Persone

Ignazio Marino

Ignazio Marino è nato il 10 marzo del 1955 a Genova ed è un medico e politico italiano.

E' stato sindaco di Roma dal 12 giugno del 2013 al 12 ottobre del 2015.

Dal 6 giugno 2006 al 28 aprile 2008 è stato Presidente della 12ª Commissione (Igiene e Sanità) del Senato della Repubblica.

Tra l'8 ottobre del 2008 ed il 14 marzo del 2014 è stato Presidente della Commissione parlamentare d'inchiesta sull'efficacia e l'efficienza del Servizio Sanitario Nazionale.

Dal 28 aprile del 2006 al 22 maggio del 2013 è stato senatore della Repubblica.

Si è formato culturalmente negli ambienti cattolici della capitale, dove è stato boy scout e si è diplomato al collegio S. Giuseppe de Meredone dei Fratelli delle Scuole Cristiane.

Successivamente Ignazio Marino si è laureato in medicina presso l'Università Cattolica di Roma per poi specializzarsi in chirurgia generale e vascolare ed esercitare l'attività di medico presso il Policlinico Gemelli.

Ha svolto la sua carriera di chirurgo presso i centri trapianti di Cambridge (il Transplant Center dell'Università di Cambridge), di Pittsburgh (il Pittsburgh Transplantation Institute dell'University of Pittsburgh), e di Filadelfia, dove ha assunto l'incarico di direttore della Transplantation Division presso la Thomas Jefferson University.

Nel 2002 è diventato professore di chirurgia presso il Jefferson Medical College di Filadelfia.

Nel 2005, Ignazio Marino ha fondato l'organizzazione internazionale non-profit "Imagine Onlus" operante nel campo della solidarietà internazionale, con particolare attenzione alle tematiche della salute.

In qualità di scienziato della chirurgia, è membro dell'Editorial Board di Transplantation, Liver Transplantation, Clinical Transplantation e di altre 12 riviste scientifiche internazionali. Nel 2006, candidatosi come indipendente nelle liste dei Democratici di Sinistra per il Senato nel collegio Lazio, è stato eletto Senatore della Repubblica e successivamente nominato presidente della XII Commissione Igiene e Sanità.

Rieletto a Palazzo Madama nel 2008, Marino è stato presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sull'efficacia e l'efficienza del Servizio Sanitario Nazionale e membro della Commissione igiene e sanità del Senato.

Nel 2013 Ignazio Marino viene nuovamente rieletto senatore, sempre nelle file del Partito Democratico nella regione Piemonte.

Il 22 maggio dello stesso anno si dimette dalla carica di senatore per candidarsi a sindaco di Roma.

Nel marzo 2013, Ignazio Marino si candida alla carica di primo cittadino di Roma e vince al secondo turno contro il sindaco uscente Gianni Alemanno.

Viene ufficialmente proclamato sindaco di Roma il 12 giugno del 2013.

Nel settembre del 2015 viene iscritto nel registro degli indagati dalla Procura di Roma nell'ambito di un'inchiesta per presunte irregolarità in alcuni pagamenti a suoi collaboratori effettuati da Imagine, Onlus da lui fondata nel 2005.

La goccia che fa traboccare il vaso è tuttavia la polemica sollevata a proposito delle note spese presentate dal sindaco per il rimborso di alcune spese di rappresentanza. Sulle spese contestate la procura di Roma ha aperto un fascicolo sulla base degli esposti presentati da Fratelli d'Italia e dal Movimento Cinque Stelle.

I'8 ottobre del 2015, Ignazio Marino annuncia le sue dimissioni che presenta con riserva il 12 ottobre successivo.

Il 28 ottobre Marino ritira le dimissioni ma il giorno successivo le dimissioni di 26 consiglieri determinano lo scioglimento del consiglio comunale di Roma ed il successivo commissariamento.

Ignazio Marino è sposato ed è padre di una figlia.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Ignazio Marino
    • News24

    Nuova impasse sullo stadio della Roma. Tensione Zingaretti-Raggi

    I proponenti dovranno presentare subito dopo il progetto rivisto (l'investimento dei privati scende da 1,7 miliardi a poco meno di un miliardo, a causa del taglio del 50% delle cubature complessive legato all'addio alle tre torri di Libeskind) e intanto il Comune dovrà lavorare alla delibera "di novazione" di quella di pubblica utilità approvata dall'ex sindaco Ignazio Marino nel 2014.

    – di Manuela Perrone

    • News24

    Stadio Roma, Marino non ci sta: Raggi ha fatto favore a costruttori

    «La Raggi oggi può dire con soddisfazione di avere approvato il progetto iniziale dei costruttori che la giunta Marino aveva bocciato». Lo ha detto l'ex sindaco di Roma Ignazio Marino intervistato da Giovanni Minoli a "Faccia a faccia" su La7.

    • News24

    Roma, accordo sullo stadio: si farà a Tor di Valle

    C'è l'accordo tra Campidoglio e proponenti sullo stadio della Roma. L'impianto si realizzerà a Tor di Valle, come previsto dalla precedente giunta guidata da Ignazio Marino. L'accordo contempla una revisione in chiave ecosostenibile del progetto orinario, con il taglio del 50% complessivo della

    • News24

    Il no allo stadio? Costa 2 miliardi

    Il progetto, approvato dalla Giunta di Ignazio Marino con delibera che ne ha riconosciuto il pubblico interesse, ha registrato invece l'opposizione dall'assessore all'Urbanistica Paolo Berdini e le riserve della Giunta di Virgina Raggi che ha chiesto alla società di rivedere spazi e cubature.

    – di Laura Di Pillo

    • News24

    Il no allo stadio? Costa 2 miliardi

    Il progetto, approvato dalla Giunta di Ignazio Marino con delibera che ne ha riconosciuto il pubblico interesse, ha registrato invece l'opposizione dall'assessore all'Urbanistica Paolo Berdini e le riserve della Giunta di Virgina Raggi che ha chiesto alla società di rivedere spazi e cubature.

    – Laura Di Pillo

    • News24

    Marino, procura impugna l'assoluzione

    L'ex sindaco di Roma, Ignazio Marino, dovrà tornare in Tribunale a giustificare le cene sostenute con la carta di credito del Comune.

    • News24

    Stadio Roma, la Regione concede altri 30 giorni al Comune per decidere

    Il percorso scelto dal Comune è quello di arrivare ad un robusto taglio delle cubature previste nel progetto attualmente in discussione, ma senza arrivare ad una nuova proposta che preveda una nuova delibera che sostituisca quella approvata dall'amministrazione di Ignazio Marino.

    • News24

    Dal «movimento» all'asse con Kerry e Steinmeier

    In mezzo anche un tentativo (non andato a buon fine) di scalare il Campidoglio con la candidatura alle primarie per il sindaco di Roma (chiuse al terzo posto dopo Ignazio Marino e David Sassoli).

    – di Gerardo Pelosi

    • News24

    In corsa Gentiloni, Delrio e Padoan

    Il ministro degli Esteri è un fedelissimo del premier, che lo indicò come candidato sindaco di Roma alle primarie vinte da Ignazio Marino e che poi lo ha portato alla Farnesina.

    – Barbara Fiammeri

    • News24

    Quel che lo Stato non dice

    Immaginate di avere pagato i 2,50 euro di questa copia del «Sole 24 Ore» ma di non poterla leggere. E magari anche che altri, invece, possano e per questo vi raccontino, quando ne hanno voglia, cosa c'è scritto. Dovreste fidarvi ciecamente o decidere a priori che mentono. Ma potrebbero anche

    – di Guido Romeo

1-10 di 751 risultati