Ultime notizie:

Isabelle Huppert

    • Agora

    E' in sala "Eva" di Benoît Jacquot: Il regista racconta il rapporto con Huppert e Moreau

    Autore raffinato, profondo indagatore, a volte eccessivamente intellò, dei rapporti di coppia e della psicologia femminile, Benoît Jacquot, classe 1947, porta sugli schermi dal 3 maggio Eva basato sul romanzo Eve di James Hadley Chase. Un thriller che vede protagonista una Isabelle Huppert calcolatrice, subdola, materialista, che conferma la fama di Jacquot di saper affinare le capacità delle attrici anche in ruoli estremi. Un'attitudine alla maieutica, iniziata quando un Jacquot diciassettenne ...

    – Cristina Battocletti

    • News24

    Joaquin Phoenix magistrale in «A Beautiful Day»

    Una grande prova d'attore è protagonista del weekend in sala: Joaquin Phoenix è intenso più che mai in «A Beautiful Day» di Lynne Ramsay, uno dei film più attesi della settimana.

    – di Andrea Chimento

    • News24

    Addio a Vittorio Taviani, maestro del cinema poetico e realista

    Si è spento a 88 anni Vittorio Taviani, regista toscano che insieme al fratello Paolo ha fatto la storia del nostro cinema. Nato a San Miniato il 20 settembre del 1939 (il fratello Paolo è nato due anni dopo), Vittorio si è appassionato al cinema fin dalla giovane età ed è stato tra gli animatori

    – di Andrea Chimento

    • News24

    Il russo «Dovlatov» e il paraguayano «Las herederas» i migliori film della Berlinale

    Raccontano le malattie delle società inceppate i due migliori film offerti finora in concorso dalla 68esima edizione della Berlinale: Dovlatov di Alexey German Jr e Las Herederas di Marcelo Martinessi. Il regista russo, già Leone d'argento per Soldato di carta nel 2008 e Orso d'argento per Under

    – di Cristina Battocletti

    • Agora

    Berlinale '68: il russo «Dovlatov» e il paraguayano «Las herederas» sono per ora i film migliori

    Raccontano le malattie delle società inceppate i due migliori film offerti finora in concorso dalla 68esima edizione della Berlinale: Dovlatov di Alexey German Jr e Las Herederas di Marcelo Martinessi. Il regista russo, già Leone d'argento per Soldato di carta nel 2008 e Orso d'argento per Under Electric clouds, ha seguito lo scrittore Sergej Dovlatov, vittima, insieme all'amico Joseph Brodsky e ad altri intellettuali della Leningrado degli anni Settanta, dell'ostruzionismo del regime nei confr...

    – Cristina Battocletti

    • News24

    Berlino, coraggioso e spiazzante «Transit» di Christian Petzold

    Buona la prima per il cinema tedesco in concorso a Berlino: oggi è stato presentato «Transit» di Christian Petzold, notevole esordio per i padroni di casa nella competizione principale della kermesse.Mentre Parigi è sotto l'assedio dei tedeschi, il protagonista Georg fugge a Marsiglia con i

    – di Andrea Chimento

    • News24

    Festival di Berlino: malinconico e raffinato «Grass» di Hong Sang-soo

    Esattamente un anno dopo la partecipazione in concorso con «On the Beach at Night Alone», il regista sudcoreano Hong Sang-soo torna al Festival di Berlino con «Grass», un'opera perfettamente coerente con la sua poetica minimalista e raffinata.Presentato nella sezione Forum della kermesse tedesca,

    – di Andrea Chimento

    • Agora

    La borghesia senza amore di Michael Haneke: "E'?la fotografia della nevrosi dei Paesi ricchi contro quelli poveri"

    Michael Haneke precipita i bambini dei suoi film nello stesso gorgo feroce degli adulti: ne Il nastro bianco (Palma d'oro a Cannes nel 2009) infilzavano uccellini con le forbici. In Happy End, dal 30 novembre nei cinema, E've (Fantine Harduin), una quasi tredicenne che ha nel corpo tutte le acerbità di una bambina, affronta la depressione della madre, finge di aver assorbito la morte del fratellino e la nuova famiglia del padre Thomas (Mathieu Kassovitz) riproducendo gli schemi di indifferenza e ...

    – Cristina Battocletti

    • News24

    Borghesia senza amore

    Michael Haneke precipita i bambini dei suoi film nello stesso gorgo feroce degli adulti: ne Il nastro bianco (Palma d'oro a Cannes nel 2009) infilzavano uccellini con le forbici. In Happy End, dal 30 novembre nei cinema, E've (Fantine Harduin), una quasi tredicenne che ha nel corpo tutte le acerbità

    – di Cristina Battocletti

1-10 di 197 risultati