Persone

Guido Alpa

Guido Alpa è nato il 26 novembre del 1947 a Ovada (AL) è un giurista, avvocato ed ordinario di diritto civile presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli studi di Roma la Sapienza.

Tra il 2004 ed il 2015 è stato Presidente del Consiglio Nazionale Forense, dal 14 aprile del 2014 è stato nominato membro del cda di Leonardo-Finmeccanica.

Dall’ottobre del 1984 è patrocinante in Cassazione.

Guido Alpa è è consigliere dell’Isvap dal 1993 e fa parte del consiglio direttivo dell’associazione italiana per l’arbitrato.

E’ il secondo italiano dopo Alberico Gentili nel Rinascimento ad ottenere nel 1998 la nomina di Master of the Bench (a vita) della Gray’s Inn, una delle cinque associazioni, che dal Medio Evo, in Inghilterra, riuniscono e rappresentano gli avvocati.

Già componente dello Study Group for a European Civil Code (1995-2005) è dal 1996 membro del Consiglio direttivo nazionale dell'Associazione Internazionale di Diritto Assicurativo ed è stato consulente dell'Autorità per l'Informatica della pubblica amministrazione (AIPA).

Nel 1996 gli è stata conferita la laurea honoris causa in Giurisprudenza dell’Università Complutense di Madrid.

Ha rivestito e riveste numerosi altri incarichi ed è autore di numerose pubblicazioni.

Fra i suoi principali ambiti di ricerca rientrano lo studio della normativa riguardante la tutela dei consumatori e delle clausole vessatorie.

Ha infatti presieduto la Commissione ministeriale incaricata della redazione del "Codice del Consumo".

E' stato inisignito dell'onorificienza di Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (Roma, 3 aprile 2006).

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2016

Ultime notizie su Guido Alpa
    • News24

    Revisore d'obbligo per 175mila Srl

    Sono circa 175mila le srl che potrebbero doversi dotare di un controllo sindacale sulla base della legge delega sulla riforma del diritto fallimentare approvata mercoledì scorso al Senato. E' una stima di massima sui dati elaborati per il Sole 24 Ore da Infocamere. I criteri di delega sul punto sono

    – di Giovanni Negri

    • News24

    Disinnescare l'«hate speech»

    Il susseguirsi di attentati terroristici nel corso degli ultimi anni in Europa sono fonte di preoccupazione dei Parlamenti e dei Governi, ma anche dei singoli individui che vivono in una società a base democratica. Si tratta di fenomeni in qualche modo agevolati da atteggiamenti mentali e

    – di Guido Alpa

    • News24

    Professionisti obbligati al preventivo nero su bianco

    Il costo della prestazione professionale d'ora in poi andrà scritto nero su bianco. E' una novità, un passo importante verso la trasparenza, destinato a cambiare la prassi nei rapporti tra utenti e avvocati, commercialisti, ingegneri e architetti solo per citare alcune professioni (gli Albi sono

    – di Federica Micardi

    • News24

    Manzoni esperto di legge

    Se si dovesse immaginare l'opinione che Alessandro Manzoni aveva dell' Avvocatura traendone spunto dal personaggio dell' Azzeccacarbugli , al quale Renzo si era rivolto per avere un parere sul veto di don Rodrigo al suo matrimonio, si dovrebbe concludere per un giudizio morale assai negativo

    – di Guido Alpa

    • News24

    La liberalizzazione delle professioni e i nodi da tagliare

    Mentre il mondo appare sempre più trainato dal sapere professionale e guidato dalle sue élite, in Italia dopo le "lenzuolate" di liberalizzazione di Bersani, siamo pian piano ritornati alla realpolitik dei piccoli passi.

    – di Carlo Carboni

    • News24

    I difficili nodi da tagliare per liberalizzare le professioni

    Mentre il mondo appare sempre più trainato dal sapere professionale e guidato dalle sue élite, in Italia dopo le "lenzuolate" di liberalizzazione di Bersani, siamo pian piano ritornati alla realpolitik dei piccoli passi.

    – Carlo Carboni

    • News24

    Serve un equilibrio (vero) fra le regole e l'economia

    Il rapporto dell'Ocse 2017 riguardante l'Italia esprime apprezzamento per le riforme attuate e sottolinea che restano ancora importanti sfide da cogliere, e quindi sollecita un ulteriore sforzo per ampliare e migliorare la concorrenza nel mercato.E' evidente che, in un sistema come il nostro,

    – di Guido Alpa

    • News24

    La conciliazione va a regime

    La conciliazione va a regime. Nella speranza che produca risultati anche migliori di quelli attuali, la commissione Bilancio della Camera ha approvato ieri l'emendamento del relatore alla "manovrina", d'intesa con il ministero della Giustizia, che mette termine ai 4 anni di sperimentazione,

    – di Giovanni Negri

    • Info Data

    Mediazioni, solo una su cinque va a buon fine. Ecco come funziona

    Solo il 22% delle mediazioni va a buon fine e riesce a risolvere le controversie al di fuori delle aule dei tribunali. Il 78% delle liti torna, invece, di fronte al giudice. Nella metà dei casi, una delle parti non si presenta nemmeno al primo incontro in cui il mediatore spiega gli obiettivi e le modalità di svolgimento della procedura extragiudiziale. E questo nonostante la partecipazione sia obbligatoria. Il timore delle sanzioni evidentemente non basta a ridurre le assenze: nel seco...

    – Infodata

1-10 di 189 risultati