Aziende

Intesa SanPaolo

Intesa SanPaolo è una delle più grandi banche europee.

Intesa SanPaolo è nata nel 2007 dall'unione tra Banca Intesa e SanPaolo IMI. Queste due banche, che al momento della fusione erano tra le maggiori in Italia, a loro volta sono il frutto di numerose fusioni che hanno riguardato marchi storici del settore italiano quali Cariplo, Banco Ambroveneto, Banca Commerciale, Banco Ambrosiano, IMI e diversi altri.

La società è quotata nell'indice FTSE MIB della Borsa di Milano.

Intesa SanPaolo è attiva in numerosissimi settori dell'attività bancaria, pur fondando principalmente la sua attività su quella di banca commerciale. Per la banca è fondamentale la vicinanza al cliente, per il quale ha creato la cosiddetta “banca dei territori”, con una forte presenza sul territorio nazionale e rivolta ai privati e alle piccole imprese. Intesa SanPaolo conta infatti oltre 5000 filiali e 11 milioni di clienti retail.

Intesa SanPaolo è inoltre presente nel settore della bancassicurazione, in particolare con i marchi EurizonVita e IntesaVita. Si occupa anche di investment banking e corporate banking, di public finance e di online banking. In molti dei settori in cui opera è la prima a livello italiano per quota di mercato. Il gruppo Intesa SanPaolo comprende oggi numerosi marchi diffusi sul territorio, come Banco di Napoli, Cassa di Risparmio di Firenze e molti altri istituti controllati.

Intesa SanPaolo è al centro di un importante intreccio di partecipazioni. Tra i suoi principali azionisti vi sono Crédit Agricole, Assicurazioni Generali, Barclays, ed altri grandi istituti finanziari. A sua volta Intesa SanPaolo ha importanti partecipazioni in grandi aziende italiane, come Telecom.

Il 20 luglio del 2015, Banca di Trento e Bolzano (Bank für Trient und Bozen) e Banca Monte Parma, sono state incorporate in Intesa Sanpaolo.

Il 23 novembre 2015 Cassa di Risparmio della Provincia di Viterbo, Cassa di Risparmio di Rieti e Cassa di Risparmio di Civitavecchia sono state fuse per incorporazione in Intesa Sanpaolo, mentre il 16 maggio del 2016 Banca dell'Adriatico si fonde per incorporazione in Intesa Sanpaolo.

Il 21 giugno 2017 Intesa ha formalizzato l’acquisto a un prezzo simbolico di 1 euro, degli asset ripuliti dai crediti deteriorati, di Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca.

Intesa SanPaolo è presieduta dal 27 aprile del 2016 da Gian Maria Gros-Pietro ed il suo amministratore delegato è Carlo Messina.

Ultimo aggiornamento 22 giugno 2017

Ultime notizie su Intesa SanPaolo
    • Econopoly

    Banche, energia, telecomunicazioni: facciamo il punto sull'avanzata francese en Italie

    Crédit Agricole, infatti, già da tempo, ha interessi in Italia e non da poco, specie se si considera che sono scaturiti da accordi fatti con la più importante tra le banche italiane, Intesa Sanpaolo: nel 2007, Cariparma e Banca Popolare Friuladria... In parole povere, la "gestione del risparmio" delle due principali banche italiane, UniCredit e Intesa Sanpaolo, appartiene ai francesi.

    – Econopoly

    • News24

    Piazza Affari, colpo di coda sul finale (+0,54%) in attesa di novità sul Governo

    Milano ha accelerato nel finale ed è riuscita a chiudere in rialzo(+0,54%) una giornata interlocutoria, trascorsa all'insegna della volatilità, con continui rovesciamenti di fronte tra tentativi di rimbalzo e momenti di maggiore apprensione. Dopo i ribassi della vigilia, gli investitori hanno

    – di E. Micheli e S.Arcudi

    • News24

    In pensione con lo spiraglio dell'Ape e un importo medio di 925 euro

    Oltre Intesa Sanpaolo, per il momento unico partner bancario che ha aderito alla convenzione Abi-Ania-Inps, partecipano a questa fase iniziale dell'iniziativa quattro compagnie assicurative: Allianz, Unipol-Sai, Generali e PosteVita.

    – di Davide Colombo

    • News24

    L'industria torna al «pre-crisi»

    Un mix che nel rapporto-analisi dei settori industriali di Intesa Sanpaolo e Prometeia produrrà per 2018 e 2019 una crescita media annua dei ricavi superiore al 3% in termini correnti, esattamente quei 60 miliardi in più che riportano indietro le... «Un recupero più lento del previsto - sottolinea il capo economista di Intesa Sanpaolo, Gregorio De Felice - che però si basa su elementi strutturali solidi, con l'industria a confermarsi il maggior elemento di traino della nostra economia.

    – di Luca Orlando

    • News24

    Piazza Affari, il contratto M5S-Lega fa crollare Mps. Si allenta lo spread

    Alla fine di una seduta segnata da continui cambi di passo e oscillazioni attorno alla parità, Milano ha terminato in modesto rialzo (+0,29%), con la performance peggiore in Europa. Positive infatti le altre piazze principali, con Parigi a +0,98% (al livello più alto dal 28 dicembre 2007),

    – di A. Fontana e S.Arcudi

    • News24

    Borse in altalena, a Milano (+0,31%) corre Pirelli

    Le Borse europee hanno chiuso con segno quasi totalmente positivo (in calo Madrid, -0,47%) una seduta fortemente volatile, che ha visto gli indici del Vecchio Continente oscillare in continuazione tra cali e guadagni, indecisi sulla direzione da prendere, nonostante le parole incoraggianti del

    – di E. Micheli e S. Arcudi

    • News24

    La lunga marcia dei distretti della meccanica

    Valigia, bussola e tecnologia. E' questo il corredo che ha permesso ai distretti italiani della meccanica di resistere agli anni della crisi e di imporsi su molti competitor esteri, sostenendo con le esportazioni l'economia made in Italy negli anni bui seguiti al 2008.

    – di Carlo Andrea Finotto

    • News24

    Piazza Affari chiude poco mossa e aspetta novità sul nuovo Governo

    Piazza Affari ha chiuso poco sopra la parità una giornata vissuta nell'attesa di sviluppi nel confronto tra Movimento 5 Stelle e Lega per la formazione del nuovo Governo. L'incertezza politica, che sembra destinata a protrarsi per alcuni giorni, ha condizionato l'andamento delle quotazioni,

    – di Paolo Paronetto

    • News24

    Iran, come evitare le sanzioni Usa alle imprese

    Un "fondo" di garanzia, sostenuto dallo Stato, per continuare ad assicurare una linea di credito "aperta" alle aziende italiane che, pur rispettando in pieno la normativa nazionale ed europea, dovessero cadere nella "trappola" delle "sanzioni secondarie" applicate arbitrariamente dagli Usa verso

    – di Laura Cavestri

1-10 di 8295 risultati