Persone

Graziano Delrio

Graziano Delrio è nato il 27 aprile del 1960 a Reggio Emilia ed è un politico italiano, dal 2 aprile del 2015 riveste la carica di Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, prima nel Governo Renzi poi in quello Gentiloni.

Tra il 22 febbraio del 2014 ed il 2 aprile del 2015, è stato Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri del primo Governo Renzi .

Laureatosi in medicina e ricercatore all'Università di Modena e Reggio Emilia, si è specializzato in Endocrinologia, con studi di perfezionamento in Gran Bretagna e Israele.

Ha assunto il suo primo incarico istituzionale nel 1999, con il Partito Popolare Italiano, subentrando, in qualità di primo dei non eletti, ad un consigliere comunale di Reggio Emilia dimmessosi per assumere la carica di assessore.

Nel 2000 è stato eletto consigliere regionale dell'Emilia Romagna, dove ha presieduto la Commissione sanità e politiche sociali.

Nel 2004 è stato eletto, al primo turno, sindaco di Reggio Emilia, carica riconfermata, sempre al primo turno, nel le elezioni comunali del 2009.

Il 5 ottobre del 2011, dopo esserne stato Vicepresidente con la delega al Welfare e alla Finanza locale, è stato eletto Presidente dell'Associazione nazionale dei Comuni (Anci).

Il 28 aprile del 2013 viene nominato, nel Governa Letta, Ministro per gli Affari Regionali e delle Autonomie, il 26 giugno dello stesso anno riceve, a causa delle dimissioni del Ministro Josefa Idem, anche la delega allo sport.

Il 22 febbraio del 2014 diventa Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri, con funzioni di segretario del consiglio, nel primo Governo Renzi.

Il 2 aprile del 2015 viene nominato, in seguito alle dimissioni di Maurizio Lupi, Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti nel primo Governo Renzi, incarico che mantiene nell'attuale Governo Gentiloni.

E' sposato con Annamaria, che lo ha reso padre di nove figli.

Ultimo aggiornamento 13 dicembre 2016

Ultime notizie su Graziano Delrio
    • News24

    Mattarella: «Liberare il pensiero di Moro dalla prigione»

    A quarant'anni dal ritrovamento del corpo di Aldo Moro, la politica e le istituzioni hanno reso omaggio stamattina alla memoria dello statista democristiano a via Caetani, nel centro di Roma, lì dove il corpo fu ritrovato nel bagagliaio di una Renault 4. Aldo Moro, fra i fondatori della Democrazia

    – di Nicoletta Cottone

    • News24

    Renzi fermo sul no, Pd alla «conta» in direzione

    Nel Pd le parole di Luigi Di Maio sulla necessaria discontinuità rispetto ai governi di questi anni (Jobs act, Buona scuola, grandi opere... ) non sono piaciute per niente. Non solo, e va da sé, ai renziani doc ma neanche a chi in queste ore si sta spendendo per trovare una posizione comune tra

    – di Emilia Patta

    • News24

    Il dialogo M5S-Pd parte in salita, i renziani temono l'«Opa» Di Maio

    Nonostante l'ottimismo mostrato dal presidente della Camera Roberto Fico («tra Pd e Movimento 5 stelle dialogo avviato») e dallo stesso segretario reggente Maurizio Martina («ci sono passi avanti importanti»), il confronto tra pentastellati e democratici sulla possibile formazione del governo si

    – di Emilia Patta

    • News24

    Governo, Fico vede di nuovo delegazioni Pd e M5s

    Le consultazioni del presidente della Camera Roberto Fico riprenderanno domani nel Salottino del Presidente. Alle 11 è fissato l'incontro con la delegazione del Pd, alle 13 con quella del M5S. Occhi puntati dunque all'esito della trattativa con i dem. Da un lato le aperture a "vedere le carte" del

    – di Andrea Gagliardi

    • News24

    La trattativa Pd-M5s parte senza Renzi, che non esclude la scissione

    Da una parte l'apertura del segretario reggente del Pd Maurizio Martina, dall'altra la chiusura del forno con la Lega da parte del leader del M5s Luigi Di Maio. Un uno-due che apre di fatto il tavolo della trattativa tra democratici e pentastellati nonostante resti, forte e chiaro, il no dell'ex

    – di Emilia Patta

    • News24

    Governisti, mediani e renziani: Pd da Fico con almeno tre linee

    Un dettaglio, in queste ore in cui la trattativa tra M5S e Pd entra nel vivo, descrive più di molte parole la spaccatura provocata nel Pd dalla decisione del Capo dello Stato di dare al presidente della Camera Roberto Fico un mandato esplorativo circoscritto all'ipotesi di un governo tra M5S e Pd:

    – di Emilia Patta

    • News24

    Governo, Di Maio: con Lega discorso chiuso, ora tavolo con Pd. Dem verso il dialogo

    Andiamo verso un Governo Pd-M5S, al centro del mandato esplorativo affidato dal capo dello Stato Mattarella al presidente della Camera? E' presto per dirlo, ma al termine della prima giornata di consultazioni di Roberto Fico qualche progresso si registra. Sul fronte Pd, in attesa di una esplicita

    – di Vittorio Nuti e Alessia Tripodi

1-10 di 1373 risultati