Persone

Ignazio Visco

Ignazio Visco è nato il 21 novembre del 1949 a Napoli ed è un economista italiano. Governatore della Banca d'Italia dal 1° novembre 2011 e riconfermato per un secondo mandato il 27 ottobre 2017.

In quanto Governatore della Banca d'Italia, è anche Presidente del Direttorio integrato dell'Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni (IVASS), membro del Consiglio direttivo e del Consiglio generale della Banca centrale europea (BCE), del Consiglio generale del Comitato europeo per il rischio sistemico (CERS), del Consiglio di amministrazione della Banca dei regolamenti internazionali (BRI), del Comitato direttivo del Financial Stability Board (FSB), dei Consigli dei governatori della Banca Mondiale, della Banca asiatica di sviluppo (ADB), del Fondo monetario internazionale (FMI) e della Banca interamericana di Sviluppo (IADB); partecipa alle riunioni finanziarie del G7, del G10 e del G20.

Laureatosi nel 1971 in Economia e Commercio alla Sapienza di Roma con il massimo dei voti, viene assunto l’anno successivo in Banca d’Italia ed inviato alla University of Pennsylvania per completare gli studi qui consegue un Master of Arts (1974) e un Ph.D. in Economics (1981).

Tornato in Italia nel 1974, è assegnato al Servizio Studi, di cui diviene Capo nel 1990. Coordina il Gruppo di lavoro per la costruzione del Modello trimestrale dell'economia italiana (1983-86), partecipa allo studio e alla definizione di interventi di politica monetaria e del cambio, rappresenta l'Istituto e ricopre incarichi in organismi nazionali (tra i quali, Istat, CNEL, CNR e Presidenza del Consiglio dei Ministri) e internazionali (OCSE, UE, BRI).

Dal 1997 al 2002 è chief economist e direttore del dipartimento economico dell'Ocse.

Autore di diverse pubblicazioni,è stato co-direttore della rivista Politica economica, membro del Gruppo consultivo per il settore economia della Società Editrice "Il Mulino", del Comitato consultivo della Scuola Normale Superiore di Pisa, del Comitato scientifico della Scuola Superiore di Economia (SSE) di Venezia e presidente del Consiglio scientifico dell'International Center for Monetary and Banking Studies di Ginevra.

E' membro della Società Italiana degli Economisti, della Società Italiana di Statistica, dell'American Economic Association, del Consiglio italiano per le Scienze Sociali e dell'Associazione "Il Mulino".

Ha ricevuto diverse onorificenze: Cavaliere dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (2 giugno 1991), Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (27 dicembre 1993), Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (2 giugno 2002), Grande ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (2 giugno 2007) e Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (25 ottobre 2011).

Ignazio Visco è sposato ed è padre di tre figlie.

Ultimo aggiornamento 27 ottobre 2017

Ultime notizie su Ignazio Visco
    • News24

    Bankitalia lima ancora la crescita del 2019

    E, dunque, serve prudenza nella definizione delle politiche economiche, come ha rimarcato Ignazio Visco e come sembra intenzionato a fare il ministro dell'Economia Giovanni Tria.

    – di Rossella Bocciarelli

    • News24

    Dagli economisti no all'Italexit e preoccupazioni sul deficit

    E il governatore di Bankitalia Ignazio Visco ha rilanciato l'esigenza di «continuare a mettere in atto riforme organiche e politiche di bilancio equilibrate, necessarie per conservare la fiducia delle famiglie, delle imprese e degli investitori».

    – di Gianni Trovati

    • News24

    Crescono i rischi e il «meteorologo» Visco consiglia prudenza

    Analogamente, occorrerebbe far tesoro delle indicazioni che il "meteorologo" Ignazio Visco ha espresso di fronte alla platea dei banchieri dell'assemblea Abi e di fronte al nuovo ministro del Tesoro Giovanni Tria.

    – di Rossella Bocciarelli

    • News24

    Europa volatile, giù Madrid. Piazza Affari debole, ma brilla Ferragamo

    Seduta a doppia velocità e con volumi di scambio non particolarmente elevati per le Borse europee. Milano ha terminato attorno alla parità (+0,11%), Londra ha chiuso in aumento dello 0,05%, Parigi ha guadagnato lo 0,67% e Francoforte lo 0,53%, nonostante l'indice tedesco Zew, che misura le

    – di E. Micheli e S. Arcudi

    • News24

    Verso la riforma della Fornero: da gennaio in pensione con «quota 100», poi dopo 41 anni

    Lavoratori dipendenti con carriere lunghe e continue, perlopiù residenti nelle regioni del Nord-Ovest e del Nord-Est o impiegati nelle pubbliche amministrazioni. Eccolo l'identikit dei candidati alle nuove pensioni di anzianità che il governo Conte dovrebbe attivare dal prossimo mese di gennaio con

    – di Davide Colombo e Marco Rogari

    • News24

    Emergenza finita, ma non è una fase di restrizione

    E' la fine della politica monetaria d'emergenza, ma non l'inizio di una fase di restrizione. Allineandosi alla Fed e alla Bank of England che da tempo hanno abbandonato il Quantitative easing, la Bce ha usato ancora più cautela delle consorelle anglosassoni.

    – di Marco Onado

    • Econopoly

    Facciamo chiarezza: lo spread lo paga il contribuente. Vitalizi? fumo negli occhi

    Nonostante i ministri del governo guidato da Giuseppe Conte abbiano giurato, sembra di essere ancora in campagna elettorale, di sentire dichiarazioni ad effetto, di vedere ministri affermare cose manifestamente non realizzabili, ascoltare discorsi insensati, come quello dell'Italia asservita agli interessi della grande finanza. Il premier in pectore - in sede di replica nel corso del dibattito sulla fiducia in Senato - ha esortato a non fare "dello spread il nostro vessillo, l'unico riferimento:...

    – Beniamino Piccone

    • News24

    Spread & Mercati, la vera storia del martedì nero e l'attacco all'Italia

    La mattina del 29 maggio a Roma caldo e umidità sono tropicali. Per i vertici di banche e istituzioni finanziarie è un sollievo entrare nei saloni condizionati di Palazzo Koch, dove il governatore di Bankitalia Ignazio Visco sta per tenere il suo discorso annuale con le «considerazioni finali». Ma

    – di Morya Longo e Gianni Trovati

    • News24

    Debito e fine Qe, meno emissioni 2019 ma 30 miliardi in più sul mercato

    Sui vincoli di finanza pubblica «bisogna misurare i passi per evitare di finire nel burrone», anche perché a differenza del 2011, quando l'attacco arrivò da fuori, l'Italia vive ora una «crisi endogena». L'allerta arrivata ieri dal governatore di Bankitalia Ignazio Visco incrocia una fase delicata

    – di Gianni Trovati

1-10 di 1345 risultati