Persone

Joe Biden

Joseph Robinette Joe Biden Jr è un politico americano. Attuale 47esimo Vicepresidente di Barack Obama, è il primo cattolico a ricoprire questa carica. In passato ha rinunciato più volte alla corsa alle elezioni primarie. Ex senatore del Delaware, è stato sostituito nel 2009 da Ted Kaufman.

Joe Biden si è laureato in giurisprudenza nel 1965 a Newark e ha conseguito la specializzazione in legge nel 1968 a New York. Dopo la morte della prima moglie e della figlia in un incidente stradale, nel 1973 Joe Biden è stato eletto senatore per il Partito Democratico in rappresentanza dello Stato del Delaware, carica che ha conservato fino al 2009, quando è diventato vicepresidente degli Stati Uniti. Nel 1988 si è candidato alle primarie presidenziali nelle fila dei Democratici, ma è stato sconfitto da Michael Dukakis.

Durante la sua carriera è stato Presidente di diverse Commissioni parlamentari e dal 1997 guida quella per gli Affari Esteri. Nel 2004 e nel 2008 ha rinunciato alla corsa per le primarie, ma in quest’ultima occasione Barack Obama lo ha nominato suo Vicepresidente.
Joe Biden è convolato a seconde nozze e ha quattro figli, due dei quali avuti dal primo matrimonio.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Joe Biden
    • News24

    «Più unione per mettere insieme gli sforzi di tutti»

    In un vertice di Davos che assomiglia a un fortino assediato dai fantasmi di Trump e del protezionismo, parole di riscossa e speranza sono giunte dal seminario su come "rimettere in sesto un'Europa disunita", a cui hanno partecipato il presidente dell'Eni e di BusinessEurope Emma Marcegaglia, il

    – di Vittorio Da Rold

    • News24

    Davos riporta al centro la globalizzazione

    Cosa ne sarà dei trattati della Wto sul libero scambio o dell'accordo sul clima di Parigi dopo la vittoria di Donald Trump, dopo la Brexit e dopo il no al referendum in Italia? Proprio il World Economic Forum di Davos - che ha contribuito negli anni passati a diffondere il verbo della

    – di Vittorio Da Rold

    • News24

    La commozione di Obama e l'eccezionalismo americano

    NEW YORK - Ispirato, deciso, poetico, Barack Obama ha scelto per il suo discorso di addio all'America e alla sua storica presidenza, soprattutto una carrellata di immagini legate ai valori centrali del paese, l'altruismo, l'apertura, la solidarietà, l'accoglienza degli immigrati.

    – dal nostro corrispondente Mario Platero

    • News24

    L'addio di Obama: Sì, possiamo difendere la democrazia e i valori del progresso

    New York - "Bigger than politics". Più grande della politica, di quel che oggi passa per politica. Il discorso di commiato di Barack Obama è stato molto più di un'occasione cerimoniale, è stato un appello, un solenne grido per il rispetto dei fondamentali valori democratici e progressisti nella

    – di Marco Valsania

    • News24

    Trump: stop all'accordo se Cuba non lo cambia

    NEW YORK - Cuba, la Cuba rivoluzionaria, malandrina, nella lista dei potenziali terroristi archiviata con lo storico viaggio di Barack Obama della scorsa primavera all'Avana, torna a dominare il panorama mediatico americano. E ieri la coincidenza quasi simultanea di tre eventi altamente simbolici

    – dal nostro corrispondente Mario Platero

    • News24

    Dietro le parole dure di Erdogan, una leadership debole

    La Turchia è un malato sotto osservazione, così la definisce un documento della diplomazia europea che in modo assai chiaro afferma di non sapere qual è la strategia di Erdogan e quale misure prendere per contenere la sua deriva autoritaria. Ma prima di perdersi in chiacchiere dopo il voto, non

    – di Alberto Negri

    • News24

    Trump davanti a Clinton per un punto

    A una settimana esatta dal voto americano, Donald Trump è al 46%, Hillary Clinton ferma al 45%. Per la prima volta da maggio un sondaggio ABCNews/Washington Post dà il tycoon newyorchese davanti all'ex first lady in vista delle presidenziali Usa dell'8 novembre. Secondo Rasmussen Reports, il

    • News24

    Obama a Renzi: una volta ero io il giovane, ora tocca a lui

    WASHINGTON - «Una volta ero io quello giovane, ora è lui, stimo il suo ottimismo, la sua energia e la sua visione». Barack Obama parla così di Matteo Renzi. In otto anni il presidente americano si è ritrovato più stanco e con i capelli grigi ma sempre pronto a «combattere, anche sbagliando» come ha

    – dall'inviato Gerardo Pelosi

1-10 di 380 risultati