Aziende

Hera

Hera, acronimo che sta per Holding Energia Risorse Ambiente e che è anche il nome greco della dea simbolo del matrimonio e dell’unione, è un'azienda multiutility con sede a Bologna che è quotata in Borsa nel segmento Midex. Attiva nel settore della distribuzione del gas, dell'acqua, dell'energia e dello smaltimento dei rifiuti, Hera è presente nelle province di Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini (Emilia Romagna) e Pesaro-Urbino (Marche). Nata nel 2002 a seguito dell'aggregazione tra 11 società locali ex municipalizzate (capofila delle quali è stata la bolognese Seabo), anch’essa, come le società che l’hanno formata, è considerata una multiutility, ovvero un’azienda a capitale pubblico, privato o misto che si dedica all'erogazione di servizi pubblici. Hera è stata la prima società nata da un’operazione di questo tipo in Italia e ha continuato negli anni successivi la propria crescita territoriale, acquisendo nel 2004 Agea di Ferrara e concludendo, nel 2005, con Meta la prima fusione italiana tra diverse società multiutility quotate in Borsa. Oggi quello di Hera è un modello di business fortemente innovativo che non ha eguali in Italia: nel gruppo sono attivi infatti oltre 6.000 dipendenti. La grande crescita finanziaria e industriale di Hera è stata possibile grazie alla struttura organizzativa (articolata in una capogruppo e in sedi operative sul territorio) che pone la società come un sistema aperto all'ingresso di nuovi soci, che hanno sempre la possibilità di assumere un ruolo significativo nelle funzioni direttive dell'impresa e di avere a disposizione, localmente, una struttura operativa capace di interpretare e fornire risposte adeguate alle esigenze delle diverse realtà territoriali. Il marchio Hera, insieme ai fondamenti dell'identità visiva aziendale, è stato creato nel 2002 dal famoso graphic designer olandese Bob Noorda, autore di numerosissimi e famosi brand internazionali.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultime notizie su Hera
    • News24

    Dopo la tempesta giudiziaria riparte Cpl Concordia

    Tra le commesse ridecollate ecco quelle del Teatro del Maggio Fiorentino e dell'Autoritorium del Parco della Musica di Roma (appalti di gestione tecnologica e manutentiva), i contratti firmati con Italgas, Open Fiber ed Hera per lavori come la posa delle reti di fibra a Lecce e Taranto, il cambiamento dell'illuminazione delle torri faro all'aeroporto di Linate, oppure la costruzione e la fornitura di un intero impianto di rigassificazione del metano liquido per la San Marco Petroli di Venezia...

    – di Jacopo Giliberto

    • Agora

    gli scenari dell'energia nelle pagine di "elementi", la rivista del gse.

    "sappiamo che gli impegni assunti finora dai paesi membri dell'accordo di parigi non saranno sufficienti per raggiungere l'obiettivo comune". così mauro petriccione, direttore generale della dg azione per il clima della commissione europea nel suo intervento nell'ultimo numero di elementi, house organ del gruppo gestore dei servizi energetici, visibile sul sito www.gse.it. petriccione ha proseguito dicendo che: "dobbiamo continuare a innalzare il livello della nostra ambizione collettiva e accel...

    – Jacopo Giliberto

    • News24

    Multiutility, trasporti il buco nero Perdite per oltre 700 milioni

    ...milioni grazie a Hera) e davanti a Trento (544 milioni grazie alla partecipazione nell'autostrada A22). ... C'è un dato riassuntivo ancora più significativo: le partecipate dagli enti locali hanno realizzato utili complessivi per 5 miliardi, grazie soprattutto alle "big four" delle multiutility cioè Hera (836 milioni), Acea (819 milioni), Iren (611...

    – di Cheo Condina

    • News24

    Borsa, quelle «mid cap» italiane che resistono e fanno shopping

    «Acquisitore seriale». L'imprenditore, che facendo professione di understatement preferisce l'anonimato, descrive così il suo gruppo. La definizione può sembrare eccessiva. Anche un po' arrogante. Eppure, guardando ai numeri, la realtà è quella. C'è un mondo di medie imprese a Piazza Affari, di cui

    – di Vittorio Carlini

    • News24

    Finanza sostenibile tra consulenti e green bond

    Da fenomeno di nicchia a mainstream. Di finanza sostenibile si parla ovunque nel mondo. In Europa, in particolare, il gruppo di 20 esperti (High-Level group on sustainable finance) ha consegnato un documento alla Commissione Juncker subito inserito in un action plan e, a breve, in provvedimenti che

    – di Vitaliano D'Angerio

    • News24

    Hera, più tecnologia per spingere la redditività

    Negli ultimi anni la digitalizzazione dell'economia ha accelerato. E, con lei, l'evoluzione tecnologica di molti settori. Compreso quello delle multiutility. Così non stupisce che, nel business plan 2017-2021, una priorità di Hera sia l'innovazione. Il focus "hi-tech", direttamente, dovrebbe

    – di Vittorio Carlini

    • News24

    Domande & risposte

    Quali le considerazioni dell'analisi tecnica rispetto al titolo di Hera?

    • News24

    Made in Italy, chi sono e dove producono le imprese che fatturano più di un miliardo

    La grande industria abita al Nord, ha ripreso a crescere ed è più performante quando i capitali sono italiani e se è quotata in Borsa. E' questa è la fotografia che restituiscono i dati elaborati da Crif per il Sole-24 Ore, analizzando i bilanci delle imprese (non finanziarie) sopra il miliardo di

    – di Ilaria Vesentini

    • News24

    Amazon's Grand Challenge: un laboratorio segreto che lavora alla ricerca sul cancro

    Amazon ha creato un laboratorio segreto all'interno del quartier generale di Seattle. Il nome è già indicativo: Grand Challenge - grande sfida - si occupa di ricerca sul cancro e di altri progetti segreti su cartelle cliniche e consegne di merci. Lo riferisce la Cnbc, che cita una persona a

    – di Francesca Cerati

    • News24

    «Agricole crescerà ancora in Italia nel private e nei finanziamenti alle Pmi»

    «Nel piano a medio termine del Gruppo Crédit Agricole, due linee di business sono aperte alla crescita per linee esterne, tra cui il Wealth management. In Italia, con l'acquisizione di Banca Leonardo abbiamo aumentato le masse in gestione di 6 miliardi di euro. Nell'Investment Banking puntiamo ad

    – di Alessandro Graziani

1-10 di 400 risultati