Aziende

Italgas

Italgas è leader in Italia ed è uno dei principali operatori in Europa nella distribuzione del gas naturale. Vanta 180 anni di esperienza ed è la società che ha accompagnato lo sviluppo economico e sociale del Paese favorendone la crescita sostenibile.

La società è quotata nell'indice FTSE MIB della Borsa di Milano.

Fondata nel 1837 a Torino, come Compagnia di Illuminazione a Gaz per la Città di Torino, nel corso degli anni ha cambiato più volte denominazione, divenendo prima Società Italiana per il Gas e infine Italgas S.p.A.

Nel 1967 la Società passò sotto il controllo di Eni, già allora uno dei più importanti gruppi energetici al mondo. A partire dal 1970 Italgas si rese protagonista del processo di metanizzazione del Paese rafforzando notevolmente la propria presenza anche nel centro-sud.

Nel 2016, nell'ambito di un progetto di riorganizzazione industriale di Snam, Italgas viene separata e quotata in Borsa dopo 13 anni di assenza in conseguenza del delisting operato da Eni nel 2003.

Italgas detiene la partecipazione totalitaria di Italgas Reti, alla quale fanno capo le partecipazioni azionarie nelle Controllate e Collegate. Attraverso le Controllate e Collegate opera in 1.582 Comuni, gestisce una rete che si estende complessivamente per circa 65.000 chilometri con 7,4 milioni di utenze servite.

Le principali partecipazioni azionarie, per numero di utenze servite, riguardano le società Napoletanagas (99,69%), ACAM Gas (100%), Toscana Energia (48%), Metano S. Angelo Lodigiano (50%) e Umbria Distribuzione Gas (45%).

Al 31 dicembre 2016 i ricavi totali della società ammontavano a 1.079 milioni di euro, mentre gli utili netti erano pari a 221 milioni di euro.

Presidente di Italgas è Lorenzo Bini Smaghi, mentre amministratore delegato è Paolo Gallo, la sede principale della società è a Milano, in via Carlo Bo n. 11.

Ultimo aggiornamento 07 aprile 2017

Ultime notizie su Italgas
    • News24

    Pil Usa limita vendite in Borsa. Milano a -0,4% con Eni pesante

    Il calo di Eni e dei bancari porta Milano al terzo calo consecutivo in una seduta fiacca per i listini azionari europei che hanno chiuso comunque lontani dai minimi grazie al miglioramento della stima sul Pil americano del I trimestre (rivisto da +0,7% a +1,2%). Il FTSE MIBha ceduto lo 0,38%. Le

    – di E. Micheli e A. Fontana

    • News24

    Petrolio sotto 50$ dopo accordo Opec. Milano chiude a -0,4%

    Il dietrofront del petrolio dopo l'accordo previsto tra i Paesi Opec per l'estensione a marzo 2018 degli accordi sui tagli alla produzione fa scattare forti vendite sul barile di greggio e determina una seduta sottotono per le Borse europee. A New York il prezzo dell'oro nero è tornato sotto i 50

    – di C. Di Cristofaro e A.Fontana

    • News24

    Europa debole dopo downgrade Cina. A Milano (-0,2%) crolla Ferragamo

    Seduta fiacca per le Borse europee, penalizzate dal downgrade al rating cinese decretato da Moody's (il primo da 28 anni), mentre il petrolio - alla vigilia del vertice Opec - avanza dello 0,1% dopo il calo oltre le attese delle scorte americane di greggio con il Wti a 51,5 dollari al barile.

    – di Cheo Condina

    • News24

    Energia: il Politecnico di Torino alleato con il colosso cinese

    Il progetto, firmato dalla multiutility cinese State Grid Corporation of China, è ambizioso e visionario. E vede come partner sul fronte della ricerca e della formazione anche il Politecnico di Torino. La firma dell'accordo nel pomeriggio di ieri tra il rettore, Marco Gilli, e ildirettore generale

    – di Filomena Greco

    • News24

    Gli attentati non scuotono le Borse, Piazza Affari chiude a +0,46%

    Giornata tranquilla per le Borse, che chiudono positive nonostante i tragici attentati di Manchester mentre lo spread Btp-Bund si restringe a quota 170 punti base e il petrolio risale dello 0,3% con il Wti a 51,3 dollari al barile. Gli operatori, nel giorno dell'Ecofin, si sono concentrati sui dati

    – di Cheo Condina

    • News24

    In Borsa lunedì stacco cedole per 20 big: Intesa e Generali le più «generose»

    Tempo di dividendi per metà delle società del FTSE MIB. Saranno venti lunedì 22 maggio le blue-chip di Piazza Affari che tratteranno ex-cedola, un'operazione che comporterà un calo tecnico dell'indice in avvio dell'1,54% (pari a 332,22 punti du Ftse Mib). Le due principali big (in termini di

    – di Andrea Fontana

    • News24

    In Borsa lunedì stacco cedole per 20 big: Intesa e Generali le più «generose»

    Tempo di dividendi per metà delle società del FTSE MIB. Saranno venti lunedì 22 maggio le blue-chip di Piazza Affari che tratteranno ex-cedola, un'operazione che comporterà un calo tecnico dell'indice in avvio dell'1,54% (pari a 332,22 punti du Ftse Mib). Le due principali big (in termini di

    – di Andrea Fontana

    • News24

    Il Russiagate spaventa i listini. Milano a -2,3% con Fiat ko

    La bufera Trump si abbatte sui mercati finanziari e gli operatori corrono ai ripari facendo dietrofront dopo settimane di massimi sui listini azionari. L'uno-due di indiscrezioni sul caso già ribattezzato come Russiagate, e relativo ai rapporti tra l'amministrazione Trump e Mosca (prima le

    – di E. Micheli e A. Fontana

    • News24

    Nuovi record a Wall Street, Milano chiude a +0,4% con l'euro ai massimi

    Seduta volatile per le Borse europee che chiudono contrastate una giornata caratterizzata da pochi dati macro eccezion fatta per la produzione industriale Usa, salita ai massimi da quattro anni. Senza direzione anche Wall Street, che ha aperto sui nuovi massimi per poi ripiegare con l'euro che

    – di Cheo Condina

    • News24

    Milano chiude positiva in scia Wall Street e rally greggio. Corre Atlantia

    Chiusura positiva a Piazza Affari nella prima seduta della settimana. In lieve progresso anche Parigi, Francoforte e Londra, sulla scia di Wall Street. I principali indici continentali hanno avuto un andamento altalenante per gran parte della giornata, oscillando sulla parità senza particolari

    – di Flavia Carletti

1-10 di 164 risultati