Persone

Jean-Pierre Mustier

Jean-Pierre Mustier è nato il 18 gennaio 1961 a Chamalieres (Francia) ed è stato nominato nuovo amministratore delegato di Unicredit S.p.A. quotata in borsa, carica assunta a partire dal 12 luglio del 2016.

La designazione da parte del cda è arrivata all'unanimità dopo il via libera del comitato nomine.

Mustier è già stato a capo del Corporate & investment banking del gruppo di Piazza Cordusio e succede a Federico Ghizzoni.

Jean-Pierre Mustier ha frequentato l'Ecole Polytechnique (Francia) e l'Ecole des Mines de Paris (Francia), quindi ha fatto carriera nella Société Générale, dove ha lavorato tra il 1987 ed il 2009.
Amministratore delegato dell'asset management di Société Générale (nel periodo dello scandalo legato al trader Jerome Kerviel) è uscito da UniCredit a fine 2014 e da allora è stato partner di Tikehau Capital, fondo di private debt transalpino.

Il suo nome è sempre stato in pole position negli ultimi tempi, grazie soprattutto alla conoscenza diretta del gruppo e insieme all'esperienza maturata nel mercato dei capitali (non secondaria nel caso in cui UniCredit dovesse a breve rivolgersi per un eventuale aumento).

Forte dell'appoggio degli azionisti esteri - dal blocco tedesco agli arabi, i fondi - e di CrTorino, Mustier ha dovuto attendere anche il via libera della vigilanza della Banca centrale europea (Bce).

Mustier è sposato e padre di due figli.

Con la sua nomina UniCredit ha messo fine alla ricerca del nuovo ceo che si protraeva da oltre 40 giorni e che destava preoccupazione anche nelle alte sfere della politica, visto il delicato momento attraversato dal settore finanziario a livello internazionale.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Jean-Pierre Mustier
    • News24

    UniCredit, più potere al cda. La sede trasferita da Roma a Milano

    UniCredit cambia la governance e sposta la sede sociale da Roma a Milano. Passaggio nell'aria da anni, quest'ultimo, che è stato inserito tra le modifiche approvate oggi pomeriggio - all'unanimità - dal cda presieduto da Giuseppe Vita.

    – di Marco Ferrando

    • News24

    «Più spazio alle strategie, e comunque ai soci spetta l'ultima parola»

    «Nessuno meglio di chi siede nel board è in grado di valutare l'operato dei consiglieri, e le reali necessità della banca in termini di competenze e di capacità», dice Paola Schwizer, ordinario di Economia degli intermediari finanziari presso l'Università di Parma e presidente di Nedcommunity,

    – di Marco Ferrando

    • Agora

    Carige, agli obbligazionisti l'ardua sentenza

    "Tutte le azioni dovranno andare in buca", ha detto stamattina il ceo di Carige Paolo Fiorentino presentando il piano di rilancio della banca in Borsa. Che ha, giustamente, obiettivi ambiziosi: ritorno all'utile già nel 2018, riduzione dei costi del 23% e un Npe ratio (cioè la quota di crediti deteriorati sul totale degli impieghi) all'8,1% nel 2020, un valore "da champions league", come ha detto il manager arrivato a Genova all'inizio dell'estate. Ma il "Transformation program" (nome che riech...

    – Marco Ferrando

    • News24

    Competere con gli Usa su start up e investimenti, serve un Nasdaq europeo

    Mi è capitato spesso, nell'ultimo anno, di ritrovarmi fra i più ottimisti sulle prospettive economiche dell'Europa e dell'Italia. Ora, mentre i segnali positivi sembrano rafforzarsi, penso sia opportuno guardare ai punti di forza su cui possiamo fare leva e a quegli elementi che rappresentano

    – di Jean Pierre Mustier

    • News24

    UniCredit rilancia sul wealth management

    UniCredit punta in maniera decisa sulla crescita della fascia più alta della propria clientela, quella dotata di patrimoni sopra i 5 milioni di euro. E lo ha fa scegliendo una nuova sede generale, di prestigio, per Cordusio Sim, la divisione Wealth Management del gruppo. Situata nel centro di

    • Agora

    Se a Cernobbio piove e a Villa d'Este c'è il sole

    Troppo bello per essere vero. La ripresa, cercata per anni tra i numeri e le espressioni gravi di economisti e imprenditori in transito a Villa d'Este per il workshop Ambrosetti, si è definitivamente materializzata proprio quando l'Europa e il mondo sembrano accartocciarsi tra missili nordcoreani, rigurgiti protezionisti, attacchi cyberterroristici e flussi migratori sempre meno controllabili. Di tutto questo si è parlato ieri e si parlerà fino a domani a Cernobbio, dove per tradizione si cerc...

    – Marco Ferrando

    • News24

    UniCredit, la presidenza e il ruolo di Wyand

    In Unicredit sono cominciate le manovre per definire il nuovo consiglio e anche il futuro vertice. Il perno del cambiamento è ovviamente l'abile ceo Jean Pierre Mustier che è riuscito a portare a termine un'importante operazione sul capitale, rafforzando il patrimonio e dimostrando esperte doti da

    • News24

    Mustier: «UniCredit, oltre alla cedola per i soci una crescita duratura»

    «I motori della banca stanno funzionando a pieno regime», dice Jean Pierre Mustier a Il Sole. «E' un buon segnale per il futuro, anzi un ottimo segnale», osserva il manager da un anno ritornato al ventottesimo piano di Piazza Gae Aulenti. Ai conti del semestre, superiori alle attese, la Borsa ha

    – di Luca Davi e Marco Ferrando

    • News24

    Utile Unicredit a 1,8 miliardi, il titolo balza del 7%

    UniCredit batte le attese del mercato su volumi e capitale, ma conferma le sue stime conservative in tema di remunerazione degli azionisti, con un pay out che resterà al 20% dell'utile netto di qui al 2019, come ha detto ieri il ceo Jean Pierre Mustier. Evidentemente, fresca dell'aumento di

    • News24

    «Pronti per una crescita duratura»

    «I motori della banca stanno funzionando a pieno regime», dice Jean Pierre Mustier a Il Sole 24 Ore, dopo una trimestrale da quasi un miliardo di utili (+40%) nonostante ricavi in calo del 7,2%. In Borsa corre il titolo (+7,2%). Il ceo ha confermato per il 2017, ma anche per 2018 e 2019,

1-10 di 249 risultati