Persone

Jean-Claude Trichet

Jean-Claude Trichet è nato il 20 dicembre del 1942 a Lione ed è un banchiere ed economista francese.

Tra il 1°novembre del 2003 ed il 31 ottobre del 2011 è stato Presidente della Banca centrale europea.

Dal 1° settembre del 1993 al 1° novembre del 2003 è stato
Governatore della Banca di Francia.

Nel 1966 si è laureato in economia all'università di Parigi e successivamente si è perfezionato all'École nationale d'administration (ENA).
Nella sua lunga e brillante carriera, Trichet ha ricoperto numerosi ruoli di vertice nell'amministrazione pubblica francese.

Nel 1978 è stato consigliere del Presidente della Repubblica Francese Valéry Giscard d'Estaing.

Successivamente è stato chiamato da Édouard Balladur, titolare del relativo ministero, a rivestire l'incarico di direttore delle Finanze nel secondo governo Chirac.

Dal 1987 al 1993 è stato invece il direttore del ministero del Tesoro.
Nel 1993 è stato chiamato alla guida della Banca di Francia, incarico che mantenne fino al 2003 quando, subentrando a

Wim Duisemberg, ha assunto l'incarico di vertice nella Bce.

Alcuni Stati membri dell’Unione europea avrebbero voluto che Trichet assumesse l’incarico già nel 1998, ma alla fine con una soluzione di compromesso Duisemberg fu nominato come primo presidente della Banca Centrale europea con l’accordo che si sarebbe dimesso a metà mandato a favore di Jean-Claude Trichet.

In qualità di presidente della BCE, Trichet è stato nominato nel 2007 dal Financial Times persona dell’anno per la gestione della crisi dei subprime.
Tra le numerose onorificenze ricevute, vi sono quella della Légion d’honneur, quella di ufficiale dell’ordine nazionale del merito di Francia e di Germania.

Nel 2008 inoltre è stato insignito del premio “Vision for Europe” per il suo impegno a favore dell’unificazione europea.

Dal 2011 è presidente, in sostituzione di Mario Monti, del gruppo europeo della Commissione Trilaterale.

E' presidente del Gruppo dei Trenta e dall'aprile 2012 è presidente di Bruegel.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Jean-Claude Trichet
    • News24

    Weidmann: «La Bce non può sostituirsi ai Governi»

    L'uomo che voleva essere re della finanza europea irrompe dentro il Margarete, un elegante ristorante moderno non lontano dal quartier generale della Banca centrale europea, con dieci minuti di anticipo. Ha l'aspetto del classico manager tedesco rampante di mezza età: indossa un completo blu scuro

    – di Claire Jones

    • News24

    Bce, lo spagnolo de Guindos favorito per la vicepresidenza

    Entra nel vivo la corsa alla successione del portoghese Victor Constancio, vicepresidente della Banca centrale europea. Il ministro dell'Economia spagnolo, Luis de Guindos Jurado, ha di fatto formalizzato la sua candidatura dichiarando di essere «fiducioso» sulla possibilità che gli venga offerta

    – di Riccardo Sorrentino

    • Agora

    Le nomine alla BCE - Gli interessi della Germania e l'agenda dell'Italia

    Tra poche settimane i governi della zona euro saranno chiamati a scegliere il nuovo vice presidente della Banca centrale europea. Dopo otto anni a Francoforte, Vítor Constâncio lascerà l'istituto monetario il prossimo 31 maggio. I ministri delle Finanze hanno tempo fino al 7 febbraio per presentare i propri candidati. Si presume che Madrid proporrà l'attuale ministro delle Finanze Luis de Guindos, 58 anni. In ballo potrebbero esserci anche due banchieri centrali irlandesi: il governatore Philip ...

    – Beda Romano

    • News24

    Bce, il memoriale della Shoah nel cuore dell'Europa

    Dal 27° piano dell'imponente grattacielo della Bce, lo sguardo si sperde e curiosa scrutando questa ambiziosa e laboriosa Francoforte. Poi l'occhio si posa su alcuni esili solchi diritti e neri che si stagliano su un piccolo piazzale in cemento bianco candido, circondato da un praticello verde

    – di Isabella Bufacchi

    • News24

    Se la Borsa supera il Pil c'è poco da festeggiare

    Il 2017 è stato un altro anno record per le Borse e gli altri mercati mobiliari mondiali. E fa effetto sapere che proprio grazie alla Borsa, i primi 70 miliardari del mondo hanno visto salire il loro patrimonio di oltre mille miliardi di dollari in 12 mesi.

    – di Alessandro Plateroti

    • Agora

    Draghi pronto a ridurre gli acquisti di bond, il Qe ha raggiunto lo zenit in Eurolandia

    Cala seppur con gradualità il sipario sul quantitative easing, la politica monetaria non convenzionale con cui Mario Draghi sulla scia della Fed di Ben Bernanke ha evitato la trappola della deflazione in Europa sullo stile di quanto è accaduto in Giappone. E a sancire l'addio, stabilendo tempi e modi del 'Qe', cioè l'uscita dal quantitative easing che ha raggiunto se non gli scopi  per cui è stato messo in campo  almeno lo zenit del suo percorso, sarà la riunione della Bce di giovedì 26 ottobre ...

    – Vittorio Da Rold

    • News24

    Trichet: nessun timore dalla riduzione del Qe, ma l'Europa deve muoversi

    E' tempo di tapering, di riduzione del QE, ma non è tempo per l'Europa di sedersi sugli allori della crescita. «Non dobbiamo essere compiacenti per dove siamo arrivati. L'Eurozona è alla rincorsa degli Stati Uniti che sono avanti a noi nel ciclo economico di due, tre anni, il nostro ciclo è in

    – di Isabella Bufacchi

    • News24

    Il tapering della Bce non spaventa il settore bancario

    Tornare alla normalità, dopo anni straordinari di Qe e tassi allo zero bound, avrà dei costi, per le imprese, per le banche, per lo Stato: il denaro sarà più caro, indebitarsi sarà più oneroso, i tassi d'interesse saliranno, lo spread è previsto in allargamento con un aumento del premio del

    – di Isabella Bufacchi

    • News24

    Conti economici e agenda europea, al via la kermesse di Cernobbio

    I conti economici europei e italiani, a partire dalla imminente legge di bilancio; la gestione del flusso dei migranti; la riapertura del dossier sulla legge elettorale. Ma anche temi internazionali di cronaca come le tensioni sulla Nord Corea. O gli impatti della tecnologia sul lavoro in Italia e

    • News24

    «Più convergenze che scontri tra i due Paesi»

    «Non credo che questi due casi (Fincantieri e Tim) siano rappresentativi dei rapporti economici tra Italia e Francia, che sono molto più profondi e sviluppati - e con vantaggi reciproci - di quanto non venga generalmente rappresentato», afferma Lorenzo Bini Smaghi, ex membro del board della Bce ai

    – Vittorio Da Rold

1-10 di 1435 risultati