Persone

Hassan Rouhani

Hassan Rouhani è nato il 12 novembre del 1948 a Sorkheh (Iran) ed è un politico iraniano, attualmente Presidente dell'Iran.

Dopo gli studi religiosi, prima al Seminario di Semma, poi a quello di Qom, Rouhani è stato ammesso nel 1969 all'Università di Teheran, dove nel 1972 si è laureato in giurisprudenza.

Successivamente ha continuato i suoi studi in Europa, qui si è laureato presso la "Glasgow Caledonian University", discutendo una tesi dal titolo "The Islamic legislative power with reference to the Iranian experience".

Rouhani ha iniziato la sua carriera politica sostenendo l'Ayatollah Khomeini.

Nel 1980 è stato eletto all'Assemblea Islamica ed è rimasto deputato per 5 mandati consecutivi (fino al 2000).

Dopo la riforma costituzionale iraniana del 1988 è diventato segretario del Supremo consiglio per la sicurezza nazionale (organismo di nuova istituzione) mantenendo questo ruolo per 16 anni, fino al 2005.

Durante la sua attività politica, Rouhani ha continuato a mantenere i suoi rapporti col mondo accademico, ricoprendo tra il 1995 ed il 1999 la carica di membro del consiglio di amministrazione dell'Università di Teheran e quella di caporedattore di tre riviste trimestrali scientifiche e di ricerca, in lingua persiana ed in inglese, Rahbord (strategia), Foreign Relations, e l'Iranian Review of Foreign Affairs.

Candidatosi alle lezioni politiche iraniane del 2013, Rouhani è risultato vincitore al primo turno con 18.613.329 voti,

Dichiarato vincitore il giorno successivo alle elezioni, Rouhani ha ricevuto l'incarico dal suo predecessore Ahmadinejad il 3 agosto del 2013.

Rouhani ha assunto un atteggiamento di maggiore apertura, rispetto al suo predecessore Ahmadinejad, sia in politica interna (dichiarandosi favorevole ad un miglioramento della condizione delle donne nella società iraniana) che in politica estera (aprendosi, nonostante le resistenze dell'area iraniana più conservatrice, sia al dialogo con la Russia che sopratutto a quello con gli Strati Uniti d'America).

Grazie a questo atteggiamento di apertura Rouhani è riuscito a firmare in questi giorni a Vienna, uno storico accordo sul nucleare iraniano con Washington.

Questo accordo consente agli ispettori Onu di chiedere di visitare anche i siti militari iraniani per constatare la non proliferazione nucleare per scopi bellici, offrendo in cambio la cancellazione delle sanzioni internazionali contro il regime iraniano.

Si tratta di un accordo che, sia pure, secondo alcuni osservatori, ancora perfettibile e non del tutto gradito al premier israeliano Benyamin Netanyahu (che chiede una politica di maggiore controllo sulla proliferazione nucleare iraniana) rappresenta per le potenze occidentali un decisivo passo in avanti verso il mantenimento della pace internazionale.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Hassan Rouhani
    • News24

    E Teheran blocca i cittadini Usa

    In precedenza, il presidente Hassan Rouhani, pur senza citare Trump, aveva detto che non è il momento di alzare muri tra le nazioni.

    • News24

    Petrolio, l'Iran apre a trattative con l'Opec (ma alle sue condizioni)

    Dopo il patto sul petrolio sottoscritto da Arabia Saudita e Russia, la risposta dell'Iran non si è fatta attendere. E anche se come sempre il suo messaggio non è cristallino, oggi sembra esserci meno ambiguità rispetto al passato e forse persino un'apertura alla possibilità di accordi con gli altri

    – di Sissi Bellomo

    • News24

    Le partite geopolitiche di Ankara

    Ankara è il terreno dove si giocano partite geopolitiche di importanza straordinaria per gli europei, russi e americani.

    – Vittorio Da Rold

    • News24

    Mega-stipendi, i principali banchieri iraniani costretti alle dimissioni

    In Iran è scoppiato uno scandalo sugli alti stipendi percepiti dai banchieri delle banche statali. Una polemica che ha costretto alle dimissioni i direttori delle quattro banche principali della Repubblica islamica e del suo fondo sovrano.La disputa, secondo il Financial Times, è scoppiata dopo che

    – Vittorio Da Rold

    • News24

    Iran, condannato a morte il miliardario del petrolio

    L'uomo d'affari miliardario Babak Zanjani è stato condannato a morte in Iran per corruzione assieme ad altre due persone. La notizia è stata diffusa dall'agenzia di stampa di stato guidata dagli studenti iraniani ed è stata rilanciata da Bbc, confermata da un portavoce del tribunale. Zanjani era

    • News24

    That Difficult Challenge to the Chinese Giant

    Iranian President Hassan Rouhani and Italian Prime Minister Matteo Renzi had an open conversation in Rome, entirely in English, and without intermediaries. And

    – Alberto Negri

    • News24

    Xi a Teheran per l'avvio di partnership globali

    L'incontro, forse troppo a lungo rimandato per ben in 14 anni, si è verificato ieri a Teheran. Il presidente cinese Xi Jinping è il primo leader a visitare

    – Rita Fatiguso

1-10 di 34 risultati