Aziende

Intesa SanPaolo

Intesa SanPaolo è una delle più grandi banche europee.

Intesa SanPaolo è nata nel 2007 dall'unione tra Banca Intesa e SanPaolo IMI. Queste due banche, che al momento della fusione erano tra le maggiori in Italia, a loro volta sono il frutto di numerose fusioni che hanno riguardato marchi storici del settore italiano quali Cariplo, Banco Ambroveneto, Banca Commerciale, Banco Ambrosiano, IMI e diversi altri.

La società è quotata nell'indice FTSE MIB della Borsa di Milano.

Intesa SanPaolo è attiva in numerosissimi settori dell'attività bancaria, pur fondando principalmente la sua attività su quella di banca commerciale. Per la banca è fondamentale la vicinanza al cliente, per il quale ha creato la cosiddetta “banca dei territori”, con una forte presenza sul territorio nazionale e rivolta ai privati e alle piccole imprese. Intesa SanPaolo conta infatti oltre 5000 filiali e 11 milioni di clienti retail.

Intesa SanPaolo è inoltre presente nel settore della bancassicurazione, in particolare con i marchi EurizonVita e IntesaVita. Si occupa anche di investment banking e corporate banking, di public finance e di online banking. In molti dei settori in cui opera è la prima a livello italiano per quota di mercato. Il gruppo Intesa SanPaolo comprende oggi numerosi marchi diffusi sul territorio, come Banco di Napoli, Cassa di Risparmio di Firenze e molti altri istituti controllati.

Intesa SanPaolo è al centro di un importante intreccio di partecipazioni. Tra i suoi principali azionisti vi sono Crédit Agricole, Assicurazioni Generali, Barclays, ed altri grandi istituti finanziari. A sua volta Intesa SanPaolo ha importanti partecipazioni in grandi aziende italiane, come Telecom.

Il 20 luglio del 2015, Banca di Trento e Bolzano (Bank für Trient und Bozen) e Banca Monte Parma, sono state incorporate in Intesa Sanpaolo.

Il 23 novembre 2015 Cassa di Risparmio della Provincia di Viterbo, Cassa di Risparmio di Rieti e Cassa di Risparmio di Civitavecchia sono state fuse per incorporazione in Intesa Sanpaolo, mentre il 16 maggio del 2016 Banca dell'Adriatico si fonde per incorporazione in Intesa Sanpaolo.

Il 21 giugno 2017 Intesa ha formalizzato l’acquisto a un prezzo simbolico di 1 euro, degli asset ripuliti dai crediti deteriorati, di Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca.

Intesa SanPaolo è presieduta dal 27 aprile del 2016 da Gian Maria Gros-Pietro ed il suo amministratore delegato è Carlo Messina.

Ultimo aggiornamento 22 giugno 2017

Ultime notizie su Intesa SanPaolo
    • News24

    Il macigno degli Npl sul contratto dei bancari

    In Veneto, Sga (la ex bad bank del Banco di Napoli che negli anni si è trasformata in un operatore nel settore degli Npl) la scorsa estate ha ricevuto dal ministero dell'Economia e delle Finanze l'incarico di gestire i crediti deteriorati delle ex Venete che non sono stati acquisiti da Intesa Sanpaolo.

    – di Cristina Casadei

    • News24

    Intesa, la crescita degli impieghi: +5%

    «Se ricchezza e imprese sono i punti di forza - ha proseguito il numero uno di Intesa Sanpaolo - occorre lavorare nella valorizzazione del risparmio gestito, che resta per noi un'area strategica, ma anche nel rapporto con i territori che resta... Dalle semplici linee guida, Intesa Sanpaolo è del resto passata alla pratica, tanto che nei primi 11 mesi del 2017 ha concesso finanziamenti a medio e lungo termine per 45 miliardi di euro: un ammontare che rappresenta una crescita fra il 2 e il...

    – Maximilian Cellino

    • News24

    Bonifici istantanei e Bitcoin: c'è posto per esperti digitali

    Dai pagamenti digitali alle criptovalute, il settore del futuro è il cosiddetto "fintech", sospinto da nuove tendenze di mercato, ma anche da novità normative, come la direttiva europea sui servizi di pagamento nel mercato Ue, nota come Psd2. Il complesso ambito delle tecnologie rivolte al settore

    – di Adriano Lovera

    • News24

    Banche venete in Intesa: ecco che cosa succederà ai clienti

    A cinque mesi dall'acquisizione, scatta la migrazione informatica delle due banche Venete sulla piattaforma di Intesa Sanpaolo. ... Di conseguenza, gli accrediti e gli addebiti che perverranno in Intesa Sanpaolo con le vecchie coordinate, compresi quelli continuativi, saranno indirizzati sulle nuove coordinate bancarie. ... Per chi vorrà, sarà possibile sostituirle a partire dall'11 dicembre con le carte Intesa Sanpaolo.

    – di Luca Davi

1-10 di 8055 risultati