Aziende

Hermes

Storica casa di moda francese, Hermes viene fondata nel 1837, a Parigi, dal sellaio Thierry Hermes, che ha l’idea di aprire una bottega per la realizzazione di bardature e finimenti per cavalli. La svolta verso il mondo della moda è avvenuta nel 1920, quando il nipote del fondatore, Emile Maurice Hermes, ha iniziato a produrre vestiti in pelle di daino. Sette anni più tardi viene lanciata una collezione di gioielli ispirati al mondo equestre, mentre è messa in produzione nel 1929 la prima collezione femminile disegnata dalla stilista Lola Prusac. Nel 1949 Hermes ha lanciato l’innovativo sistema di pret a porter su misura, simboleggiato dall'abito da donna Hermeselle in cotone stampato, mentre il primo successo internazionale è arrivato nel 1956, grazie all’attrice Grace Kelly che ha fatto da testimonial per la borsa di cuoio creata dall’azienda francese e che prenderà anche il suo nome. Alla fine degli anni Cinquanta ha preso il via il grande sviluppo industriale del marchio Hermes: vengono create le prime boutique della maison (oggi sono 55 in tutto il mondo) e gli affari vengono allargati anche al settore dei profumi. Oggi del gruppo Hermes fanno parte 14 divisioni di prodotto che si occupano rispettivamente di capi in pelle, foulard, cravatte, abbigliamento da uomo, moda donna, profumi, orologi, scarpe, guanti, smalti, arti decorative, cancelleria, articoli per la casa e gioielleria. Tra questi prodotti, i più noti a livello mondiale sono probabilmente i foulard in seta dalle dimensioni di 90x90 cm sui quali sono stampati motivi di diverso genere.

Quotata alla borsa di Parigi, Hermes è controllata all’80% del capitale dagli eredi del fondatore, ultimo dei quali è oggi il pronipote Jean Louis Dumas Hermes. Stilista di punta della casa di moda per la quale lavorano in tutto il mondo circa 8.000 collaboratori, è il francese Jean Paul Gautier.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Hermes
    • News24

    L'«Ultrasalone» attira nella sua orbita creativi e imprese di altri settori

    Via Archimede 26, zona piazza Cinque Giornate, Milano. Spazio n° 21, un ex capannone industriale trasformato in loft. La mostra si chiama U-Joints-Equations of Universal Lifestyle. Una grande panchina circolare dell'artista americano Jonathan Nesci e giunture di tutti i tipi. Pezzi di design di

    – di Lello Naso

    • News24

    Guerra commerciale Usa-Cina: per l'Italia un miliardo potenziale di extra-export

    Quasi un miliardo di euro. Ecco quanto potrebbe guadagnare l'Italia, nei prossimi due anni, dalla guerra dei dazi fra Cina e Usa. Mentre per l'Europa si parla di un bottino aggiuntivo compreso tra i 3,9 e i 7 miliardi. A fare i calcoli è Ludovic Subran, a capo della ricerca macroeconomica di

    – di Micaela Cappellini

    • News24

    Così la Taranto antica conquista "Ivan Drago" e Anna Falchi

    Taranto prova a raccontarsi diversamente attraverso il cinema. Non solo il luogo dell'Ilva, delle crisi industriali e occupazionali, dell'eterno e ancora irrisolto conflitto tra lavoro e salute, ma anche la città che per rilanciarsi cerca di fare leva su alcuni asset sinora poco valorizzati. E' il

    – di Domenico Palmiotti

    • News24

    Hermès porta arte, giochi e magia nella boutique di Roma

    Da secoli, forse millenni, letteratura e poesia si ispirano al grande tema del gioco e non si contano gli aforismi sull'importanza dell'aspetto ludico della vita. I giochi di carte, di società, di ruolo o di qualsiasi altro tipo sono un passatempo e un antidoto alla malinconia insita nelle

    – di Giulia Crivelli

    • News24

    Gli italiani ai vertici delle aziende di moda straniere/Alessandro Michele

    Romano di nascita, classe 1972, nel 2015 ha raccolto le redini (lasciate da Frida Giannini, con cui ha lavorato per anni) della direzione creativa di Gucci. E non l'ha mai lasciata, contribuendo a creare quella "guccification" che oggi fa discutere (un esempio: le teste e i draghi sulla passerella

    • News24

    Così il Qatar risponde all'embargo: cresce il nazionalismo e il tifo per l'emiro

    DOHA - Tamim ricamato sui cuscini e formato gigante sui grattacieli, sullo schermo dei bancomat e negli hotel di lusso. Tamim al controllo passaporti e al rifornimento di benzina; sulla vetrina della bottega di spezie e alla parete della sala da gioco, sfondo di un'asiatica e un'europea che giocano

    – di Angela Manganaro

    • News24

    Gucci supera Hermes e traina i conti del gruppo Kering

    Gucci supera Hermes in giro d'affari e trascina i conti di Kering nel 2017. La maison italiana ha messo a segno una crescita del fatturato del 41,9% reported (+44,6% comparable) a 6,211 miliardi di euro nello scorso esercizio, contro i 5,549 miliardi registrati da Hermes (+9% anno su anno). Certo

    – di Monica D'Ascenzo

    • News24

    «Essere italiani a volte ha un costo»

    Ingegneri. Italiani. Non una contraddizione in termini. E neppure una scheggia della memoria novecentesca, da maneggiare con nostalgica cautela. Piuttosto, la nuova forma dell'immaterialità della manifattura. La sua eredità non archiviata dalla Storia, ma rinnovata nella componente più tecnologica.

    – di Paolo Bricco

    • News24

    Il lusso non si ferma e comincia con slancio il nuovo anno

    Il lusso non si ferma e, archiviato un anno di crescita a quota 260 miliardi circa secondo le stime, ne comincia uno nuovo con lo slancio. Ne sono convinti gli esperti del settore, che stimano in media un incremento delle vendite attorno al 5 per cento per il 2018. «Il 2017 è stato un anno positivo

    – di Monica D'Ascenzo

1-10 di 398 risultati