Ultime notizie:

Indiana University

    • News24

    Fake news, algoritmi e ora il chatbot che contrasta la disinformazione in rete

    Una ricerca pubblicata domani sul sito di Nature Human Behaviour da Diego Fregolente Mendes de Oliveira e Filippo Menczer del Center for Complex Networks and Systems Research dell'Indiana University, negli Usa mostra, che, più che la qualità del contenuto, un fattore rilevante nel determinare la viralità di un'informazione è la limitata attenzione individuale e l'information overload.

    – di Guido Romeo

    • News24

    Business School in Usa e Gb? No grazie... la nuova meta è il Canada

    Quando ha deciso di lasciare la sua città natale, Mumbai, per studiare oltreoceano per un MBA, la consulente di management Urvi Bhandare ha preso istintivamente la decisione di iscriversi a una delle migliori scuole degli Stati Uniti. A dissuaderla dall'inseguire il suo sogno americano sono stati i

    – di Jonathan Moules

    • NovaOther

    Il fact-checking nasce sui banchi di scuola

    «Ciò che rende la tua mente indipendente non è cosa pensi, ma come lo pensi», scriveva Christopher Hitchens nelle sue Lettere a un giovane ribelle. La necessità, soprattutto per i ragazzi di un pensiero razionale e sanamente scettico è probabilmente la cosa migliore che è emersa dal panico nato intorno alle "fake news" che hanno caratterizzato sia Brexit che le elezioni statunitensi e che si tema diventino il leit-motiv anche della prossima tornata di consultazioni europee. Ma se pensiamo alle "...

    – Guido Romeo

    • News24

    L'Etf che guadagna in Borsa «ascoltando» Twitter

    Che l'analisi dei big data aiuti a guadagnare ormai ci sono pochi dubbi. Soprattutto le "conversazioni" sui social network. Lo conferma non solo il brulicare di società nate per questo scopo (a partire dalla celebre Dataminr), ma anche la ricerca accademica: fin dal 2010 un celebre studio

    – di Enrico Marro

    • News24

    Il cinguettio dei «bot»: su Twitter il 15% degli account è un software

    Ci sono i cosiddetti "bot" (software e quindi "robot") benigni, che twittano su meteo o rispondono a esigenze di contact center da parte di aziende che hanno attività mass market. Ma ce ne sono anche altri che promuovono siti porno, che incitano all'odio, che aiutano il propagarsi di quelle fake

    – di Andrea Biondi

    • NovaCento

    Open Dialectics: Trajectories and Discontinuities in the Interconnected/ Hyperconnected (Mass) Society**

    Each society has its regime of truth, its "general politics" of truth: that is, the types of discourse which it accepts and makes function as true. Michel Foucault So the whole question comes down to this: can the human mind master what the human mind has made?" Paul Valéry Technologies are nearly living things. Like all evolving entities, they must be tested in action, by action.[ . . .] Eventually, by living with what we create, we can redirect technologies to new jobs when we are no...

    – Piero Dominici

    • News24

    Perché le fiabe si assomigliano

    C'è chi sostiene che la fiaba, di origine popolare, sia una forma di intrattenimento; la favola, invece, presentando alla fine una sua morale, nasce con altri intenti, soprattutto desidera educare. Stith Thompson, che è stato professore all'Indiana University di Bloomington e che tra il 1955 e il

    – di Armando Torno

    • News24

    Salvatore Silvano Nigro

    Salvatore Silvano Nigro ha la cattedra di Letteratura italiana alla IULM di Milano. Ha insegnato alla Sorbonne, all'École Normale Supérieure di Parigi, alla New York University, alla Indiana University, alla Yale, alla Scuola Normale di Pisa. Nel 2002 la Chicago University gli ha conferito una

    • News24

    Analogie

    Come possono i computer essere così terribilmente stupidi, malgrado la loro velocità così fenomenale e la loro memoria smisurata e infallibile? E al contrario, come possono gli esseri umani essere così acuti malgrado la loro velocità così mediocre e la loro memoria limitata e decisamente

    – Antonio Sgobba

    • NovaOther

    Corsivo o non corsivo

    In termini di capacità di operare nel mondo, il divario fra nativi digitali e non, è per molti aspetti a favore delle nuove generazioni, perfettamente a proprio agio con dispositivi elettronici di ogni tipo e con l'esuberante offerta di internet. In termini di scrittura, tuttavia, il dibattito è aperto e in corso in molti Paesi. Meglio assecondare l'ovvia necessità di saper digitare sulla tastiera o su uno schermo tattile, lasciando del tutto atrofizzare la scrittura a mano, o è auspicabile mant...

    – Flavia Foradini

1-10 di 23 risultati