Le nostre Firme

Isabella Bufacchi

    • News24

    Il dopo-Draghi e i dubbi su Weidmann

    Avranno iniziato con il ministro europeo delle Finanze, prendendola alla larga. Poi Merkel e Macron saranno arrivati al dunque, le "poltrone finanziarie" in scadenza o in ballo, otto solo in Bce compresa quella di Draghi. Un gioco che rischia di lasciar un Paese senza: l'Italia.

    – di Isabella Bufacchi

    • News24

    In Germania torna il timore dell'Italia «cicala»

    FRANCOFORTE - «Questa è la Germania più europeista degli ultimi venti anni. Non vedevo una linea politica così pro-Ue in un governo tedesco dai tempi di Kohl». Questo spassionato commento di un alto dirigente tedesco di un'istituzione europea (che preferisce mantenere l'anonimato) si riferisce alle

    – di Isabella Bufacchi

    • News24

    Germania, la Grosse Koalition promuove il Fondo monetario europeo

    Il Fondo monetario europeo si farà: il solo fatto che si sia conquistato una menzione nell'accordo preliminare della Grande Coalizione in Germania, e persino con qualche dettaglio oltre le attese, è il segnale che almeno su questo grande progetto non si tornerà indietro. Oltre alla Germania della

    – di Isabella Bufacchi

    • News24

    Governo tedesco, Spd costretta a concessioni

    La Germania avrà un governo di Grande Coalizione che lavorerà per rinnovare la Germania, per migliorare la vita di tutti i cittadini tedeschi, dai bambini ai pensionati, dagli asili alle case di cura. Un governo che investirà di più nelle infrastrutture, nell'edilizia abitativa, nel digitale, nella

    – di Isabella Bufacchi

    • News24

    Germania, il fisco sul tavolo dei negoziati per il Governo

    Si avviano oggi in Germania i negoziati preliminari tra i leader politici tedeschi della Cdu, della Csu e dell'Sdp con l'obiettivo di formare in tempi "rapidi" la Grande Coalizione ed uscire da uno stallo che dura dallo scorso settembre e che non viene più tollerato dalla maggior parte dei

    – di Isabella Bufacchi

    • News24

    Debito pubblico, la raccolta 2018 si ferma a 390 miliardi

    Il 2018 sarà un'annata più "leggera" rispetto al 2017, per la gestione del debito pubblico italiano, sotto diversi punti di vista: meno aste, meno titoli a medio lungo termine in scadenza ma anche meno acquisti dal QE, nonostante l'impennata del reinvestimento dei titoli in scadenza nel bilancio

    – di Isabella Bufacchi

1-10 di 1692 risultati