Persone

Ignazio Visco

Ignazio Visco è nato il 21 novembre del 1949 a Napoli ed è un economista italiano.

Attualmente è Governatore della Banca d'Italia, al posto dell'uscente Mario Draghi.

Dal 1° gennaio 2013 riveste anche l'incarico di Presidente del Direttorio integrato dell'Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni - IVASS.

Laureatosi nel 1971 in Economia e Commercio alla Sapienza di Roma con il massimo dei voti, viene assunto l’anno successivo in Banca d’Italia ed inviato alla University of Pennsylvania per completare gli studi qui consegue un Master of Arts (1974) e un Ph.D. in Economics (1981).

Tornato in Italia nel 1974, è assegnato al Servizio Studi, di cui diviene Capo nel 1990. Coordina il Gruppo di lavoro per la costruzione del Modello trimestrale dell'economia italiana (1983-86), partecipa allo studio e alla definizione di interventi di politica monetaria e del cambio, rappresenta l'Istituto e ricopre incarichi in organismi nazionali (tra i quali, Istat, CNEL, CNR e Presidenza del Consiglio dei Ministri) e internazionali (OCSE, UE, BRI).

Dal 1997 al 2002 è chief economist e direttore del dipartimento economico dell'Ocse, sovrintendendo all'attività di analisi delle economie e delle politiche dei paesi industriali ed ai progetti di ricerca sui principali problemi economici e finanziari mondiali.

E' Membro di diversi gruppi e comitati internazionali, come il Comitato dei Supplenti del G-10 (nel quale poi rappresenta la Banca d'Italia dal 2004 al 2006) e la Commission on Global Ageing del Center for Strategic and International Studies di Washington.

Autore di diverse pubblicazioni,è stato co-direttore della rivista Politica economica, membro del Gruppo consultivo per il settore economia della Società Editrice "Il Mulino", del Comitato consultivo della Scuola Normale Superiore di Pisa, del Comitato scientifico della Scuola Superiore di Economia (SSE) di Venezia e presidente del Consiglio scientifico dell'International Center for Monetary and Banking Studies di Ginevra.

E' membro della Società Italiana degli Economisti, della Società Italiana di Statistica, dell'American Economic Association, del Consiglio italiano per le Scienze Sociali e dell'Associazione "Il Mulino".

Riveste anche il ruolo di componente del Comitato dei Supplenti del G-7, del Comitato dei Supplenti del G-20, del Comitato Economico e Finanziario della UE, del gruppo di lavoro n. 3 del Comitato di Politica Economica dell'OCSE e supplente nel Consiglio di amministrazione della BRI.

Ha ricevuto diversi titoli: il Leontief Award for Best Dissertation in Quantitative Economics (Eastern Economic Association, 1982) ed il premio "Best in Class", Facoltà di Economia, Università degli Studi di Roma "La Sapienza" (2006).

Ha ricevuto diverse onorificienze: Cavaliere dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (2 giugno 1991), Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (27 dicembre 1993), Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (2 giugno 2002), Grande ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (2 giugno 2007) e Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (25 ottobre 2011).

Ignazio Visco è sposato ed è padre di tre figlie.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Ignazio Visco
    • NovaOther

    Visco e Padoan: tagli fiscali per la crescita

    Il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, e il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, dal G-7 in Giappone hanno indicato come priorità i tagli fiscali per stimolare la crescita. Per Padoan la politica di bilancio deve sostenere l'economia, indirizzando la spesa pubblica sugli investimenti e con tagli alle imposte «appropriati». Visco ha parlato di incentivi ai fattori di produzione con riduzione delle imposte, e di investimenti in infrastrutture. Intanto l'esecutivo studia la rid...

    – novatech

    • News24

    Potenziare la «spending» per ridurre il costo del lavoro

    La Commissione Ue invita nuovamente il nostro Paese a spostare il carico fiscale dai "fattori produttivi ai consumi e alle proprietà", ed anche il G7 di Sendai, pur nell'incertezza che caratterizza l'attuale scenario economico globale non esclude che si possa ricorrere all'arma degli stimoli

    – Dino Pesole

    • News24

    Visco e Padoan: tagli fiscali per la crescita

    Il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, e il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, dal G-7 in Giappone hanno indicato come priorità i tagli fiscali per stimolare la crescita. Per Padoan la politica di bilancio deve sostenere l'economia, indirizzando la spesa pubblica sugli

    • News24

    L'appello di Padoan al G-7: servono politiche per la crescita

    La politica di bilancio deve essere più proattiva nel sostenere la crescita. Alcuni Paesi hanno i margini nei propri conti pubblici per farlo, altri possono comunque agire sulla composizione della spesa sostenendo quella per investimenti e tagliando quella corrente. Al G-7 di Sendai, il ministro

    – Alessandro Merli

    • News24

    Tra i Grandi non c'è accordo sulle politiche per la crescita

    SENDAI. Se la presidenza giapponese sperava di uscire da questo G-7 con un pronunciamento corale a favore di stimoli di bilancio per produrre una maggiore crescita mondiale, si è trovata invece alle prese con una cacofonia di voci dissonanti.

    – Alessandro Merli

    • News24

    I tre volti dell'interventismo giapponese

    In blusetta rosa tradizionale giapponese Pier Carlo Padoan, Ignazio Visco e gli altri ministri delle Finanze e governatori hanno inaugurato il vertice finanziario G-7 al Centro internazionale di Sendai sfondando barili di saké. Non per ubriacarsi: è stata una cerimonia beneaugurale all'insegna del

    – Stefano Carrer

    • News24

    Visco: tassi negativi non per sempre

    «E' evidente che non possano esserci tassi negativi in eterno». Lo dice in un'intervista all'Handelsblatt il governatore della Banca di Italia. Ignazio Visco aggiunge che nell'ambito della Bce «abbiamo fatto quello che andava fatto» e «il programma ha funzionato». «Abbiamo il mandato di occuparci

    – Rossella Bocciarelli

    • News24

    Visco, Draghi e Lagarde nudi al G7? Li «salva» la deregulation negli onsen

    TOKYO - Il vertice dei ministri delle Finanze e dei Governatori delle banche centrali del G7 che si apre dopodomani in Giappone sarà all'insegna di una clamorosa deregulation: quella degli onsen, i bagni termali giapponesi. Il ministro delle Finanze nipponico Taro Aso ha voluto che il summit si

    – Stefano Carrer

1-10 di 930 risultati