Ultime notizie:

H-Farm

    • Agora

    Un thè veneziano negli Usa, startup a Dublino, collaborazione Trentino Balcani e altre #AziendeConLaValigia

    Dopo la vittoria ad inizio anno del Premio Quality Award, il Thè BIO San Benedetto ha conquistato il podio agli Italian Food Awards USA 2018, aggiudicandosi un altro importante riconoscimento nella categoria beverage. La seconda edizione degli Italian Food Awards USA si è svolta alla Fiera Summer Fancy Food, per premiare i prodotti italiani più innovativi e capaci di rispondere ai nuovi trend emergenti del mercato americano per qualità, ingredienti naturali e innovazione sostenibile. Sono stat...

    – Barbara Ganz

    • Agora

    Anche Emilia Romagna e Lombardia investono sulla Pmi della telemedicina per il cuore (178mila euro con il crowdfunding)

    La PMI innovativa Medicaltech ha completato con successo un round di raccolta di capitale sul portale di equity crowdfunding WeAreStarting.it. La società, entrata da poco nel novero delle Pmi Innovative, è attiva nell'ambito della telemedicina e sviluppa soluzioni per monitorare i pazienti colpiti da malattie cardio-vascolari. Grazie al modello di business che contraddistingue Medicaltech, pazienti e professionisti non dovranno più acquistare la strumentazione clinica, ma sarà possibile ottener...

    – Barbara Ganz

    • News24

    Boom di corsi digitali per piccoli creativi tecnologici (soprattutto in campagna)

    Se Bruno Munari avesse inaugurato i suoi laboratori per bambini oggi, invece che nel 1977, vi avrebbe probabilmente inserito un corso per creare videogiochi. «Conservare lo spirito dell'infanzia dentro di sé per tutta la vita vuol dire conservare la curiosità di conoscere, il piacere di capire, la

    – di Chiara Beghelli

    • News24

    Startup italiane in Cina, con Marco Polo Program raccolti 2,4 milioni

    La terza edizione del programma ideato da H-Farm come ponte fra le startup italiane e il Paese del Dragone è decollata da poche settimane con gli stessi obiettivi delle due precedenti: creare una corsia preferenziale di accesso al mercato locale attraverso una "call for ideas", di fatto sempre

    – di Gianni Rusconi

    • NovaCento

    La storia di Serena UX Writer di Booking.com

    Una delle componenti fondamentali di un buon sito internet sono proprio le parole, ma vi siete mai chiesti chi c'è dietro a tutti quei testi? Oggi lo scopriremo con Serena Giust una giovanissima UX Writer originaria della provincia di Treviso. Serena attualmente vive ad Amsterdam ed è UX Writer e Team Leader presso Booking.com, una delle aziende di e-commerce più grandi del mondo nel settore dei viaggi. La missione di Booking.com è dare a tutti la possibilità di esplorare il mondo e lei cerca di...

    – Gloria Chiocci

    • Agora

    Il gioco da tavolo inventato dagli studenti per riscoprire passato e tradizioni del Sile (può diventare impresa con il crowdfunding)

    Si chiama "CoolTour", ed è un gioco da tavolo ispirato al Monopoli. Al posto di anonime case e stazioni, però, ci sono la storia di un territorio, le radici, la cultura, il patrimonio di identità e conoscenze germogliate attorno al corso del fiume Sile, che collega Treviso e Venezia. E' il progetto vincitore di Acceleration Lab, il programma che ha visto la partecipazione dei ragazzi della classe di prima superiore della scuola H-International School, e che ha coinvolto i team di Education e di O...

    – Barbara Ganz

    • NovaCento

    Cercando l'onda perfetta

    Ricordate il film Point Break? In questo film americano del 1991 (diretto da Kathryn Bigelow), Patrick Swayze (1952 - 2009) interpretava un surfista sempre in cerca dell'onda perfetta da cavalcare. Nel film, Swayze interpretava Bodhi, che oltre a fare il surfista era anche a capo di una banda di rapinatori. Questi surfisti, infatti, finanziavano il proprio "stile di vita" rapinando banche, e durante le rapine si coprivano il volto indossando maschere di ex presidenti americani. Per sgominare la...

    – Gabriele Caramellino

    • News24

    Startup, le compagnie puntano sull'insurtech (anche in Italia)

    Le startup insurtech piacciono agli investitori, compagnie assicurative comprese. Lo dimostra un recente report di Accenture (su dati Cb Insight) secondo il quale nel 2017 gli investimenti nel settore sono cresciuti raggiungendo 2,3 miliardi di dollari a livello globale, e quota 331 deal (+39%

    – di Silvia Pasqualotto

1-10 di 308 risultati