Ultime notizie:

James Baldwin

    • News24

    Alle origini del «Manifesto»

    Tra il 1843 e il 1847, molte cose cambiarono nell'esistenza di Marx e di Engels, nella vita pubblica come nella privata. Marx era nato nel '18 e Engels nel '20; a giudicarli con la lentezza dell'ingresso nella maturità che è tipica dei nostri anni, erano poco più che ragazzi, e la loro produzione

    – di Goffredo Fofi

    • Agora

    Nel bicentenario della nascita, Raoul Peck racconta il suo Marx, dal 5 aprile sugli schermi: "Urgente oggi più prima"

    Forse per osmosi con la sua vita romanzesca, Raoul Peck è riuscito con Il giovane Karl Marx, dal 5 aprile nelle sale, a ricostruire con rispetto e profondità la complessa figura del più studiato, contestato, "sequestrato" filosofo contemporaneo. Nato a Port-au-Prince nel 1953, ingegnere e regista, fotografo e giornalista, Peck rimane in esilio volontario negli anni della dittatura del suo Paese per poi ritornarvi dal 1995 al 1997 come Ministro della cultura. Primo regista caraibico ad accedere a...

    – Cristina Battocletti

    • News24

    Parigi e le magìe di Elsa

    C'è stato un momento, alla metà degli anni Ottanta, in cui la Francia ha riscoperto con entusiasmo la letteratura italiana, dopo l'amore, soprattutto cinematografico, per il neorealismo del dopoguerra. Calvino viveva spesso a Parigi, Moravia era di casa, ma gli editori andavano allora soprattutto a

    – Elisabetta Rasy

    • Agora

    Da domani nelle sale "I'm not your negro", un monito contro ogni tipo di razzismo. L'intervista al regista Raoul Peck

    «Il futuro dei negri in questo Paese è luminoso o buio quanto lo è quello della nazione». Con parole cadenzate James Baldwin avvertiva l'America degli anni Sessanta, mentre fischiava e sputava sui ragazzini di colore che entravano per la prima volta, scortati dalla polizia, nelle scuole per sedere sui banchi accanto ai bianchi. La sua figura magra e sconsolata, il suo periodare secco, mai tribunizio, appaiono in I'm not your negro di Raoul Peck, in corsa questa notte agli Oscar come miglior docu...

    – Cristina Battocletti

    • News24

    «Europei guardate il mio film»

    «Il futuro dei negri in questo Paese è luminoso o buio quanto lo è quello della nazione». Con parole cadenzate James Baldwin avvertiva l'America degli anni Sessanta, mentre fischiava e sputava sui ragazzini di colore che entravano per la prima volta, scortati dalla polizia, nelle scuole per sedere

    – di Cristina Battocletti

    • News24

    I Am Not Your Negro di Raoul Peck

    Raoul Peck riprende in questo documentario la storia dello scrittore James Baldwin che, alla fine degli Settanta, iniziò a lavorare a un'opera molto personale per invitare a riflettere sulle condizioni degli americani di colore e sulla cultura che tende a emarginarli. Un'opera rimasta incompiuta e

    • News24

    I Am Not Your Negro di Raoul Peck

    Uno dei documentari più attesi dell'anno, nominato insieme a «Fuocoammare» al premio Oscar di categoria. Raoul Peck ripercorre la storia del razzismo negli Stati Uniti riprendendo le parole dello scrittore James Baldwin. La voce narrante è di un nome d'eccezione come Samuel L. Jackson.

    • News24

    «Yiddish» e altre identità

    Uno spettro si aggira per l'Europa: lo spettro dei figli, dei fratelli, dei giovani di belle speranze fuggiti con le loro belle speranze da un continente vecchio e disperante. Che sia in corso una diaspora, di cervelli e non solo, è sotto gli occhi di tutti; lo ricorda pure una barzelletta yiddish

    – di Camilla Tagliabue

1-10 di 18 risultati