Persone

Hillary Clinton

Hillary Diane Rodham, coniugata Hillary Rodham Clinton, è nata il 26 ottobre del 1947 a Chicago ed è una politica statunitense. È considerata una delle donne più potenti degli Stati Uniti. Candidata del partito democratico alle elezioni presidenziali statunitensi l'8 novembre 2016 ha perso contro il rivale repubblicano Donald Trump.

Dal 3 gennaio del 2001 al 21 gennaio del 2009, è stata senatrice di New York.

Tra il 21 gennaio del 2009 ed il 31 gennaio del 2013 ha ricoperto il ruolo di 67° Segretario di Stato degli Stati Uniti.

In seguito al matrimonio con Bill Clinton nel 1975, Hillary è divenuta prima first lady dell’Arkansas e, successivamente all’elezione del marito come Presidente americano nel 1993, first lady degli Stati Uniti.

Accanto al marito Bill, Hillary Clinton ha avuto non solo un ruolo di rappresentanza ma anche importanti incarichi di governo. Ad esempio al suo nome rimane legata la tentata riforma del sistema sanitario degli Stati Uniti, portata avanti senza successo tra il 1993 e il 1994.

Hillary Clinton ha ricoperto il ruolo di senatore dello Stato di New York, carica da cui si è dimessa per assumere quella di Segretario di Stato.

Nel 2007 la Clinton ha annunciato la propria candidatura alle presidenziali del 2008, alle quali è stata però sconfitta da Barack Obama. E' stato proprio quest’ultimo a proporle l’incarico di Segretario di Stato.

Hillary Clinton è una delle poche first lady ad avere avuto una propria carriera professionale di successo: è infatti laureata in legge ed è un affermato avvocato.

Ultimo aggiornamento 09 novembre 2016

Ultime notizie su Hillary Clinton
    • News24

    La caduta degli uomini del presidente

    Le attività di Papadopoulos rappresentano la peggiore minaccia per Trump (almeno per il momento), perché da mesi Papadopoulos tentava di collegare la campagna con i russi che credeva avessero gettato "fango" su Hillary Clinton. ... Le ingerenze russe nelle elezioni presidenziali del 2016 evidentemente riflettevano la visione del presidente Vladimir Putin secondo cui Trump sarebbe stato più malleabile di Hillary Clinton, che Putin proprio non gradiva.

    – di Elizabeth Drew

    • News24

    Prima sconfitta di Trump in Virginia. E New York conferma De Blasio

    Esattamente un anno fa, nella notte elettorale che ha incoronato Donald Trump 45esimo presidente dgli Stati Uniti, un segnale che tutte le previsioni erano state sbagliate e Hillary Clinton non avrebbe conquistato la Casa Bianca, è stata la Virginia. Lo stato saldamente in mano ai democratici andò

    – di Redazione Online

    • News24

    Usa: Russiagate, Manafort agli arresti domiciliari si proclama innocente

    Paul Manafort, l'ex capo della campagna elettorale di Donald Trump indagato nel Russiagate, si è consegnato alle autorità federali dell'Fbi a Washington: tra le dodici accuse a lui contestate spiccano frode fiscale, riciclaggio di denaro e la cospirazione contro gli Stati Uniti. Manafort avrebbe

    • News24

    Russiagate, attesi arresti: per il Nyt dossier anti-Trump fatto da ultra conservatori

    Ma nell'ambito del Russiagate sono giunte altre clamorose rivelazioni: secondo il New York Times a commissionare per primo il dossier anti-Trump in cui si parla di legami tra l'allora candidato presidenziale e il Cremlino non sono stati ambienti democratici o della campagna di Hillary Clinton, ma il Washington Free Beacon, magazine conservatore che fa al miliardario Paul Singer, uno dei più noti investitori di Wall Street e dei principali finanziatori del partito repubblicano.

    • News24

    La rabbia contro le élite

    Come tali, alcuni hanno risposto alla marginalizzazione economica e politica unendosi a ciò che Streeck definisce "great unwashed", ossia la plebe, una massa di in dividui non istruiti - quelli che Hillary Clinton chiamava un "branco di miserabili".

    – di Helmut K. Anheier

    • News24

    Weinstein pagò a Clinton le spese legali per difendersi dal sexgate

    Hillary Clinton, che col marito Bill ha avuto per anni un rapporto di amicizia con Weinstein, negli ultimi giorni è più volte intervenuta dicendosi «scioccata e sconcertata» dalla condotta dell'ex Re di Hollywood definendola «intollerabile».

    • News24

    La metamorfosi di Trump sulle armi: da uomo d'affari pro-controlli a presidente pro-armi

    Ma le sue recenti posizioni raccontano una storia diversa, a favore della "gun lobby": durante la campagna elettorale aveva attaccato apertamente la rivale democratica Hillary Clinton come una minaccia al Secondo emendamento della Costituzione, quello che sancisce il diritto a portare fucili e pistole.

    – di Marco Valsania

1-10 di 1848 risultati