimer, fellow dell'Istituto Bruno Leoni. Per l'Istituto Bruno Leoni è autore del Focus "I libri non sono tutti uguali. Il caso dell'IVA sugli e-book" e - con Serena Sileoni - del Focus "Città metropolitane: una nuova tappa di una storia infinita". Scrive su Leoniblog e collabora con diverse testate online - "Né tariffe, né barriere, né sussidi!". Non sono le parole di una canzone di John Lennon, ma quelle pronunciate da Donald Trump ai suoi omologhi del ...

    – Econopoly

    • News24

    Ben Harper, Charlie Musselwhite e quella sottile linea blues

    «Il blues è una sedia, non una sedia di design o la migliore sedia», un qualcosa fatto «per sedercisi, non per farsi guardare o essere apprezzati», diceva la buonanima di John Lennon. Fosse ancora tra noi, in tutta probabilità sarebbe tra i principali estimatori del progetto di riappropriazione del

    – di Francesco Prisco

    • News24

    Adriano Celentano, il «Molleggiato» che si fece predicatore

    La storia della canzone italiana è un affare di befane. Il 6 gennaio 1937, giorno in cui la tradizione popolare appende calze al camino, ad Asti nasceva Paolo Conte, autore e interprete tra i più influenti dell'ultimo mezzo secolo. Lo stesso giorno di 12 mesi più tardi, esattamente 80 anni fa, a

    – di Francesco Prisco

    • News24

    La rivista Rolling Stone passa a Penske, il gruppo di Variety

    Rolling Stone, la rivista americana che negli anni Sessanta ha difatti «inventato» la controcultura, passa di mano: Jann Venner, giornalista, fondatore, direttore ed editore del magazine che da 50 anni è sinonimo di rock and roll way of life, cede il pacchetto di maggioranza al gruppo editoriale

    – di Francesco Prisco

    • NovaCento

    Sara, la nonna e Giancarlo

    Caro Diario, ti confesso che Sara Morucci la prima volta che l'ho vista, al BTO dello scorso anno, quello che ho raccontato qui, mi aveva fatto impressione, e se non fossi di Secondigliano ti avrei detto paura. Come dici? Hai seguito il BTO di quest'anno e non ti spieghi come possa far paura una donna giovane ed elegante come lei? Non te lo spieghi perché come al solito quando ci stanno di mezzo belle signore non mi fai finire, perché altrimenti ti avrei detto che a farmi impressione era stata l...

    – Vincenzo Moretti

    • Agora

    La Apple dei Beatles è una scatola vuota (con un giro d'affari da 27,4 milioni)

    I Favolosi Quattro la fondarono poco meno di 50 anni fa un po' per avere il pieno controllo sulle proprie produzioni, un po' per diversificare il business, un po' per ammorbidire il loro rapporto con il fisco britannico, implacabile con le persone fisiche (ricche) ma decisamente più mansueto con le società a responsabilità limitata. Oggi la Apple Corps Ltd. messa in piedi da John Lennon, Paul McCartney, George Harrison e Ringo Starr dovrebbe essere poco più che una scatola vuota, un brand vintag...

    – Francesco Prisco

    • News24

    «John Lennon non è una limonata». Yoko Ono fa causa, l'azienda cambia nome

    Forse avevano visto la puntata dei Simpson in cui Bart e Milhouse esplorano la collezione di reperti beatlesiani dell'insospettabile Ned Flanders e, dopo aver sorseggiato una lattina di «John Lemon», si ritrovano nel bel mezzo di un trip psichedelico. Forse, più semplicemente, avevano buttato

    – di Francesco Prisco

1-10 di 231 risultati