Le nostre Firme

Jacopo Giliberto

    • News24

    Nella città modello degli emiri la metropolitana arriva da Acerra

    Due storie elettriche. I ripetitori dei telefonini si alimentano con le fonti rinnovabili di energia come il sole e il vento, indispensabili per dare il servizio di comunicazioni nei luoghi remoti ma popolatissimi in cui l'apparecchio "mobile" è il collegamento con il mondo. E la metropolitana di

    – di Jacopo Giliberto

    • Agora

    La foca monaca trascorre l'inverno sull'isola di Favignana

    La foca monaca, dichiarata estinta in Italia, torna durante l'inverno alle isole Egadi, in Sicilia. La sua presenza a Favignana è stata accertata all'ultimo controllo, nel dicembre 2017. Un risultato eccezionale considerato che è l'isola più abitata dell'arcipelago. Lo documentano le fototrappole installate dall'Istituto Superiore per la Ricerca Applicata al Mare (Ispra) in collaborazione con l'Area Marina Protetta locale. La Foca monaca del Mediterraneo era osservata regolarmente nelle isole Eg...

    – Guido Minciotti

    • News24

    Rifiuti speciali in aumento. Riutilizzato e riciclato il 65%

    Rifiuti industriali: l'Italia produce 135,1 milioni di tonnellate l'anno di rifiuti speciali, con una crescita del 2% rilevata nel 2016 da un nuovo Rapporto dell'Ispra. La maggior parte di questi scarti prodotti dalle attività economiche e lavorative sono calcinacci dell'edilizia; inoltre la

    – di Jacopo Giliberto

    • Agora

    vendere di più usando l'indignazione per l'ambiente.

    il business dell'ecologia. il business della guerra contro la plastica odiata. in questi giorni decine di aziende hanno hanno fatto appello agli indignati della plastica per propagandare il loro impegno antipolimeri. un esempio per tutti: ecco come la nissan promuove una sua vettura sfruttando il turbamento internazionale suscitato dalla spazzatura in mare. https://www.youtube.com/watch?v=yx8xRMwFIYQ

    – Jacopo Giliberto

    • News24

    Tap, gli errori del ministro Costa sull'aumento dei consumi di metano

    E' sufficiente un po' di controllo dei dati o, come si dice oggi, di fact-checking per scoprire che il nuovo ministro dell'Ambiente Sergio Costa sul Tap si è sbagliato: i consumi di metano non sono in calo. Al contrario. Da 13 trimestri la domanda italiana di gas sta crescendo.

    – di Jacopo Giliberto

    • News24

    Clima, sempre più tornado in Italia. Enea e Cnr spiegano il perché

    Sarà sempre più frequente in Italia il tornado che spazza la spiaggia e scompagina le barche ormeggiate. Sempre più spesso vedremo i video del vortice che strappa le tettoie, la tromba d'aria mentre divelle i cartelloni e lancia nell'aria le tegole dei tetti. Il riscaldarsi della superficie del

    – di Jacopo Giliberto

    • News24

    Boom di rifiuti a Roma. Andranno a Bari e Foggia

    I rifiuti che oggi intasano Roma, lievitati a sorpresa del 10%, finiranno in impianti di trattamento a Bari e Foggia come anticipato dal Sole24Ore, e per il momento esce di scena la candidatura di Cerignola, come ha confermato oggi pomeriggio l'Ager, l'agenzia regionale pugliese che gestisce i

    – di Jacopo Giliberto

    • News24

    Risposte razionali a domande emotive

    La scienza impegna i neuroni. Chiede studio. Esige competenza. Si parla spesso di antiscienza. Molte persone diffidano della chimica, una scienza di tutti i giorni che ci dà il gas raffreddante del frigo, le medicine, gli inchiostri delle etichette, lo schermo antigraffio del telefonino,

    – di Jacopo Giliberto

    • News24

    Il Paese in prima fila nella corsa Ue alle rinnovabili

    Era il 1965, il gasolio si chiamava nafta e lo usavano solamente i camion e i trattori; la benzina era divisa in due prodotti: la gialla (normale, numero di ottano 87) e la super (rossa, numero di ottano 95) i cui prezzi erano fissati per legge. La corrente elettrica si chiamava luce. Era prodotta

    – di Jacopo Giliberto

    • News24

    Maximulta europea per le città senza depuratore: ecco le regioni in ritardo

    L'Italia condannata dalla Corte europea di giustizia per non avere completato le fogne e i depuratori di 74 città, soprattutto in Sicilia. La condanna è di 25 milioni più 30 milioni per ogni sei mesi di ritardo nel completare i lavori. La sentenza di primo grado, nel 2012, era stata assai più

    – di Jacopo Giliberto

1-10 di 1675 risultati