Persone

Ignazio La Russa

Ignazio La Russa è un politico italiano, tra i fondatori del partito Fratelli d'Italia. E' stato Ministro della Difesa del IV Governo Berlusconi ed anche Reggente del partito di Alleanza Nazionale, prima che questo confluisse nel PdL.

In passato, durante la sua militanza in An, La Russa ha anche ricoperto i ruoli di Presidente dei Deputati, Vice Presidente Vicario e Coordinatore Nazionale del partito. La sua prima volta come deputato risale al 1992, per poi essere riconfermato alla Camera nel 1994, nel 1996, nel 2001, nel 2006 e nel 2008. Avendo maturato idee di destra fin da giovane, durante gli anni degli studi La Russa si è iscritto al Fronte della Gioventù (il movimento giovanile del Msi), di cui è diventato responsabile nel 1971, all’età di 24 anni. Ignazio ha preso la vocazione per la politica dal padre, Antonino La Russa, storico senatore del Msi.

Ignazio La Russa, che possiede una laurea in Giurisprudenza conseguita presso l’Università degli Studi di Pavia, prima di dedicarsi esclusivamente alla politica ha esercitato come avvocato, assumendo anche la difesa di parte civile nei Processi per alcuni omicidi effettuati ad opera delle Brigate Rosse negli anni Settanta.

Nel Dicembre del 2012, dopo aver lasciato il Pdl, ha fondato con Giorgia Meloni e Guido Crosetto il partito Fratelli d'Italia.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Ignazio La Russa
    • News24

    Legge elettorale, il Governo pone la questione di fiducia alla Camera

    La ministra per il Rapporti con il Parlamento, Anna Finocchiaro, ha posto nell'Aula della Camera la questione di fiducia sulla proposta di legge di riforma elettorale nel testo licenziato dalla commissione Affari costituzionali. Le opposizioni hanno accolto l'annuncio con contestazioni in Aula. Una

    – di Vittorio Nuti e Alessia Tripodi

    • News24

    Riforma processo penale, ok definitivo della Camera

    Via libera definitivo della Camera al disegno di legge di modifica del codice penale e del codice di procedura penale. I voti favorevoli sono stati 267, i contrari 136 e 24 gli astenuti. Ad astenersi i deputati di Mdp. Contro hanno votato quelli di SI, M5S, Fi, Cor, Scelta civica e Udc. Il ministro

    – di A. Gagliardi e V. Nuti

    • News24

    Alfano rilancia: accettiamo sfida 5%, collaborazione con Pd conclusa

    «Noi continueremo a sostenere il governo Gentiloni e non faremo ostruzionismo sulla legge elettorale. Accettiamo la sfida del 5% e non presenteremo emendamenti per abbassarla». Lo ha affermato il leader di Ap Angelino Alfano dopo la Direzione del partito, incalzando il segretario Pd Matteo Renzi:

    – di Andrea Gagliardi

    • News24

    Politici spiati, restano in carcere i fratelli Occhionero

    Restano in carcere Giulio e Francesca Occhionero, arrestati tre settimane fa per cyberspionaggio nell'ambito di un'inchiesta della procura di Roma. Lo ha decisoil tribunale del riesame che ha respinto i ricorsi presentati dai due indagati per sollecitare la revoca delle ordinanze di custodia

    • News24

    Cyberspionaggio, Di Legami (Polizia postale): l'attività andava avanti dal 2010

    «Abbiamo evidenze» che l'attività di spionaggio «andava avanti dal 2010 e niente può escludere che possano averlo fatto da molto prima». Lo dice il direttore della Polizia Postale, Roberto Di Legami, commentando l'inchiesta sulcyberspionaggio a danno di politici e istituzioni. In serata poi il capo

    • News24

    Cyberspionaggio: spiati politici e istituzioni, due arresti

    Intercettavano illecitamente le comunicazioni informatiche di politici, istituzioni e pubbliche amministrazioni. In manette sono finiti un ingegnere nucleare di 45 anni, Giulio Occhionero, e la sorella di 49 anni, entrambi residenti a Londra e domiciliati a Roma. Nei loro confronti sono ipotizzati

    – di Ivan Cimmarusti

    • News24

    A Milano l'ultimo saluto a Dario Fo. In migliaia sotto la pioggia

    Un funerale di arte e di politica per il Nobel Dario Fo a Milano che si è chiuso con la canzone Bella Ciao, con il figlio Jacopo a pugno chiuso che dice «grazie compagni, grazie» e Beppe Grillo che invita «a fare un po' di silenzio su Dario». Sono tanti i cittadini che oggi hanno portato l'ultimo

1-10 di 1017 risultati