Persone

Jeroen Dijsselbloem

Jeroen Dijsselbloem è nato il 29 marzo del 1966 ad Eindhoven ed è un politico olandese membro del Partito del Lavoro (PvdA).

Dal 5 novembre del 2012 è ministro delle finanze del secondo Governo Rutte.

Dal 21 novembre del 2013 è presidente dell'Eurogruppo.

Il 21 gennaio del 2013 è diventato presidente del consiglio dei governatori.

Dal 12 febbraio 2013 è presidente del consiglio dei governatori del Meccanismo europeo di stabilità (European Stability Mechanism - ESM).

Tra il 1985 ed il 1991 ha frequentato il corso di laurea in economia e politica agraria presso l'Università di Wageningen.

Nel 1991 ha ottenuto la laurea in ingenieur, titolo equipollente ad un Master of Science.

Dal 1991 ha svolto l'attività di ricercatore in economia presso l'University College Cork in Irlanda.

Negli anni '90 è sceso in politica, prima come membro del consiglio municipale di Wageningen (1994–1997) poi come membro della Tweede Kamer, la camera bassa dei Paesi Bassi nelle legislature (2000–2002) e (2002–2012).

Nel marzo del 2013 Dijsselbloem ha guidato i negoziati per la gestione della "Crisi finanziaria di Cipro".

Dall'inizio del 2015 è impegnato nelle trattative per la gestione della crisi del debito greco, trattative rese più difficili dal recente pronunciamento negativo del popolo greco contro la politica di austerity proposta dall'UE.

A proposito del recente referendum greco Jeroen Dijsselbloem ha detto che "Il risultato è molto spiacevole per il futuro della Grecia" tuttavia mantenere la Grecia nell'unione europea, ha aggiunto il politico "rimane il loro obiettivo e il mio obiettivo".

Jeroen Dijsselbloem è sposato ed è padre di due figli.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Jeroen Dijsselbloem
    • News24

    Dai creditori nuovi aiuti alla Grecia: 8,5 miliardi di euro

    LUSSEMBURGO - Dopo lunghe trattative, i creditori della Grecia hanno concesso ieri ad Atene nuovi aiuti: 8,5 miliardi di euro nell'ambito del terzo piano economico di cui gode Atene dal 2015. Quanto a nuove misure di alleggerimento del debito greco, la questione è stata rinviata alla fine

    – dal nostro inviato Beda Romano

    • News24

    Che accade alla Grecia se il Fmi non trova l'intesa con l'eurozona?

    Dopo l'ennesimo eurogruppo sul debito greco, andato a vuoto a Bruxelles dopo sette ore di discussioni fino a mezzanotte, tra la Germania che vuole il Fmi a bordo ma senza tagliare il debito, il Fondo monetario che vuole un debito «sostenibile» per entrare in partita altrimenti resta fuori, e gli

    – di Vittorio Da Rold

    • News24

    Una nuova governance economica dell'Eurozona

    Dagli interventi apparsi all'interno del dibattito sull'euro organizzato dal Sole 24 Ore emerge una convinzione molto diffusa: uscire dalla moneta unica creerebbe più problemi che opportunità. Lo dicono anche coloro che sostengono che sarebbe stato meglio non entrarci (Feldstein, Il Sole 24 Ore 28

    – di Carlo Dell'Aringa e Paolo Guerrieri

    • News24

    Prima intesa all'Eurogruppo per sbloccare gli aiuti alla Grecia

    LA VALLETTA - A piccoli passi, tra brusche accelerazioni e altrettanto brusche frenate, la Grecia si sta avvicinando all'agognato accordo con i suoi creditori su una seconda verifica relativa al terzo programma di aiuti finanziari iniziato nel 2015. Riuniti qui a La Valletta, i ministri delle

    – dal nostro inviato Beda Romano

    • Agora

    Tsipras chiede un summit Ue di emergenza se dovesse fallire l'eurogruppo di Malta

    Non c'è mai un momento di pace nella crisi del debito sovrano della Grecia. Il primo ministro greco Alexis Tsipras ha chiesto un vertice di emergenza dei leader europei da tenersi questo mese se i ministri delle Finanze dell'eurogruppo non riusciranno a raggiungere un accordo sul piano di salvataggio del paese in una riunione prevista a Malta venerdì prossimo. A seguito di un incontro con il presidente del Consiglio Ue Donald Tusk ad Atene,  Tsipras ha detto che i negoziati "senza fine" sul pia...

    – Vittorio Da Rold

    • News24

    E' la democrazia che regge la Ue

    Le celebrazioni, appena concluse, dei primi 60 anni dell'Unione europea sono state l'ennesima occasione mancata per fare chiarezza sul processo di integrazione - passato e in divenire - del nostro continente. E per contrastare la tentazione, sempre più diffusa, di affrontare in modo semplicistico i

    – di Lorenzo Bini Smaghi

    • News24

    Dijsselbloem, conferma a rischio

    Una controversa intervista ha messo in bilico il futuro del presidente dell'Eurogruppo, il socialdemocratico olandese Jeroen Dijsselbloem, dopo che questi ha rimproverato agli europei del Sud di sprecare denaro in donne e alcool. La dichiarazione ha scatenato critiche e polemiche proprio nella

    – Emilia Patta

    • News24

    Tra rabbia e sberleffi, è bufera social su #Dijsselbloem

    La rete e in particolare i social media si sono scatenati a commentare le parole del presidente dell'Eurogruppo, l'olandese Jeroen Dijsselbloem. Ed è subito spaccatura: non tanto tra chi approva e disapprova l'uscita un po' bacchettona dell'esponente socialdemocratico olandese (il rigore dei conti

    – di Marco lo Conte

1-10 di 443 risultati