Persone

Ignazio Visco

Ignazio Visco è nato il 21 novembre del 1949 a Napoli ed è un economista italiano. Governatore della Banca d'Italia dal 1° novembre 2011 e riconfermato per un secondo mandato il 27 ottobre 2017.

In quanto Governatore della Banca d'Italia, è anche Presidente del Direttorio integrato dell'Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni (IVASS), membro del Consiglio direttivo e del Consiglio generale della Banca centrale europea (BCE), del Consiglio generale del Comitato europeo per il rischio sistemico (CERS), del Consiglio di amministrazione della Banca dei regolamenti internazionali (BRI), del Comitato direttivo del Financial Stability Board (FSB), dei Consigli dei governatori della Banca Mondiale, della Banca asiatica di sviluppo (ADB), del Fondo monetario internazionale (FMI) e della Banca interamericana di Sviluppo (IADB); partecipa alle riunioni finanziarie del G7, del G10 e del G20.

Laureatosi nel 1971 in Economia e Commercio alla Sapienza di Roma con il massimo dei voti, viene assunto l’anno successivo in Banca d’Italia ed inviato alla University of Pennsylvania per completare gli studi qui consegue un Master of Arts (1974) e un Ph.D. in Economics (1981).

Tornato in Italia nel 1974, è assegnato al Servizio Studi, di cui diviene Capo nel 1990. Coordina il Gruppo di lavoro per la costruzione del Modello trimestrale dell'economia italiana (1983-86), partecipa allo studio e alla definizione di interventi di politica monetaria e del cambio, rappresenta l'Istituto e ricopre incarichi in organismi nazionali (tra i quali, Istat, CNEL, CNR e Presidenza del Consiglio dei Ministri) e internazionali (OCSE, UE, BRI).

Dal 1997 al 2002 è chief economist e direttore del dipartimento economico dell'Ocse.

Autore di diverse pubblicazioni,è stato co-direttore della rivista Politica economica, membro del Gruppo consultivo per il settore economia della Società Editrice "Il Mulino", del Comitato consultivo della Scuola Normale Superiore di Pisa, del Comitato scientifico della Scuola Superiore di Economia (SSE) di Venezia e presidente del Consiglio scientifico dell'International Center for Monetary and Banking Studies di Ginevra.

E' membro della Società Italiana degli Economisti, della Società Italiana di Statistica, dell'American Economic Association, del Consiglio italiano per le Scienze Sociali e dell'Associazione "Il Mulino".

Ha ricevuto diverse onorificenze: Cavaliere dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (2 giugno 1991), Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (27 dicembre 1993), Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (2 giugno 2002), Grande ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (2 giugno 2007) e Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (25 ottobre 2011).

Ignazio Visco è sposato ed è padre di tre figlie.

Ultimo aggiornamento 27 ottobre 2017

Ultime notizie su Ignazio Visco
    • News24

    Visco:?«Essenziale far crescere l'economia, ma non dimentichiamo i vincoli»

    WASHINGTON - In Italia l'espansione «è rimasta solida». Il rapporto tra debito e Pil si alleggerirà tra 2018 e 2020. E le riforme sono «ampie e ambiziose». E' questo il messaggio del ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan al Fondo monetario internazionale, che ieri ha terminato i lavori di

    – dall'inviato Marco Valsania

    • News24

    Visco, stabilità e fiducia per le sfide interne e internazionali

    All'Italia occorrono «stabilità e fiducia»: sono questi gli ingredienti essenziali per rimuovere le debolezze ancora presenti nel sistema economico italiano e in quello finanziario e per lasciare definitivamente alle spalle la crisi economica più grave della nostra storia.

    – di Rossella Bocciarelli

    • News24

    Bankitalia, utile netto record grazie al Qe. Allo Stato cedola da 3,36 miliardi

    La Banca d'Italia ha chiuso il bilancio 2017 con un utile netto record di 3,9 miliardi che consente di girare allo Stato un dividendo di 3,36 miliardi e ai partecipanti privati, banche, assicurazioni e Casse previdenziali privatizzate, 218 milioni. I dati sono stati esposti dal Governatore Ignazio

    – di Redazione Roma

    • News24

    Il debito, le banche e un bilancio comune per rilanciare l'Eurozona

    Le banche italiane l'anno scorso hanno alleggerito i loro portafogli di titoli del debito pubblico per una cinquantina di miliardi (-13,3% su uno stock che a dicembre 2016 era di 383 miliardi). Dal picco del 2015 il decumulo è stato di 120 miliardi, circa un terzo dello stock. La quota sul totale

    – di Davide Colombo

    • News24

    I giochi per la Yalta del sistema finanziario

    L'Italia rischia di perdere la propria sovranità sul debito pubblico prima che l'Europa accetti la mutualizzazione dei debiti nazionali con il varo di qualche forma di Eurobond? La spinta in questa direzione arriva dal Nord Europa. Ma ha trovato ampia eco anche nel recente documento degli

    – di Alessandro Graziani

1-10 di 1311 risultati