Ultime notizie:

Italo Calvino

    • News24

    Dalla gavetta alla mensa aziendale: breve storia della pausa pranzo

    Italo Calvino, nel racconto dei primi anni Cinquanta La collana della regina, descrive così i due operai Pietro e Tommaso, una amicizia scossa dall’idea del matrimonio fra i loro figli: «A Tommaso, al vedere lì Pietro pasciuto, spensierato – tale almeno gli pareva – mentre lui mandava giù forchettate quasi impalpabili di cavolfiore bollito, venne una tale rabbia che il piatto d’alluminio prese a tremare sullo zinco del tavolo come se ci fossero gli spiriti.

    – di Paolo Bricco

    • News24

    Che si fa di Anna Frank?

    Oltre al patron Giulio Einaudi, si sono succeduti negli anni, tra gli altri, Norberto Bobbio, Giulio Bollati, Italo Calvino, Luciano Foà, Natalia Ginzburg, Massimo Mila, Cesare Pavese, Giaime Pintor, Elio Vittorini, Daniele Ponchiroli, di cui, con l’ottima curatela di Tommaso Munari, sono state date alle stampe le annotazioni di vita fuori e dentro la redazione ne

    – di Cristina Battocletti

    • NovaCento

    La verità e il lavoro ben fatto a Lido di Camaiore

    Un viaggio in compagnia di Primo Levi e di Philip Roth, di Italo Calvino e di Cesare Pavese, del papà di Steve Jobs e di mio padre alla scoperta della verità del lavoro ben fatto che cambia noi stessi e il mondo.

    – Vincenzo Moretti

    • Agora

    Che si fa di Anna Frank? Nonostante l'entusiasmo di Natalia Ginzburg per il «Diario», Einaudi ne affidò la lettura fuori dal comitato del «mercoledì» con un anomalo iter editoriale

    Oltre al patron Giulio Einaudi, si sono succeduti negli anni, tra gli altri, Norberto Bobbio, Giulio Bollati, Italo Calvino, Luciano Foà, Natalia Ginzburg, Massimo Mila, Cesare Pavese, Giaime Pintor, Elio Vittorini, Daniele Ponchiroli, di cui, con l'ottima curatela di Tommaso Munari, sono state date alle stampe le annotazioni di vita fuori e dentro la redazione ne La parabola dello Sputnik.

    – Cristina Battocletti

    • NovaCento

    Come "fabbricare" le Soft Skills: niente di più hard

    Non andare sempre fino in fondo. C'è tanto in mezzo (Elias Canetti) La mia operazione è stata il più delle volte una sottrazione di peso (Italo Calvino) Il «sapere come» non sempre si traduce in un «sapere che», e quindi in conoscenze trasmissibili (Giovanni Jervis) Bisogna sfidare la certezza di poter conoscere tutto di un'epoca segnata dal progresso scientifico. A renderci umani sono lo stupore, la sensazione dell'ignoto e la consapevolezza del limite (cfr Edgar Morin) SOMMARIO: il contesto in...

    – Andrea Granelli

    • NovaOther

    Creare le collonne sonore da una fotografia

    Che suono può avere piazza Tienanmen a Pechino? O di un porticciolo finlandese al crepuscolo? O, ancora, un finale di serata by the river a Buenos Aires? Un nuovo progetto collaborativo a cura di una piattaforma americana denominato "Sound photography", sta raccogliendo contributi in tutto il mondo da parte di fotografi e musicisti per creare un database di immagini e suoni geolocalizzati su una mappa del globo: è il più grande finora mai realizzato e al momento ci sono 166 artisti coinvolti d...

    – Michele Weiss

    • NovaCento

    Note a margine 21: Vito Verrastro

    INDICE @ Ci siamo @ A casa di Maria @ Jepis, Antonio e gli incipit @ La pizza da Michele @ Fatte da noi @ Senza dolcino @ La panchina di Giovanni @ Run Radio @ Bar/co Cerillo e le miniature di Letizia @ Letizia and me @ Giovanni e Felice Mariella @ Il booktrailer @ Ci vediamo da Sara @ Hoka Hey @ Vicoletto Belledonne a Chiaja @ Novelle d'Agosto @ Tu chiamale se vuoi, emozioni @ Ce la possiamo fare @ Next stop Guardia Perticara @ Simone Bigongiari @ Vito Verrastro Ci siamo Torna alle Note Ca...

    – Vincenzo Moretti

    • News24

    Vendere libri coccolando gli autori

    «Alla Scuola per Librai di Venezia, ci spiegarono che aprire la nostra libreria sarebbe stato un errore: troppo grande per un piccolo centro di provincia. Alla sera, in albergo, io mi misi a piangere». Lorenza Manfrotto è proprietaria con le sorelle Lavinia e Veronica della Libreria Palazzo Roberti.

    – di Paolo Bricco

    • News24

    Salone di Torino, se il libro sostituisce la tecnologia

    A maggio si rinnova il rito del Salone del Libro: rito, non consuetudine, semplicemente in ragione del fatto che i suoi trentuno anni di storia ce lo rendono una memoria che si rinnova di volta in volta e che proprio nel suo ripresentarsi a ogni primavera trova la forza per essere un appuntamento

    – di Giuseppe Lupo

1-10 di 334 risultati