Persone

Hugh Hefner

Hugh Hefner, fondatore di Playboy, è morto il 28 settembre 2017 a 91 anni nella sua villa a Los Angeles.

Profeta dell’edonismo pop (così lo definì il Time magazine) costruì il marchio Palyboy, rivista e poi vero impero dell’intrattenimento (carta, video, show, gadget, lifestyle) grazie al suo marchio, le inconfondibili conigliette.

Era il 1953 quando il 27enne Hefner fondò la rivista. Giovane marito e padre, aveva da poco lasciato il suo precedente lavoro presso una rivista dedicata ad attività per bambini. Hefner abbracciò la sfida della rivoluzione sessuale esfidò il puritanesimo americano. Le sue donne graziose, sorridenti e poco vestite come formula editoriale funzionarono per decenni. Fin dalla prima edizione di Playboy dove in copertina c’era la foto di una giovane Marilyn Monroe senza veli. In un anno la tiratura della rivista raggiunse quasi le 200 mila copie, diventate un milione in cinque anni; negli anni '70 i lettori erano sette milioni mentre aveva già ispirato prodotti simili, da Penthouse ad Hustler. Con l'avvento di Internet le copie di Playboy sono scese a meno di tre milioni.

Ultimo aggiornamento 28 settembre 2017

Ultime notizie su Hugh Hefner
    • News24

    Addio a Hefner, con le sue «conigliette» sbeffeggiò i puritani

    Una laurea in psicologia, tre matrimoni, diverse convivenze. Di Hugh Hefner, fondatore di Playboy, morto a 91 anni («per cause naturali circondato dai suoi familiari»), non si può certo dire che non sia stato uno degli uomini più invidiati al mondo. Fosse solo per il fatto che fu il primo ad

    – di Serena Uccello

    • News24

    Vivisezione del mito americano

    Richard Prince non è un pittore e neppure uno scultore, non un land artist tantomeno un perfomer, nemmeno lo si può chiamare artista concettuale e assolutamente non è un video maker, evita le installazioni e - come egli stesso ripete con allarmante frequenza - non sa scattare buone fotografie. In

    – Sofia Silva

    • News24

    La notte dei 100 punti

    Se vai a oltre 50 punti di media a partita, farne per una volta 100 è un exploit, ma non è un miracolo. L'area miracolista è per gli altri, i giocatori normali. Qui si rievoca un altro genere di prestazione, che appartiene, oltre che al libro dei record, alla descrizione di uno sport nel momento

    – Stefano Pistolini

    • News24

    Playboy dice addio alle conigliette. Stop al nudo (e Hugh Hefner è d'accordo)

    Scompaiono le conigliette di Playboy che per oltre 60 anni (dal 1953, quando Hugh Hefner fondò la rivista) hanno acceso l'immaginazione degli uomini e trainato una rivista che sfidava il bigottismo della destra da un lato e il femminismo dall'altro. Ma che al tempo stesso faceva capolino nei posti

    • News24

    I ritratti alienanti di Gareth McConnell

    I suoi ritratti hanno lo stesso shake di una telefonata improvvisa, di chi regala "abbastanza caramelle da saziare tremila ragazzini affamati", come

    – di Filippo Brunamonti

    • News24

    Mad Men

    Nel novembre 1953 esce il primo numero della rivista Playboy. In copertina la fotografia di una giovane bellissima donna nuda, con le gambe rannicchiate, un

    – di Elena Stancanelli

    • News24

    Playboy riveste le conigliette e guadagna di più

    "Goodbye, Playboy", sembra una frase da film hollywoodiano di quelli rigorosamente in bianco e nero in cui, sotto la pioggia battente, la protagonista

    – di Giuditta Mosca

    • News24

    Anche il poster fa Gola

    Ecco il (finto) manifesto del biopic su Linda Lovelace. Con Amanda Seyfried e un tocco vintage

    – La redazione

1-10 di 35 risultati