Persone

Jean-Luc Mélenchon

Jean-Luc Mélenchon (nato a Tangeri, 19 agosto 1951) è un politico francese, il più anziano dei candidati alle presidenziali. Mélenchon è stato escluso dal secondo turno e non andrà però al ballottaggio avendo ottenuto al primo il 19,6% dei voti.

E’ stato eletto senatore socialista già nel 1976 e nel 1988 è tra i fondatori della corrente di sinistra del PS, che lascia a fine del 2008 per creare il parti de gauche (sul modello del tedesco Die Linke) con il quale si è presentato alle presidenziali del 2012 raccogliendo l’11% dei suffragi.

Per la corsa delle presidenziali del 2017 ha creato un nuovo movimento “La France insoumise” (la Francia ribelle) sostenuto anche dal parttito comunista, con l’obiettivo di riunire tutta la sinistra radicale.

Ammiratore di Fidel Castro e Hugo Chavez e appassionato di nuove tecnologie, ha promesso durante la campagna elettorale iper tech e molto social (per moltiplicare i suoi comizi ha utilizzato degli ologrammi) “una rivoluzione dei cittadini per mettere fine alla monarchia”.

Ultimo aggiornamento 24 aprile 2017

Ultime notizie su Jean-Luc Mélenchon
    • News24

    La destra sovranista appoggia Le Pen

    Mentre il leader della sinistra radicale Jean-Luc Mélenchon (19,6% al primo turno) conferma l'intenzione di non dare alcuna indicazione di voto per il ballottaggio - pur assicurando che lui non voterà di certo Marine Le Pen, facendo capire che opterà per una scheda bianca.

    – Marco Moussanet

    • News24

    Perché i socialisti non sanno più vincere

    Di fatto, ancor prima dell'irruzione sulla scena di Jean-Luc Mélenchon che ha concorso adesso ad affondare la candidatura di Hamon, si è assistito nel corso degli ultimi anni all'indebolimento in Germania della Spd (dopo la nascita di Die Linke), alla scomparsa in Grecia del Pasok (surclassato da Syriza), al declino in Spagna del Psoe (dopo l'avvento di un movimento come "Podemos"), alla caduta verticale nelle recenti elezioni in Olanda del Partito del Lavoro (dopo il distacco dalla sua...

    – di Valerio Castronovo

    • News24

    La mappa del voto: il nuovo bipolarismo francese

    Da una parte i grandi centri urbani e dall'altra i paesi e la campagna. Da una parte l'Ovest più ricco e dall'altra l'Est impoverito dalla crisi. La mappa del voto al primo turno delle presidenziali francesi evidenzia con grande efficacia il nuovo bipolarismo che si è creato nel Paese. A quello

    – di Marco Moussanet

    • News24

    Francia: per i media belgi Macron in testa, seconda Le Pen

    Emmanuel Macron in testa con il 24%, Marine Le Pen seconda con il 22%. Sono questi, secondo la Rtbf, il servizio radiotelevisivo pubblico belga, i primissimi risultati di un sondaggio non ufficiale effettuato a metà giornata all'uscita dalle urne francesi e ottenuto dalla stessa Rtbf, che lo

    • News24

    Le spinte anti-sistema che agitano anche Roma

    Queste presidenziali di Francia non saranno come le altre, che pure spesso sono state drammatiche e combattute. Due le ragioni: questa volta, per la vita o per la morte, il futuro dell'Europa e del consustanziale asse franco-tedesco passeranno di lì. Senza scappatoie possibili. E mai come questa

    – di Adriana Cerretelli

    • News24

    Francia, la madre di tutte le elezioni che decide il futuro dell'Europa

    PARIGI. Finalmente, il voto. Dopo quasi sei mesi di una campagna elettorale troppo lunga (iniziata sostanzialmente in novembre, con l'ufficializzazione della candidatura di Emmanuel Macron e le primarie della destra), oggi si è votato e alle 20 si sono ciusi i seggi di quella che per la "monarchia

    – dal corrispondente Marco Moussanet

1-10 di 66 risultati