Persone

Jean-Michel Basquiat

Jean-Michel Basquiat (1960 – 1988) è stato un pittore e un writer statunitense. Insieme a Keith Haring è uno dei più importanti esponenti del graffitismo americano.

Nel 1976 Jean-Michel Basquiat ha studiato alla City-as-School di Manhattan, istituto per ragazzi talentuosi ma con difficoltà nelle scuole tradizionali. Nel 1977, all’età di 17 anni ha conosciuto il graffitista Al Diaz, con il quale ha iniziato l’attività di writer, tappezzando i muri di Manhattan con frasi rivoluzionarie e firmandosi Samo, acronimo di Same Old Shit. Nel 1978 Basquiat ha abbandonato gli studi e per guadagnarsi da vivere vendeva cartoline decorate. Ha conosciuto Henry Geldzahler ed Andy Warhol, che l’ha fatto entrare alla sua Factory. Nel 1980 Jean-Michel Basquiat ha debuttato al Time Square Show, retrospettiva che ha segnato la nascita di due avanguardie newyorkesi: la downtown (neopop) e la uptown (rap e graffiti). L’anno successivo ha partecipato al New York/New Wave. Insieme ad Andy Warhol e a Francesco Clemente, nel 1984 Jean-Michel Basquiat ha creato una serie di dipinti a sei mani, commissionati da Bruno Bischofberger. Nel 1985 ha fatto delle esposizioni alla Galerie Bischofberger di Zurigo, alla Mary Boone Gallery di New York e alla Akira Ikeda di Tokyo. Due anni più tardi ha presentato le due opere a New York, nella galleria di Vrej Baghoomian.

Jean-Michel Basquiat è morto nel 1988, all’età di 27 anni, a causa di un’overdose di eroina.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Jean-Michel Basquiat
    • NovaCento

    Presto un OnePlus "Callection"

    Ha collaborato con rinomati artisti contemporanei come Keith Haring e Jean-Michel Basquiat, per citarne solo alcuni.

    – Biagio Simonetta

    • News24

    Sotheby's, il titolo vola e l'Italia cresce, parola di Filippo Lotti

    La settimana prossima Smith divulgherà i risultati del terzo trimestre, un periodo molto importante nel calendario delle attività, perché include le aste di maggio con i risultati delle maggiori aggiudicati di New York di arte impressionista, moderna e contemporanea, tra cui la vendita di 110,5 milioni di dollari per un'opera di Jean-Michel Basquiat.

    – di Marilena Pirrelli

    • News24

    La Pop Art americana domina l'asta di Sotheby's Londra

    Circa un terzo dell'asta e tutti i primi tre realizzi sono legati ai due nomi chiave della pop art americana degli anni '60 e '80: Andy Warhol e Jean-Michel Basquiat.

    – di Giovanni Gasparini

    • News24

    Jho Low (1MDB) e l'asta di beneficenza di Leonardo Di Caprio

    Le autorità hanno affermato che nel 2014, Low ha usato 3,2 milioni di dollari, derivanti da una vendita di obbligazioni 1MDB, per acquistare un dipinto di Pablo Picasso «Nature morte au crâne de taureau» del valore di 3,2 milioni di dollari e altri fondi per acquistare dalla galleria Helly Nahmad a New York nel marzo 2013 per 9 milioni di dollari un collage di Jean-Michel Basquiat, «Redman One», a nome della Tanore, società finanziaria posseduta da Jho Low.

    – di Maria Adelaide Marchesoni

    • News24

    Capolavori in ostaggio

    L'affaire Jho Low, il finanziare malese coinvolto in un'indagine di riciclaggio di denaro negli Stati Uniti, ha posto sotto accusa l'art financing, cioè i finanziamenti di denaro con sottostante l'arte, che in alcuni casi hanno "nascosto" operazioni di riciclaggio di denaro. La vicenda ricostruita

    – di Maria Adelaide Marchesoni e Marilena Pirrelli

    • News24

    Riciclaggio sui capolavori, gli Usa aprono una inchiesta

    Tanore ha anche acquistato da Christie's nel maggio del 2013 «Dustheads» di Jean-Michel Basquiat per 48,8 milioni di dollari, prezzo record e ben al di sopra della stima tra 25-35 milioni.

    – di Maria Adelaide Marchesoni e Marilena Pirrelli

    • News24

    Freestyle a ritmo di sport nella resort 2018 Valentino

    La nozione di melting pot metropolitano come pacifica convivenza e reciproca influenza di identità culturali è più rilevante oggi che mai. La diversità è un valore che le spinte reazionarie o protezioniste ribadiscono e rafforzano, paradossalmente, con intensità se possibile doppia. L'epitome della

    – di Angelo Flaccavento

    • News24

    Aste: raggiunti 110 milioni di dollari per dipinto Basquiat

    Oltre 110 milioni di dollari. E' la cifra offerta da un imprenditore giapponese per un'opera di Jean-Michel Basquiat nel corso dell'asta che si è tenuta il 18 maggio da Sotheby's a Manhattan. Stabilendo un nuovo record per un artista americano nelle vendite della casa d'aste.

    – di Silvia Sperandio

    • News24

    Maestà, che silhouettes!

    Se non fosse uno dei più grandi storici dell'arte del nostro tempo e padre di un intero ramo della disciplina (per primo ha usato le armi della filologia per lo studio di mobili e arredi di corte), Alvar González-Palacios potrebbe primeggiare come pittore, e in particolare come pittore di ritratti

    – di Marco Carminati

    • News24

    Steve Cohen riporta in asta "La Hara" di Basquiat per 28 milioni di dollari

    Associare il nome Steve Cohen a quello di Jean-Michel Basquiat è una operazione di co-branding formidabile. Il prossimo 17 maggio Christie'swww.christies.com offrirà un importante dipinto di Jean-Michel Basquiat (1960-1988) intitolato "La Hara" con una stima di 22 - 28 milioni di dollari,

    – di Gabriele Biglia

1-10 di 113 risultati